fbpx

Calendar

Apr
26
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Apr 26@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Apr
28
Mer
2021
Incontri di primavera
Apr 28@18:00–22:30
Incontri di primavera @ Complesso San Cristo

Incontri PRIMAVERA 2021
Non solo libri / Teatro dell’anima

Tutti gli eventi saranno trasmessi in  in diretta streaming sul canale You Tube di Missione Oggi

martedì 16 febbraio 2021 / ore 20.30-21.30
BENEDETTA POVERTÀ? PROVOCAZIONI SU CHIESA E DENARO
In queste pagine, ricche di riferimenti biblici e di sapienza umana, Erio Castellucci ci aiuta a distinguere tre povertà: una da scegliere, e si chiama sobrietà; una da combattere, per ottenere equità; e una da riscattare, per raggiungere la fraternità. Anche la Chiesa è chiamata in causa: le sue ricchezze si giustificano solo per la condivisione.

mercoledì 24 febbraio 2021 / ore 18.00-19.30
PRESENTAZIONE DOSSIER DI “MISSIONE OGGI” RIPENSARE IL MONDO DOPO IL COVID-19
a cura di Marino Ruzzenenti e Paolo Boschini
Con questo dossier “Missione Oggi” vuole allontanarsi dal chiacchiericcio, spesso angosciante, dei programmi televisivi e trovare il bandolo della matassa per capire cosa sta succedendo e come attrezzarci, soprattutto per il dopo, per rimodellare la società e far sì che eventi simili si possano prevenire.

mercoledì 3 marzo 2021 / ore 20.30-21.30
LA COSTITUZIONE SPIEGATA AI BAMBINI
PIERO E NILDE ALLA SCOPERTA DEI PRINCIPI FONDAMENTALI
Francesca Parmigiani E Dora Creminati

mercoledì 10 marzo 2021 / ore 18.00-19.30
L’UMANIZZAZIONE DI DIO SAGGIO DI CRISTOLOGIA
Che cosa rappresenta Gesù Cristo per ciascuno di noi? Questo libro cerca di rispondere a questa domanda fondamentale ponendo in rilievo la rivoluzione operata da un «ebreo sconcertante».

mercoledì 17 marzo 2021 / ore 20.30
VARIAZIONE N. 1 SUL TEMA DI MASSIMO RECALCATI “LA NOTTE DEL GETSEMANI”
Due racconti di cronaca più uno diaristico e uno evangelico. A unirli lo stesso tema. Gesù chiede agli apostoli di vegliare con lui e loro invece dormono come Alex, Mohammed, Andrea e lo stesso Gesù quando attende due giorni prima di raggiungere Lazzaro.

giovedì 25 marzo 2021 / ore 20.30
CHARLES DE FOUCAULD FRATELLO UNIVERSALE
Charles de Foucauld (1858-1916) è l’icona della fraternità universale che ci viene consegnata alla fine dell’enciclica Fratelli tutti. Un’immagine potente, che ha esercitato una forte attrazione in seno alla vita religiosa e missionaria del Novecento, contestando il modello di evangelizzazione allora in vigore, troppo sbilanciato – quando non allineato – dalla parte delle politiche colonialiste dell’Occidente.

mercoledì 7 aprile 2021 / ore 18.00-19.00
DA HIROSHIMA A FUKUSHIMA IL GIAPPONE E L’INCUBO NUCLEARE
“Le bombe atomiche sganciate 75 anni fa sono uno spettro che alita anzitutto sulle coscienze dei giapponesi, ma anche dell’intera umanità”. La crisi dei reattori nucleari di Fukushima, ha fatto emergere i limiti delle capacità tecnologiche e pone domande sull’uso dell’energia nucleare.

mercoledì 14 aprile 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? FATE TACERE QUELL’UOMO OVVERO ARNALDO DA BRESCIA
Arnaldo, frate agostiniano e allievo di Pietro Abelardo, fugge a Parigi per essersi pronunciato contro la simonia. Partecipa al Concilio di Sens del 1140, dove si scontra con Bernardo di Chiaravalle che considera “eresia” il rifiuto assoluto – da parte di Arnaldo –, del potere temporale del Papa. Il primo è diventato santo, Arnaldo, invece, viene condannato all’impiccagione, il suo corpo arso al rogo e le sue ceneri sparse nel Tevere. Questo testo viene presentato la prima volta nell’autunno del 1973, per la regia di Massimo Castri e la produzione della Compagnia della Loggetta di Brescia

mercoledì 21 aprile 2021 / ore 18.00-19.00
MONACHESIMO INTERIORIZZATO TEMPO DI CRISI, TEMPO DI RISVEGLIO
Monasteri e conventi si stanno svuotando, e di contro l’esercito di battezzati che fanno yoga e si rivolgono a pratiche di meditazione orientale cresce. La preghiera ripetitiva non attira più, non corrisponde alla sensibilità spirituale di oggi. L’Autrice però di un tempo di crisi come quello attuale ne coglie le sfide, il nuovo… lo ripropone come tempo di risveglio. C’è un nuovo ancora in gestazione che ha bisogno di tempi di maturazione per venire alla luce

mercoledì 28 aprile 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? GIORDANO BRUNO: LA VOSTRA DECISIONE DIPENDE DALLA MIA VOLONTÀ
Nel punire le infrazioni e le irregolarità ben identificabili rispetto all’ortodossia, l’Inquisizione, tenta di annientare il desiderio di conoscenza di quanti non hanno paura di sovvertire un ordine del mondo per cercarne uno più efficace sebbene diverso dal sentire comune. Al frate domenicano che non ha paura di ripensare il mondo, l’universo e Dio, viene riservato prima l’esilio e poi il rogo da parte della Chiesa da lui amata e insieme ingiuriata e stanca delle sue violente requisitorie che mettono a dura prova il credere per consuetudine.

