fbpx

Calendar

Set
27
Dom
2020
Cool Tour
Set 27@2:00–8:00

Nuova edizione di CoolTour, in versione ridotta e dedicata alle ripartenze!

Un solo weekend – 3 appuntamenti pensati per incontrare tutti i gusti
Un pomeriggio di passeggiate e visite guidate nella splendida cornice della Franciacorta insieme ad associazione Oltre lo Sguardo per imparare a scattare fotografie d’effetto semplicemente usando lo smartphone , in collaborazione con Comune di Erbusco.
Una serata di musica e letture insieme a Beatrice Faedi e Alessandro Adami in una location molto suggestiva ai piedi del Monte Orfano e, infine, una caccia al tesoro interattiva per adulti e ragazzi nel Comune di Cologne

Un mini festival concentrato e scoppiettante come un fuoco d’artificio, per celebrare i nostri dieci anni di attività e per colorare il vostro weekend di fine settembre, in sicurezza

Programma:

Sabato 26 settembre

>QUATTRO SCATTI IN FRANCIACORTA – visita guidata e consigli fotografici
Partenze scaglionate in gruppi dalle ore 14.00 alle ore 17.00
ERBUSCO, PIAZZALE DI VILLA LECHI – Via G.Verdi, 3 –

VILLA LECHI Mini tour con visita guidata in Erbusco per scoprire e riscoprire il suo territorio, ammirandone gli scorci più suggestivi e gli edifici più significativi.
In collaborazione con l’associazione fotografica “Oltre lo sguardo” vi verranno dati suggerimenti e spunti interessanti per realizzare scatti originali e d’effetto con lo strumento che abbiamo sempre in tasca: lo smartphone.
L’itinerario si articola tra il piazzale di Villa Lechi, Villa Cavalleri e la Pieve di S. Maria Maggiore. A conclusione del tour si terrà una mostra delle fotografie scattate dai partecipanti durante il percorso. Le stampe saranno a carico dell’organizzazione.

In collaborazione con l’associazione fotografica “Oltre lo sguardo” verranno dati suggerimenti e spunti interessanti per realizzare scatti originali e d’effetto con lo strumento che abbiamo sempre in tasca: lo smartphone.

Visite della durata di un’ora con prenotazione e pagamento anticipato obbligatori.
Costo della visita: 5 euro a persona.
In caso di pioggia evento rimandato a sabato 3 ottobre

>”CHE FOSSE IL PASSAGGIO D’ENEA?”
ore 18.30 PARCO GNECCHI, COLOGNE – Via Fratelli Facchetti, 10
Lettura in musica che, tra suggestioni e spunti di riflessione, indaga il tema del partire, del fermarsi e del ripartire.
Storie di chi non ha mai smesso di andare, di chi ricomincia ogni giorno, affidate a grandi pagine della letteratura e della canzone d’autore, accompagneranno il pubblico in un viaggio, auspicio per un nuovo inizio.
Sono molte le parole che possono raccontare i mesi nomali vissuti quest’anno, un tempo sospeso fatto di distanze, solitudini, intimità, timore, dolore.
Con Beatrice Faedi (attrice) e Alessandro Adami (musicista)

Evento gratuito a prenotazione obbligatoria.
Numero di posti limitato.
In caso di pioggia evento rimandato a sabato 3 ottobre

Domenica 27 settembre

>COLOGNE CODE HUNTING GAMES
Ore 15.00 Cologne, Parco Gnecchi, via fratelli Facchetti
Caccia la tesoro interattiva.
Il gioco sarà condotto interamente da un Robot che sottoporrà dei quesiti di Coding.
In caso di pioggia l’evento sarà rimandato a domenica 4 ottobre

Scopri di più sulla CACCIA al TESORO INTERATTIVA

Prenotazione obbligatoria.

cool-tour-programma-liberi-libri

Set
28
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Set 28@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Set 28@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Set
29
Mar
2020
Aprirsi alla fede e alla prosperità
Set 29@20:30–22:30
Aprirsi alla fede e alla prosperità @ Gussago | Gussago | Lombardia | Italia

Valeria Ferini, Angel Life Coach ci parlerà di

APRIRSI ALLA FEDE E ALLA PROSPERITA’ INSIEME A MIKAEL

In questo giorno speciale in cui celebriamo San Michele Arcangelo, cogliamo l’opportunità di contattare e rafforzare all’interno di noi la virtù del Coraggio, la Forza dell’Amore foriera di aperture e cambiamenti positivi nelle nostre vite.
Stiamo vivendo tempi complessi, e mai come ora l’Arcangelo Michele è al nostro fianco per accompagnarci a realizzare lo scopo dell’ Anima, per facilitare il processo di Risveglio della Coscienza, per farci riscoprire la Guida Interiore.
Nonostante l’incertezza e i continui cambiamenti caotici, siamo chiamati a rafforzare la nostra Fede: nell’ Universo, nell’ Anima Connessa al Divino, capace di co-creare il Nuovo Mondo.
Parleremo del nostro rapporto con la Fede e con la Prosperità, di quanto ci permettiamo di aprirci a nuove strade e nuove possibilità in cui possiamo realizzare i nostri sogni.
Per permettere un cambiamento concreto, siamo chiamati a rafforzare la nostra fiducia in noi stessi e nel Progetto Divino che la nostra Anima ha scelto.

Tramite auto indagine, esercizi, insegnamenti, avremo la possibilità di osservare dal punto di vista dello Spirito il nostro rapporto con la materia e con la concretizzazione dei progetti del Cuore.
Non vi è separazione, in realtà, tra Cielo e Terra!
A fine serata l’ Arcangelo Michele ci condurrà in una meditazione guidata per rafforzare la nostra fiducia e centrarci nel processo di scoperta e apertura di “Nuove Vie della Terra”

La serata prevede un numero massimo di 15 partecipanti

Data: Martedi 29 settembre 2020
Dalle ore: 20,30 – alle ore: 22,30

Gratuito? No, è a pagamento
Costo: il tesseramento costa 11 euro

Serve prenotare?Sì, necessaria prenotazione precedente
Le modalità di prenotazione: contattando i contatti indicati

Set
30
Mer
2020
Festival del Rinascimento culturale
Set 30@21:00–23:00

Torna in Franciacorta il festival Rinascimento Culturale con la VII edizione

10 appuntamenti: 7 in presenza nei Comuni della Franciacorta e 3 in remoto

16 settembre / Umberto Galimberti – Indagine sull’anima: tra ragione e follia, tra spirito e materia / Palazzo Caprioli Gussago
22 settembre / Igiaba Scego – Storie migranti / YouTube
25 settembre / Gabriele Ghisellini – Astrofisica per curiosi: Breve storia dell’universo / Teatro Micheletti a Travagliato
30 settembre / Riccardo Rao – L’Italia dei Comuni: ricorrenza 800 anni fondazione del Comune di Castrezzato /YouTube

02 ottobre / Marco Aime – Perché la Comunità non è più il nostro orizzonte sociale e psicologico / Teatro Oratorio Parrocchiale di Cologne
05 ottobre / Alessandro Barbero – Il Sogno nella letteratura medievale / Cascina Carretto a Erbusco
13 ottobre / Luigi Zoja – Età dell’incertezza. Tra contagio virale e contagio paranoico / YouTube
16 ottobre / Guido Barbujani – 6 milioni di anni di migrazioni umane / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
22 ottobre / Mauro Bonazzi – Alla ricerca della verità: I sofisti tra fatti e parole / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
23 ottobre / Telmo Pievani – I virus non vengono dal nulla. Ecologia ed evoluzione delle pandemie / Istituto Madonna della Neve a Adro

Un’edizione in totale sicurezza, rispettando i protocolli vigenti, con la registrazione obbligatoria a ogni evento tramite la piattaforma Eventbrite, sul nostro sito rinascimentoculturale.it fino a esaurimento posti.

N.B.: Agli eventi in presenza è obbligatorio presentarsi muniti di autocertificazione compilata in tutti i campi (una per i maggiorenni e una per i minorenni), pena l’esclusione dall’ingresso.
Si comunica che gli organizzatori non potranno fornire il modulo prima dell’inizio della serata per evitare assembramenti.