mercoledì 5 maggio 2021 / ore 20.30
DIO? IN FONDO A DESTRA PERCHÉ I POPULISMI SFRUTTANO IL CRISTIANESIMO
In queste pagine Scaramuzzi ci conduce nel cuore della strategia populista: fa i nomi di chi manipola la religione, ricostruisce genealogie intellettuali, svela connessioni ideologiche.ì Salvini in Italia, Trump negli Usa, Putin in Russia, Orbán in Ungheria, Bolsonaro in Brasile, i Le Pen in Francia: l’onda della destra si allarga anche grazie all’abuso della fede cristiana.

mercoledì 12 maggio 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? JACQUES DUPUIS: IL MIO CASO È ANCORA APERTO
Jacques Dupuis, gesuita, uno dei teologi più famosi al mondo, professore all’Università Gregoriana di Roma, viene sollevato dall’insegnamento: l’ex Sant’Uffizio lo accusa di «gravi errori, ambiguità dottrinali e opinioni pericolose». Scoppia il «caso-Dupuis», che vede la Congregazione per la dottrina della fede, guidata dal cardinal Ratzinger, mettere sotto accusa il teologo sostenitore di una visione positiva della pluralità delle fedi.

mercoledì 19 maggio 2021 / ore 18.00-19.15
VIRTUALE E REALE

Giovanni Grandi è docente di Filosofia morale presso l’Università di Trieste, dopo aver lavorato presso l’Università di Padova fino al 2020. In questo libro ci spiega perché ciò che è virtuale è reale e come questo abbia influenzato la vita dell’uomo già a partire dal Medioevo.

mercoledì 26 maggio 2021 / ore 20.30-21.30
Fanatismo! Quando la religione è senza Dio
Davvero il fanatismo religioso è un «eccesso» di fede? O non piuttosto una mancanza di Dio, (ab)usato invece per una propria «morale» da integralisti di ogni religione? Il pamphlet di Adrien Candiard è illuminante e provocatorio, come gli altri libri di questo giovane domenicano di stanza a Il Cairo, autore, tra l’altro, di Pierre e Mohamed e Comprendere l’islam.

Mag
3
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mag 3@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Mag
4
Mar
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mag 4@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Mag
5
Mer
2021
Incontri di primavera
Mag 5@18:00–22:30
Incontri di primavera @ Complesso San Cristo

Incontri PRIMAVERA 2021
Non solo libri / Teatro dell’anima

Tutti gli eventi saranno trasmessi in  in diretta streaming sul canale You Tube di Missione Oggi

martedì 16 febbraio 2021 / ore 20.30-21.30
BENEDETTA POVERTÀ? PROVOCAZIONI SU CHIESA E DENARO
In queste pagine, ricche di riferimenti biblici e di sapienza umana, Erio Castellucci ci aiuta a distinguere tre povertà: una da scegliere, e si chiama sobrietà; una da combattere, per ottenere equità; e una da riscattare, per raggiungere la fraternità. Anche la Chiesa è chiamata in causa: le sue ricchezze si giustificano solo per la condivisione.

mercoledì 24 febbraio 2021 / ore 18.00-19.30
PRESENTAZIONE DOSSIER DI “MISSIONE OGGI” RIPENSARE IL MONDO DOPO IL COVID-19
a cura di Marino Ruzzenenti e Paolo Boschini
Con questo dossier “Missione Oggi” vuole allontanarsi dal chiacchiericcio, spesso angosciante, dei programmi televisivi e trovare il bandolo della matassa per capire cosa sta succedendo e come attrezzarci, soprattutto per il dopo, per rimodellare la società e far sì che eventi simili si possano prevenire.

mercoledì 3 marzo 2021 / ore 20.30-21.30
LA COSTITUZIONE SPIEGATA AI BAMBINI
PIERO E NILDE ALLA SCOPERTA DEI PRINCIPI FONDAMENTALI
Francesca Parmigiani E Dora Creminati

mercoledì 10 marzo 2021 / ore 18.00-19.30
L’UMANIZZAZIONE DI DIO SAGGIO DI CRISTOLOGIA
Che cosa rappresenta Gesù Cristo per ciascuno di noi? Questo libro cerca di rispondere a questa domanda fondamentale ponendo in rilievo la rivoluzione operata da un «ebreo sconcertante».

mercoledì 17 marzo 2021 / ore 20.30
VARIAZIONE N. 1 SUL TEMA DI MASSIMO RECALCATI “LA NOTTE DEL GETSEMANI”
Due racconti di cronaca più uno diaristico e uno evangelico. A unirli lo stesso tema. Gesù chiede agli apostoli di vegliare con lui e loro invece dormono come Alex, Mohammed, Andrea e lo stesso Gesù quando attende due giorni prima di raggiungere Lazzaro.

giovedì 25 marzo 2021 / ore 20.30
CHARLES DE FOUCAULD FRATELLO UNIVERSALE
Charles de Foucauld (1858-1916) è l’icona della fraternità universale che ci viene consegnata alla fine dell’enciclica Fratelli tutti. Un’immagine potente, che ha esercitato una forte attrazione in seno alla vita religiosa e missionaria del Novecento, contestando il modello di evangelizzazione allora in vigore, troppo sbilanciato – quando non allineato – dalla parte delle politiche colonialiste dell’Occidente.

mercoledì 7 aprile 2021 / ore 18.00-19.00
DA HIROSHIMA A FUKUSHIMA IL GIAPPONE E L’INCUBO NUCLEARE
“Le bombe atomiche sganciate 75 anni fa sono uno spettro che alita anzitutto sulle coscienze dei giapponesi, ma anche dell’intera umanità”. La crisi dei reattori nucleari di Fukushima, ha fatto emergere i limiti delle capacità tecnologiche e pone domande sull’uso dell’energia nucleare.

mercoledì 14 aprile 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? FATE TACERE QUELL’UOMO OVVERO ARNALDO DA BRESCIA
Arnaldo, frate agostiniano e allievo di Pietro Abelardo, fugge a Parigi per essersi pronunciato contro la simonia. Partecipa al Concilio di Sens del 1140, dove si scontra con Bernardo di Chiaravalle che considera “eresia” il rifiuto assoluto – da parte di Arnaldo –, del potere temporale del Papa. Il primo è diventato santo, Arnaldo, invece, viene condannato all’impiccagione, il suo corpo arso al rogo e le sue ceneri sparse nel Tevere. Questo testo viene presentato la prima volta nell’autunno del 1973, per la regia di Massimo Castri e la produzione della Compagnia della Loggetta di Brescia

mercoledì 21 aprile 2021 / ore 18.00-19.00
MONACHESIMO INTERIORIZZATO TEMPO DI CRISI, TEMPO DI RISVEGLIO
Monasteri e conventi si stanno svuotando, e di contro l’esercito di battezzati che fanno yoga e si rivolgono a pratiche di meditazione orientale cresce. La preghiera ripetitiva non attira più, non corrisponde alla sensibilità spirituale di oggi. L’Autrice però di un tempo di crisi come quello attuale ne coglie le sfide, il nuovo… lo ripropone come tempo di risveglio. C’è un nuovo ancora in gestazione che ha bisogno di tempi di maturazione per venire alla luce

mercoledì 28 aprile 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? GIORDANO BRUNO: LA VOSTRA DECISIONE DIPENDE DALLA MIA VOLONTÀ
Nel punire le infrazioni e le irregolarità ben identificabili rispetto all’ortodossia, l’Inquisizione, tenta di annientare il desiderio di conoscenza di quanti non hanno paura di sovvertire un ordine del mondo per cercarne uno più efficace sebbene diverso dal sentire comune. Al frate domenicano che non ha paura di ripensare il mondo, l’universo e Dio, viene riservato prima l’esilio e poi il rogo da parte della Chiesa da lui amata e insieme ingiuriata e stanca delle sue violente requisitorie che mettono a dura prova il credere per consuetudine.

mercoledì 5 maggio 2021 / ore 20.30
DIO? IN FONDO A DESTRA PERCHÉ I POPULISMI SFRUTTANO IL CRISTIANESIMO
In queste pagine Scaramuzzi ci conduce nel cuore della strategia populista: fa i nomi di chi manipola la religione, ricostruisce genealogie intellettuali, svela connessioni ideologiche.ì Salvini in Italia, Trump negli Usa, Putin in Russia, Orbán in Ungheria, Bolsonaro in Brasile, i Le Pen in Francia: l’onda della destra si allarga anche grazie all’abuso della fede cristiana.

mercoledì 12 maggio 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? JACQUES DUPUIS: IL MIO CASO È ANCORA APERTO
Jacques Dupuis, gesuita, uno dei teologi più famosi al mondo, professore all’Università Gregoriana di Roma, viene sollevato dall’insegnamento: l’ex Sant’Uffizio lo accusa di «gravi errori, ambiguità dottrinali e opinioni pericolose». Scoppia il «caso-Dupuis», che vede la Congregazione per la dottrina della fede, guidata dal cardinal Ratzinger, mettere sotto accusa il teologo sostenitore di una visione positiva della pluralità delle fedi.

mercoledì 19 maggio 2021 / ore 18.00-19.15
VIRTUALE E REALE

Giovanni Grandi è docente di Filosofia morale presso l’Università di Trieste, dopo aver lavorato presso l’Università di Padova fino al 2020. In questo libro ci spiega perché ciò che è virtuale è reale e come questo abbia influenzato la vita dell’uomo già a partire dal Medioevo.

mercoledì 26 maggio 2021 / ore 20.30-21.30
Fanatismo! Quando la religione è senza Dio
Davvero il fanatismo religioso è un «eccesso» di fede? O non piuttosto una mancanza di Dio, (ab)usato invece per una propria «morale» da integralisti di ogni religione? Il pamphlet di Adrien Candiard è illuminante e provocatorio, come gli altri libri di questo giovane domenicano di stanza a Il Cairo, autore, tra l’altro, di Pierre e Mohamed e Comprendere l’islam.