 

Festival-Rinascimento-culturale-edizione-2020-programma

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Set 30@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
1
Gio
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 1@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
2
Ven
2020
Festival del Rinascimento culturale
Ott 2@21:00–23:00

Torna in Franciacorta il festival Rinascimento Culturale con la VII edizione

10 appuntamenti: 7 in presenza nei Comuni della Franciacorta e 3 in remoto

16 settembre / Umberto Galimberti – Indagine sull’anima: tra ragione e follia, tra spirito e materia / Palazzo Caprioli Gussago
22 settembre / Igiaba Scego – Storie migranti / YouTube
25 settembre / Gabriele Ghisellini – Astrofisica per curiosi: Breve storia dell’universo / Teatro Micheletti a Travagliato
30 settembre / Riccardo Rao – L’Italia dei Comuni: ricorrenza 800 anni fondazione del Comune di Castrezzato /YouTube

02 ottobre / Marco Aime – Perché la Comunità non è più il nostro orizzonte sociale e psicologico / Teatro Oratorio Parrocchiale di Cologne
05 ottobre / Alessandro Barbero – Il Sogno nella letteratura medievale / Cascina Carretto a Erbusco
13 ottobre / Luigi Zoja – Età dell’incertezza. Tra contagio virale e contagio paranoico / YouTube
16 ottobre / Guido Barbujani – 6 milioni di anni di migrazioni umane / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
22 ottobre / Mauro Bonazzi – Alla ricerca della verità: I sofisti tra fatti e parole / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
23 ottobre / Telmo Pievani – I virus non vengono dal nulla. Ecologia ed evoluzione delle pandemie / Istituto Madonna della Neve a Adro

Un’edizione in totale sicurezza, rispettando i protocolli vigenti, con la registrazione obbligatoria a ogni evento tramite la piattaforma Eventbrite, sul nostro sito rinascimentoculturale.it fino a esaurimento posti.

N.B.: Agli eventi in presenza è obbligatorio presentarsi muniti di autocertificazione compilata in tutti i campi (una per i maggiorenni e una per i minorenni), pena l’esclusione dall’ingresso.
Si comunica che gli organizzatori non potranno fornire il modulo prima dell’inizio della serata per evitare assembramenti.

 

Festival-Rinascimento-culturale-edizione-2020-programma

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 2@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
5
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Ott 5@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Festival del Rinascimento culturale
Ott 5@21:00–23:00

Torna in Franciacorta il festival Rinascimento Culturale con la VII edizione

10 appuntamenti: 7 in presenza nei Comuni della Franciacorta e 3 in remoto

16 settembre / Umberto Galimberti – Indagine sull’anima: tra ragione e follia, tra spirito e materia / Palazzo Caprioli Gussago
22 settembre / Igiaba Scego – Storie migranti / YouTube
25 settembre / Gabriele Ghisellini – Astrofisica per curiosi: Breve storia dell’universo / Teatro Micheletti a Travagliato
30 settembre / Riccardo Rao – L’Italia dei Comuni: ricorrenza 800 anni fondazione del Comune di Castrezzato /YouTube

02 ottobre / Marco Aime – Perché la Comunità non è più il nostro orizzonte sociale e psicologico / Teatro Oratorio Parrocchiale di Cologne
05 ottobre / Alessandro Barbero – Il Sogno nella letteratura medievale / Cascina Carretto a Erbusco
13 ottobre / Luigi Zoja – Età dell’incertezza. Tra contagio virale e contagio paranoico / YouTube
16 ottobre / Guido Barbujani – 6 milioni di anni di migrazioni umane / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
22 ottobre / Mauro Bonazzi – Alla ricerca della verità: I sofisti tra fatti e parole / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
23 ottobre / Telmo Pievani – I virus non vengono dal nulla. Ecologia ed evoluzione delle pandemie / Istituto Madonna della Neve a Adro

Un’edizione in totale sicurezza, rispettando i protocolli vigenti, con la registrazione obbligatoria a ogni evento tramite la piattaforma Eventbrite, sul nostro sito rinascimentoculturale.it fino a esaurimento posti.

N.B.: Agli eventi in presenza è obbligatorio presentarsi muniti di autocertificazione compilata in tutti i campi (una per i maggiorenni e una per i minorenni), pena l’esclusione dall’ingresso.
Si comunica che gli organizzatori non potranno fornire il modulo prima dell’inizio della serata per evitare assembramenti.