Mag
7
Ven
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mag 7@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Mag
10
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mag 10@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Mag
12
Mer
2021
Incontri di primavera
Mag 12@18:00–22:30
Incontri di primavera @ Complesso San Cristo

Incontri PRIMAVERA 2021
Non solo libri / Teatro dell’anima

Tutti gli eventi saranno trasmessi in  in diretta streaming sul canale You Tube di Missione Oggi

martedì 16 febbraio 2021 / ore 20.30-21.30
BENEDETTA POVERTÀ? PROVOCAZIONI SU CHIESA E DENARO
In queste pagine, ricche di riferimenti biblici e di sapienza umana, Erio Castellucci ci aiuta a distinguere tre povertà: una da scegliere, e si chiama sobrietà; una da combattere, per ottenere equità; e una da riscattare, per raggiungere la fraternità. Anche la Chiesa è chiamata in causa: le sue ricchezze si giustificano solo per la condivisione.

mercoledì 24 febbraio 2021 / ore 18.00-19.30
PRESENTAZIONE DOSSIER DI “MISSIONE OGGI” RIPENSARE IL MONDO DOPO IL COVID-19
a cura di Marino Ruzzenenti e Paolo Boschini
Con questo dossier “Missione Oggi” vuole allontanarsi dal chiacchiericcio, spesso angosciante, dei programmi televisivi e trovare il bandolo della matassa per capire cosa sta succedendo e come attrezzarci, soprattutto per il dopo, per rimodellare la società e far sì che eventi simili si possano prevenire.

mercoledì 3 marzo 2021 / ore 20.30-21.30
LA COSTITUZIONE SPIEGATA AI BAMBINI
PIERO E NILDE ALLA SCOPERTA DEI PRINCIPI FONDAMENTALI
Francesca Parmigiani E Dora Creminati

mercoledì 10 marzo 2021 / ore 18.00-19.30
L’UMANIZZAZIONE DI DIO SAGGIO DI CRISTOLOGIA
Che cosa rappresenta Gesù Cristo per ciascuno di noi? Questo libro cerca di rispondere a questa domanda fondamentale ponendo in rilievo la rivoluzione operata da un «ebreo sconcertante».

mercoledì 17 marzo 2021 / ore 20.30
VARIAZIONE N. 1 SUL TEMA DI MASSIMO RECALCATI “LA NOTTE DEL GETSEMANI”
Due racconti di cronaca più uno diaristico e uno evangelico. A unirli lo stesso tema. Gesù chiede agli apostoli di vegliare con lui e loro invece dormono come Alex, Mohammed, Andrea e lo stesso Gesù quando attende due giorni prima di raggiungere Lazzaro.

giovedì 25 marzo 2021 / ore 20.30
CHARLES DE FOUCAULD FRATELLO UNIVERSALE
Charles de Foucauld (1858-1916) è l’icona della fraternità universale che ci viene consegnata alla fine dell’enciclica Fratelli tutti. Un’immagine potente, che ha esercitato una forte attrazione in seno alla vita religiosa e missionaria del Novecento, contestando il modello di evangelizzazione allora in vigore, troppo sbilanciato – quando non allineato – dalla parte delle politiche colonialiste dell’Occidente.

mercoledì 7 aprile 2021 / ore 18.00-19.00
DA HIROSHIMA A FUKUSHIMA IL GIAPPONE E L’INCUBO NUCLEARE
“Le bombe atomiche sganciate 75 anni fa sono uno spettro che alita anzitutto sulle coscienze dei giapponesi, ma anche dell’intera umanità”. La crisi dei reattori nucleari di Fukushima, ha fatto emergere i limiti delle capacità tecnologiche e pone domande sull’uso dell’energia nucleare.

mercoledì 14 aprile 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? FATE TACERE QUELL’UOMO OVVERO ARNALDO DA BRESCIA
Arnaldo, frate agostiniano e allievo di Pietro Abelardo, fugge a Parigi per essersi pronunciato contro la simonia. Partecipa al Concilio di Sens del 1140, dove si scontra con Bernardo di Chiaravalle che considera “eresia” il rifiuto assoluto – da parte di Arnaldo –, del potere temporale del Papa. Il primo è diventato santo, Arnaldo, invece, viene condannato all’impiccagione, il suo corpo arso al rogo e le sue ceneri sparse nel Tevere. Questo testo viene presentato la prima volta nell’autunno del 1973, per la regia di Massimo Castri e la produzione della Compagnia della Loggetta di Brescia

mercoledì 21 aprile 2021 / ore 18.00-19.00
MONACHESIMO INTERIORIZZATO TEMPO DI CRISI, TEMPO DI RISVEGLIO
Monasteri e conventi si stanno svuotando, e di contro l’esercito di battezzati che fanno yoga e si rivolgono a pratiche di meditazione orientale cresce. La preghiera ripetitiva non attira più, non corrisponde alla sensibilità spirituale di oggi. L’Autrice però di un tempo di crisi come quello attuale ne coglie le sfide, il nuovo… lo ripropone come tempo di risveglio. C’è un nuovo ancora in gestazione che ha bisogno di tempi di maturazione per venire alla luce

mercoledì 28 aprile 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? GIORDANO BRUNO: LA VOSTRA DECISIONE DIPENDE DALLA MIA VOLONTÀ
Nel punire le infrazioni e le irregolarità ben identificabili rispetto all’ortodossia, l’Inquisizione, tenta di annientare il desiderio di conoscenza di quanti non hanno paura di sovvertire un ordine del mondo per cercarne uno più efficace sebbene diverso dal sentire comune. Al frate domenicano che non ha paura di ripensare il mondo, l’universo e Dio, viene riservato prima l’esilio e poi il rogo da parte della Chiesa da lui amata e insieme ingiuriata e stanca delle sue violente requisitorie che mettono a dura prova il credere per consuetudine.

mercoledì 5 maggio 2021 / ore 20.30
DIO? IN FONDO A DESTRA PERCHÉ I POPULISMI SFRUTTANO IL CRISTIANESIMO
In queste pagine Scaramuzzi ci conduce nel cuore della strategia populista: fa i nomi di chi manipola la religione, ricostruisce genealogie intellettuali, svela connessioni ideologiche.ì Salvini in Italia, Trump negli Usa, Putin in Russia, Orbán in Ungheria, Bolsonaro in Brasile, i Le Pen in Francia: l’onda della destra si allarga anche grazie all’abuso della fede cristiana.

mercoledì 12 maggio 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? JACQUES DUPUIS: IL MIO CASO È ANCORA APERTO
Jacques Dupuis, gesuita, uno dei teologi più famosi al mondo, professore all’Università Gregoriana di Roma, viene sollevato dall’insegnamento: l’ex Sant’Uffizio lo accusa di «gravi errori, ambiguità dottrinali e opinioni pericolose». Scoppia il «caso-Dupuis», che vede la Congregazione per la dottrina della fede, guidata dal cardinal Ratzinger, mettere sotto accusa il teologo sostenitore di una visione positiva della pluralità delle fedi.

mercoledì 19 maggio 2021 / ore 18.00-19.15
VIRTUALE E REALE

Giovanni Grandi è docente di Filosofia morale presso l’Università di Trieste, dopo aver lavorato presso l’Università di Padova fino al 2020. In questo libro ci spiega perché ciò che è virtuale è reale e come questo abbia influenzato la vita dell’uomo già a partire dal Medioevo.

mercoledì 26 maggio 2021 / ore 20.30-21.30
Fanatismo! Quando la religione è senza Dio
Davvero il fanatismo religioso è un «eccesso» di fede? O non piuttosto una mancanza di Dio, (ab)usato invece per una propria «morale» da integralisti di ogni religione? Il pamphlet di Adrien Candiard è illuminante e provocatorio, come gli altri libri di questo giovane domenicano di stanza a Il Cairo, autore, tra l’altro, di Pierre e Mohamed e Comprendere l’islam.

Mag
15
Sab
2021
Nutrizione pediatrica
Mag 15@9:00–13:00
Nutrizione pediatrica @ Futura Formazione

CORSO DI NUTRIZIONE PEDIATRICA

Gli adulti hanno il compito di accompagnare il bambino ad acquisire corrette abitudini alimentari.
Una nutrizione adeguata che rispetti i reali fabbisogni del bambino necessaria fin dalla nascita, per garantire un accrescimento fisico e psicologico ottimale e per promuovere e mantenere una condizione di buona salute a lungo, lunghissimo termine.

Le abitudini alimentari si apprendono gradualmente nell’infanzia e tendono a persistere nel tempo, influenzando le scelte e i comportamenti anche da adulti. Acquisire buone abitudini alimentari non è difficile. Buonsenso e moderazione sono i pre-requisiti, validi in nutrizione come in tanti altri ambiti dell’esistenza.

Un metodo semplice per accompagnare i bambini a uno stile di vita sano consiste nel proporre loro bambini una dieta varia che contenga tutti i gruppi alimentari (cereali, verdura, frutta, legumi, latte e latticini, pesce, carne) seguendo delle semplici regole proprie della dieta mediterranea, primo punto che intendo spiegare nel mio corso: si spiegherà la piramide alimentare e naturalmente si evidenzieranno i nutrienti che non devono mancare nella dieta del bambino.

Si porrà attenzione particolare anche sul consumo eccessivo di zuccheri e le implicazioni dello stesso: oltre che presentare le linee guida dell’OMS, saranno anche proposte alcune ricette per la colazione e le merende. Saranno presenti anche dei cenni nei confronti di intolleranze ed allergie: come comportarsi e che cosa sono le cross-reattività.

Infine, si porrà attenzione alle diete speciali nel bambino: non sempre le diete esclusiviste si dimostrano funzionali al mantenimento di un buono stato di salute.

RELATORE: Dott.ssa Anna Mariotti – Biologa Nutrizionista

Data: 15 maggio 2021
Dalle ore: 09:00 – alle ore: 13:00
Costo: 75 euro iva inclusa

Serve prenotare?Sì, necessaria prenotazione precedente
Le modalità di prenotazione: contattando i contatti indicati, iscrizioni ONLINE
iscrizione online: QUI

Destinatari: Genitori, Famiglia

Tipologia di evento: Seminario di formazione e informazione

Metamorfosi Festival | Teatro19
Mag 15@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Mag
16
Dom
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mag 16@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Mag
19
Mer
2021
Incontri di primavera
Mag 19@18:00–22:30
Incontri di primavera @ Complesso San Cristo