 

Festival-Rinascimento-culturale-edizione-2020-programma

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 5@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
8
Gio
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 8@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
9
Ven
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 9@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
12
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Ott 12@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 12@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
13
Mar
2020
Festival del Rinascimento culturale
Ott 13@21:00–23:00

Torna in Franciacorta il festival Rinascimento Culturale con la VII edizione

10 appuntamenti: 7 in presenza nei Comuni della Franciacorta e 3 in remoto

16 settembre / Umberto Galimberti – Indagine sull’anima: tra ragione e follia, tra spirito e materia / Palazzo Caprioli Gussago
22 settembre / Igiaba Scego – Storie migranti / YouTube
25 settembre / Gabriele Ghisellini – Astrofisica per curiosi: Breve storia dell’universo / Teatro Micheletti a Travagliato
30 settembre / Riccardo Rao – L’Italia dei Comuni: ricorrenza 800 anni fondazione del Comune di Castrezzato /YouTube

02 ottobre / Marco Aime – Perché la Comunità non è più il nostro orizzonte sociale e psicologico / Teatro Oratorio Parrocchiale di Cologne
05 ottobre / Alessandro Barbero – Il Sogno nella letteratura medievale / Cascina Carretto a Erbusco
13 ottobre / Luigi Zoja – Età dell’incertezza. Tra contagio virale e contagio paranoico / YouTube
16 ottobre / Guido Barbujani – 6 milioni di anni di migrazioni umane / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
22 ottobre / Mauro Bonazzi – Alla ricerca della verità: I sofisti tra fatti e parole / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
23 ottobre / Telmo Pievani – I virus non vengono dal nulla. Ecologia ed evoluzione delle pandemie / Istituto Madonna della Neve a Adro

Un’edizione in totale sicurezza, rispettando i protocolli vigenti, con la registrazione obbligatoria a ogni evento tramite la piattaforma Eventbrite, sul nostro sito rinascimentoculturale.it fino a esaurimento posti.

N.B.: Agli eventi in presenza è obbligatorio presentarsi muniti di autocertificazione compilata in tutti i campi (una per i maggiorenni e una per i minorenni), pena l’esclusione dall’ingresso.
Si comunica che gli organizzatori non potranno fornire il modulo prima dell’inizio della serata per evitare assembramenti.

 

Festival-Rinascimento-culturale-edizione-2020-programma

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 13@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
14
Mer
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 14@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
15
Gio
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 15@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
16
Ven
2020
Festival del Rinascimento culturale
Ott 16@21:00–23:00

Torna in Franciacorta il festival Rinascimento Culturale con la VII edizione

10 appuntamenti: 7 in presenza nei Comuni della Franciacorta e 3 in remoto

16 settembre / Umberto Galimberti – Indagine sull’anima: tra ragione e follia, tra spirito e materia / Palazzo Caprioli Gussago
22 settembre / Igiaba Scego – Storie migranti / YouTube
25 settembre / Gabriele Ghisellini – Astrofisica per curiosi: Breve storia dell’universo / Teatro Micheletti a Travagliato
30 settembre / Riccardo Rao – L’Italia dei Comuni: ricorrenza 800 anni fondazione del Comune di Castrezzato /YouTube

02 ottobre / Marco Aime – Perché la Comunità non è più il nostro orizzonte sociale e psicologico / Teatro Oratorio Parrocchiale di Cologne
05 ottobre / Alessandro Barbero – Il Sogno nella letteratura medievale / Cascina Carretto a Erbusco
13 ottobre / Luigi Zoja – Età dell’incertezza. Tra contagio virale e contagio paranoico / YouTube
16 ottobre / Guido Barbujani – 6 milioni di anni di migrazioni umane / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
22 ottobre / Mauro Bonazzi – Alla ricerca della verità: I sofisti tra fatti e parole / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
23 ottobre / Telmo Pievani – I virus non vengono dal nulla. Ecologia ed evoluzione delle pandemie / Istituto Madonna della Neve a Adro

Un’edizione in totale sicurezza, rispettando i protocolli vigenti, con la registrazione obbligatoria a ogni evento tramite la piattaforma Eventbrite, sul nostro sito rinascimentoculturale.it fino a esaurimento posti.

N.B.: Agli eventi in presenza è obbligatorio presentarsi muniti di autocertificazione compilata in tutti i campi (una per i maggiorenni e una per i minorenni), pena l’esclusione dall’ingresso.
Si comunica che gli organizzatori non potranno fornire il modulo prima dell’inizio della serata per evitare assembramenti.

 

Festival-Rinascimento-culturale-edizione-2020-programma

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 16@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
18
Dom
2020
Cinque campanili
Ott 18@7:30–13:00

Cinque campanili
Manifestazione ludico motoria a passo libero.Camminata attraversando cinque comuni con:

Percorso Km 6 pianeggiante, anche per persone con disabilità

Km 14 e Km 21 pianeggiante collinare

Terminata la manifestazione, possibilità di fare un’escursione a Iseo (lago d’Iseo)

Il comune di Iseo, sul lago omonimo, dista dal luogo della manifestazione circa 15 km. Un’occasione per andarci e trascorrere il resto della giornata circumnavigando in battello le isole di Loreto, Monte Isola, San Pietro.