Incontri PRIMAVERA 2021
Non solo libri / Teatro dell’anima

Tutti gli eventi saranno trasmessi in  in diretta streaming sul canale You Tube di Missione Oggi

martedì 16 febbraio 2021 / ore 20.30-21.30
BENEDETTA POVERTÀ? PROVOCAZIONI SU CHIESA E DENARO
In queste pagine, ricche di riferimenti biblici e di sapienza umana, Erio Castellucci ci aiuta a distinguere tre povertà: una da scegliere, e si chiama sobrietà; una da combattere, per ottenere equità; e una da riscattare, per raggiungere la fraternità. Anche la Chiesa è chiamata in causa: le sue ricchezze si giustificano solo per la condivisione.

mercoledì 24 febbraio 2021 / ore 18.00-19.30
PRESENTAZIONE DOSSIER DI “MISSIONE OGGI” RIPENSARE IL MONDO DOPO IL COVID-19
a cura di Marino Ruzzenenti e Paolo Boschini
Con questo dossier “Missione Oggi” vuole allontanarsi dal chiacchiericcio, spesso angosciante, dei programmi televisivi e trovare il bandolo della matassa per capire cosa sta succedendo e come attrezzarci, soprattutto per il dopo, per rimodellare la società e far sì che eventi simili si possano prevenire.

mercoledì 3 marzo 2021 / ore 20.30-21.30
LA COSTITUZIONE SPIEGATA AI BAMBINI
PIERO E NILDE ALLA SCOPERTA DEI PRINCIPI FONDAMENTALI
Francesca Parmigiani E Dora Creminati

mercoledì 10 marzo 2021 / ore 18.00-19.30
L’UMANIZZAZIONE DI DIO SAGGIO DI CRISTOLOGIA
Che cosa rappresenta Gesù Cristo per ciascuno di noi? Questo libro cerca di rispondere a questa domanda fondamentale ponendo in rilievo la rivoluzione operata da un «ebreo sconcertante».

mercoledì 17 marzo 2021 / ore 20.30
VARIAZIONE N. 1 SUL TEMA DI MASSIMO RECALCATI “LA NOTTE DEL GETSEMANI”
Due racconti di cronaca più uno diaristico e uno evangelico. A unirli lo stesso tema. Gesù chiede agli apostoli di vegliare con lui e loro invece dormono come Alex, Mohammed, Andrea e lo stesso Gesù quando attende due giorni prima di raggiungere Lazzaro.

giovedì 25 marzo 2021 / ore 20.30
CHARLES DE FOUCAULD FRATELLO UNIVERSALE
Charles de Foucauld (1858-1916) è l’icona della fraternità universale che ci viene consegnata alla fine dell’enciclica Fratelli tutti. Un’immagine potente, che ha esercitato una forte attrazione in seno alla vita religiosa e missionaria del Novecento, contestando il modello di evangelizzazione allora in vigore, troppo sbilanciato – quando non allineato – dalla parte delle politiche colonialiste dell’Occidente.

mercoledì 7 aprile 2021 / ore 18.00-19.00
DA HIROSHIMA A FUKUSHIMA IL GIAPPONE E L’INCUBO NUCLEARE
“Le bombe atomiche sganciate 75 anni fa sono uno spettro che alita anzitutto sulle coscienze dei giapponesi, ma anche dell’intera umanità”. La crisi dei reattori nucleari di Fukushima, ha fatto emergere i limiti delle capacità tecnologiche e pone domande sull’uso dell’energia nucleare.

mercoledì 14 aprile 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? FATE TACERE QUELL’UOMO OVVERO ARNALDO DA BRESCIA
Arnaldo, frate agostiniano e allievo di Pietro Abelardo, fugge a Parigi per essersi pronunciato contro la simonia. Partecipa al Concilio di Sens del 1140, dove si scontra con Bernardo di Chiaravalle che considera “eresia” il rifiuto assoluto – da parte di Arnaldo –, del potere temporale del Papa. Il primo è diventato santo, Arnaldo, invece, viene condannato all’impiccagione, il suo corpo arso al rogo e le sue ceneri sparse nel Tevere. Questo testo viene presentato la prima volta nell’autunno del 1973, per la regia di Massimo Castri e la produzione della Compagnia della Loggetta di Brescia

mercoledì 21 aprile 2021 / ore 18.00-19.00
MONACHESIMO INTERIORIZZATO TEMPO DI CRISI, TEMPO DI RISVEGLIO
Monasteri e conventi si stanno svuotando, e di contro l’esercito di battezzati che fanno yoga e si rivolgono a pratiche di meditazione orientale cresce. La preghiera ripetitiva non attira più, non corrisponde alla sensibilità spirituale di oggi. L’Autrice però di un tempo di crisi come quello attuale ne coglie le sfide, il nuovo… lo ripropone come tempo di risveglio. C’è un nuovo ancora in gestazione che ha bisogno di tempi di maturazione per venire alla luce

mercoledì 28 aprile 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? GIORDANO BRUNO: LA VOSTRA DECISIONE DIPENDE DALLA MIA VOLONTÀ
Nel punire le infrazioni e le irregolarità ben identificabili rispetto all’ortodossia, l’Inquisizione, tenta di annientare il desiderio di conoscenza di quanti non hanno paura di sovvertire un ordine del mondo per cercarne uno più efficace sebbene diverso dal sentire comune. Al frate domenicano che non ha paura di ripensare il mondo, l’universo e Dio, viene riservato prima l’esilio e poi il rogo da parte della Chiesa da lui amata e insieme ingiuriata e stanca delle sue violente requisitorie che mettono a dura prova il credere per consuetudine.

mercoledì 5 maggio 2021 / ore 20.30
DIO? IN FONDO A DESTRA PERCHÉ I POPULISMI SFRUTTANO IL CRISTIANESIMO
In queste pagine Scaramuzzi ci conduce nel cuore della strategia populista: fa i nomi di chi manipola la religione, ricostruisce genealogie intellettuali, svela connessioni ideologiche.ì Salvini in Italia, Trump negli Usa, Putin in Russia, Orbán in Ungheria, Bolsonaro in Brasile, i Le Pen in Francia: l’onda della destra si allarga anche grazie all’abuso della fede cristiana.

mercoledì 12 maggio 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? JACQUES DUPUIS: IL MIO CASO È ANCORA APERTO
Jacques Dupuis, gesuita, uno dei teologi più famosi al mondo, professore all’Università Gregoriana di Roma, viene sollevato dall’insegnamento: l’ex Sant’Uffizio lo accusa di «gravi errori, ambiguità dottrinali e opinioni pericolose». Scoppia il «caso-Dupuis», che vede la Congregazione per la dottrina della fede, guidata dal cardinal Ratzinger, mettere sotto accusa il teologo sostenitore di una visione positiva della pluralità delle fedi.

mercoledì 19 maggio 2021 / ore 18.00-19.15
VIRTUALE E REALE

Giovanni Grandi è docente di Filosofia morale presso l’Università di Trieste, dopo aver lavorato presso l’Università di Padova fino al 2020. In questo libro ci spiega perché ciò che è virtuale è reale e come questo abbia influenzato la vita dell’uomo già a partire dal Medioevo.

mercoledì 26 maggio 2021 / ore 20.30-21.30
Fanatismo! Quando la religione è senza Dio
Davvero il fanatismo religioso è un «eccesso» di fede? O non piuttosto una mancanza di Dio, (ab)usato invece per una propria «morale» da integralisti di ogni religione? Il pamphlet di Adrien Candiard è illuminante e provocatorio, come gli altri libri di questo giovane domenicano di stanza a Il Cairo, autore, tra l’altro, di Pierre e Mohamed e Comprendere l’islam.

Mag
26
Mer
2021
Incontri di primavera
Mag 26@18:00–22:30
Incontri di primavera @ Complesso San Cristo

Incontri PRIMAVERA 2021
Non solo libri / Teatro dell’anima

Tutti gli eventi saranno trasmessi in  in diretta streaming sul canale You Tube di Missione Oggi

martedì 16 febbraio 2021 / ore 20.30-21.30
BENEDETTA POVERTÀ? PROVOCAZIONI SU CHIESA E DENARO
In queste pagine, ricche di riferimenti biblici e di sapienza umana, Erio Castellucci ci aiuta a distinguere tre povertà: una da scegliere, e si chiama sobrietà; una da combattere, per ottenere equità; e una da riscattare, per raggiungere la fraternità. Anche la Chiesa è chiamata in causa: le sue ricchezze si giustificano solo per la condivisione.

mercoledì 24 febbraio 2021 / ore 18.00-19.30
PRESENTAZIONE DOSSIER DI “MISSIONE OGGI” RIPENSARE IL MONDO DOPO IL COVID-19
a cura di Marino Ruzzenenti e Paolo Boschini
Con questo dossier “Missione Oggi” vuole allontanarsi dal chiacchiericcio, spesso angosciante, dei programmi televisivi e trovare il bandolo della matassa per capire cosa sta succedendo e come attrezzarci, soprattutto per il dopo, per rimodellare la società e far sì che eventi simili si possano prevenire.

mercoledì 3 marzo 2021 / ore 20.30-21.30
LA COSTITUZIONE SPIEGATA AI BAMBINI
PIERO E NILDE ALLA SCOPERTA DEI PRINCIPI FONDAMENTALI
Francesca Parmigiani E Dora Creminati

mercoledì 10 marzo 2021 / ore 18.00-19.30
L’UMANIZZAZIONE DI DIO SAGGIO DI CRISTOLOGIA
Che cosa rappresenta Gesù Cristo per ciascuno di noi? Questo libro cerca di rispondere a questa domanda fondamentale ponendo in rilievo la rivoluzione operata da un «ebreo sconcertante».

mercoledì 17 marzo 2021 / ore 20.30
VARIAZIONE N. 1 SUL TEMA DI MASSIMO RECALCATI “LA NOTTE DEL GETSEMANI”
Due racconti di cronaca più uno diaristico e uno evangelico. A unirli lo stesso tema. Gesù chiede agli apostoli di vegliare con lui e loro invece dormono come Alex, Mohammed, Andrea e lo stesso Gesù quando attende due giorni prima di raggiungere Lazzaro.

giovedì 25 marzo 2021 / ore 20.30
CHARLES DE FOUCAULD FRATELLO UNIVERSALE
Charles de Foucauld (1858-1916) è l’icona della fraternità universale che ci viene consegnata alla fine dell’enciclica Fratelli tutti. Un’immagine potente, che ha esercitato una forte attrazione in seno alla vita religiosa e missionaria del Novecento, contestando il modello di evangelizzazione allora in vigore, troppo sbilanciato – quando non allineato – dalla parte delle politiche colonialiste dell’Occidente.