RITROVO: Ore 07,30 Cantina Cooperativa Vitivinicola Cellatica Gussago Via Caporalino 23/25 Cellatica (Brescia)
PARTENZA: Ore 08,30 con possibilità di partire entro le ore 09,00
PERCORSI:
Km 06 Pianeggiante,
Km 14 e 21 Pianeggiante, Collinare

Il percorso rimarrà aperto e presidiato dal personale predisposto dall’Organizzazione dalle ore 08,30 alle 15,00.
Lungo i percorsi saranno istituiti posti di controllo, con obbligo del partecipante a chiedere la vidimazione

 

I prossimi appuntamenti FIASP

3-Marce-fiasp-brescia-2020

Ott
19
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Ott 19@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Lo specchio di Ossidiana
Ott 19@20:00–22:00
Lo specchio di Ossidiana @ Gussago | Gussago | Lombardia | Italia

Una serata in compagnia dello specchio di ossidiana… un talismano celebre e famoso utilizzato dai popoli Sud Americani.. in un atmosfera calda e protetta ci guarderemo nei riflessi dell ossidiana e sarà l’occasione per uno sguardo profondo sul “sé” ci permetterà di esplicitare idee e pregiudizi su di voi, che magari non vi appartengono, di scoprire quanto il vostro ideale del “sé” si discosti da quello reale, lo specchio è il mezzo con cui si ampliano le percezioni, così da entrare coscientemente nei mondi sottili.. Possono apparire anche altri volti, così che vediamo chi siamo stati in vite precedenti; possiamo risanare i problemi delle altre vite che sono causa dei problemi attuali.

La meditazione sarà accompagnata dal magico aiuto del tamburo sciamanico.. dalle campane di cristallo e altri strumenti sonori legati alla natura

Guardarsi allo specchio di ossidiana può essere l’occasione per uno sguardo profondo sul “sé” e può permettervi di esplicitare idee e pregiudizi su di voi, che magari non vi appartengono, di scoprire quanto il vostro ideale del “sé” si discosti da quello reale, spesso si rivelano diverse parti in gioco, in un’unica immagine riflessa.

FEDERICO CELLA
Appassionato di gemme, rocce e cristalli, da quando era bambino..si occupa della ricerca e del ritrovamento di minerali, della loro diffusione e utilizzo e della comprensione delle loro proprietà terapeutiche per il raggiungimento del ben-essere di anima, corpo, mente e spirito

Data: LUNEDÌ 19 OTTOBRE 2020
Dalle ore: 20 – alle ore: 22,00

Gratuito? No, è a pagamento
Costo: il tesseramento costa 11 euro

Serve prenotare?Sì, necessaria prenotazione precedente

La serata prevede un numero massimo di 15 partecipanti

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 19@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
20
Mar
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 20@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
21
Mer
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 21@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
22
Gio
2020
Festival del Rinascimento culturale
Ott 22@21:00–23:00

Torna in Franciacorta il festival Rinascimento Culturale con la VII edizione

10 appuntamenti: 7 in presenza nei Comuni della Franciacorta e 3 in remoto

16 settembre / Umberto Galimberti – Indagine sull’anima: tra ragione e follia, tra spirito e materia / Palazzo Caprioli Gussago
22 settembre / Igiaba Scego – Storie migranti / YouTube
25 settembre / Gabriele Ghisellini – Astrofisica per curiosi: Breve storia dell’universo / Teatro Micheletti a Travagliato
30 settembre / Riccardo Rao – L’Italia dei Comuni: ricorrenza 800 anni fondazione del Comune di Castrezzato /YouTube

02 ottobre / Marco Aime – Perché la Comunità non è più il nostro orizzonte sociale e psicologico / Teatro Oratorio Parrocchiale di Cologne
05 ottobre / Alessandro Barbero – Il Sogno nella letteratura medievale / Cascina Carretto a Erbusco
13 ottobre / Luigi Zoja – Età dell’incertezza. Tra contagio virale e contagio paranoico / YouTube
16 ottobre / Guido Barbujani – 6 milioni di anni di migrazioni umane / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
22 ottobre / Mauro Bonazzi – Alla ricerca della verità: I sofisti tra fatti e parole / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
23 ottobre / Telmo Pievani – I virus non vengono dal nulla. Ecologia ed evoluzione delle pandemie / Istituto Madonna della Neve a Adro

Un’edizione in totale sicurezza, rispettando i protocolli vigenti, con la registrazione obbligatoria a ogni evento tramite la piattaforma Eventbrite, sul nostro sito rinascimentoculturale.it fino a esaurimento posti.