mercoledì 7 aprile 2021 / ore 18.00-19.00
DA HIROSHIMA A FUKUSHIMA IL GIAPPONE E L’INCUBO NUCLEARE
“Le bombe atomiche sganciate 75 anni fa sono uno spettro che alita anzitutto sulle coscienze dei giapponesi, ma anche dell’intera umanità”. La crisi dei reattori nucleari di Fukushima, ha fatto emergere i limiti delle capacità tecnologiche e pone domande sull’uso dell’energia nucleare.

mercoledì 14 aprile 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? FATE TACERE QUELL’UOMO OVVERO ARNALDO DA BRESCIA
Arnaldo, frate agostiniano e allievo di Pietro Abelardo, fugge a Parigi per essersi pronunciato contro la simonia. Partecipa al Concilio di Sens del 1140, dove si scontra con Bernardo di Chiaravalle che considera “eresia” il rifiuto assoluto – da parte di Arnaldo –, del potere temporale del Papa. Il primo è diventato santo, Arnaldo, invece, viene condannato all’impiccagione, il suo corpo arso al rogo e le sue ceneri sparse nel Tevere. Questo testo viene presentato la prima volta nell’autunno del 1973, per la regia di Massimo Castri e la produzione della Compagnia della Loggetta di Brescia

mercoledì 21 aprile 2021 / ore 18.00-19.00
MONACHESIMO INTERIORIZZATO TEMPO DI CRISI, TEMPO DI RISVEGLIO
Monasteri e conventi si stanno svuotando, e di contro l’esercito di battezzati che fanno yoga e si rivolgono a pratiche di meditazione orientale cresce. La preghiera ripetitiva non attira più, non corrisponde alla sensibilità spirituale di oggi. L’Autrice però di un tempo di crisi come quello attuale ne coglie le sfide, il nuovo… lo ripropone come tempo di risveglio. C’è un nuovo ancora in gestazione che ha bisogno di tempi di maturazione per venire alla luce

mercoledì 28 aprile 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? GIORDANO BRUNO: LA VOSTRA DECISIONE DIPENDE DALLA MIA VOLONTÀ
Nel punire le infrazioni e le irregolarità ben identificabili rispetto all’ortodossia, l’Inquisizione, tenta di annientare il desiderio di conoscenza di quanti non hanno paura di sovvertire un ordine del mondo per cercarne uno più efficace sebbene diverso dal sentire comune. Al frate domenicano che non ha paura di ripensare il mondo, l’universo e Dio, viene riservato prima l’esilio e poi il rogo da parte della Chiesa da lui amata e insieme ingiuriata e stanca delle sue violente requisitorie che mettono a dura prova il credere per consuetudine.

mercoledì 5 maggio 2021 / ore 20.30
DIO? IN FONDO A DESTRA PERCHÉ I POPULISMI SFRUTTANO IL CRISTIANESIMO
In queste pagine Scaramuzzi ci conduce nel cuore della strategia populista: fa i nomi di chi manipola la religione, ricostruisce genealogie intellettuali, svela connessioni ideologiche.ì Salvini in Italia, Trump negli Usa, Putin in Russia, Orbán in Ungheria, Bolsonaro in Brasile, i Le Pen in Francia: l’onda della destra si allarga anche grazie all’abuso della fede cristiana.

mercoledì 12 maggio 2021 / ore 20.30
ERETICI O PROFETI? JACQUES DUPUIS: IL MIO CASO È ANCORA APERTO
Jacques Dupuis, gesuita, uno dei teologi più famosi al mondo, professore all’Università Gregoriana di Roma, viene sollevato dall’insegnamento: l’ex Sant’Uffizio lo accusa di «gravi errori, ambiguità dottrinali e opinioni pericolose». Scoppia il «caso-Dupuis», che vede la Congregazione per la dottrina della fede, guidata dal cardinal Ratzinger, mettere sotto accusa il teologo sostenitore di una visione positiva della pluralità delle fedi.

mercoledì 19 maggio 2021 / ore 18.00-19.15
VIRTUALE E REALE

Giovanni Grandi è docente di Filosofia morale presso l’Università di Trieste, dopo aver lavorato presso l’Università di Padova fino al 2020. In questo libro ci spiega perché ciò che è virtuale è reale e come questo abbia influenzato la vita dell’uomo già a partire dal Medioevo.

mercoledì 26 maggio 2021 / ore 20.30-21.30
Fanatismo! Quando la religione è senza Dio
Davvero il fanatismo religioso è un «eccesso» di fede? O non piuttosto una mancanza di Dio, (ab)usato invece per una propria «morale» da integralisti di ogni religione? Il pamphlet di Adrien Candiard è illuminante e provocatorio, come gli altri libri di questo giovane domenicano di stanza a Il Cairo, autore, tra l’altro, di Pierre e Mohamed e Comprendere l’islam.

Mag
29
Sab
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mag 29@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Giu
6
Dom
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Giu 6@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Giu
12
Sab
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Giu 12@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Giu
13
Dom
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Giu 13@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

© 2020 Copyright Bresciabimbi 2020.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987
Pec: bresciabimbi.mail@pec.it
REA: 550087