N.B.: Agli eventi in presenza è obbligatorio presentarsi muniti di autocertificazione compilata in tutti i campi (una per i maggiorenni e una per i minorenni), pena l’esclusione dall’ingresso.
Si comunica che gli organizzatori non potranno fornire il modulo prima dell’inizio della serata per evitare assembramenti.

 

Festival-Rinascimento-culturale-edizione-2020-programma

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 22@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
23
Ven
2020
Festival del Rinascimento culturale
Ott 23@21:00–23:00

Torna in Franciacorta il festival Rinascimento Culturale con la VII edizione

10 appuntamenti: 7 in presenza nei Comuni della Franciacorta e 3 in remoto

16 settembre / Umberto Galimberti – Indagine sull’anima: tra ragione e follia, tra spirito e materia / Palazzo Caprioli Gussago
22 settembre / Igiaba Scego – Storie migranti / YouTube
25 settembre / Gabriele Ghisellini – Astrofisica per curiosi: Breve storia dell’universo / Teatro Micheletti a Travagliato
30 settembre / Riccardo Rao – L’Italia dei Comuni: ricorrenza 800 anni fondazione del Comune di Castrezzato /YouTube

02 ottobre / Marco Aime – Perché la Comunità non è più il nostro orizzonte sociale e psicologico / Teatro Oratorio Parrocchiale di Cologne
05 ottobre / Alessandro Barbero – Il Sogno nella letteratura medievale / Cascina Carretto a Erbusco
13 ottobre / Luigi Zoja – Età dell’incertezza. Tra contagio virale e contagio paranoico / YouTube
16 ottobre / Guido Barbujani – 6 milioni di anni di migrazioni umane / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
22 ottobre / Mauro Bonazzi – Alla ricerca della verità: I sofisti tra fatti e parole / Casa della Musica a Palazzolo s/Oglio
23 ottobre / Telmo Pievani – I virus non vengono dal nulla. Ecologia ed evoluzione delle pandemie / Istituto Madonna della Neve a Adro

Un’edizione in totale sicurezza, rispettando i protocolli vigenti, con la registrazione obbligatoria a ogni evento tramite la piattaforma Eventbrite, sul nostro sito rinascimentoculturale.it fino a esaurimento posti.

N.B.: Agli eventi in presenza è obbligatorio presentarsi muniti di autocertificazione compilata in tutti i campi (una per i maggiorenni e una per i minorenni), pena l’esclusione dall’ingresso.
Si comunica che gli organizzatori non potranno fornire il modulo prima dell’inizio della serata per evitare assembramenti.

 

Festival-Rinascimento-culturale-edizione-2020-programma

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 23@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
25
Dom
2020
Brividi al castello di Paderno
Ott 25@14:00–18:00
Brividi al castello di Paderno @ Castello di Paderno Franciacorta | Paderno Franciacorta | Lombardia | Italia

Visita animata per bambini dell’infanzia e della primaria al Castello Olofredi con personaggi da brivido tra fantasmi e suoni e misteri da svelare.

Un genitore ammesso come accompagnatore per ogni bambino. Proposta pensata per bambini della scuola dell’infanzia e primaria.

Gruppi da 20 bambini per volta
Inizio nuovo turno ogni 30 minuti per un totale di 8 turni

Gruppi infanzia:

  • ore 14.00
  • ore 14.30
  • ore 15.00
  • ore 15.30

Gruppi primaria:

  • ore 16.00
  • ore 16.30
  • ore 17.00
  • ore 17.30

⇒Importante: presentarsi muniti di una torcia elettrica e di una mela!

Ott
26
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Ott 26@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 26@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
27
Mar
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 27@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
28
Mer
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 28@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
29
Gio
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 29@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
30
Ven
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 30@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Nov
2
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Nov 2@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Nov
9
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Nov 9@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Nov
16
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Nov 16@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Nov
23
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Nov 23@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Nov
30
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Nov 30@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Dic
7
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Dic 7@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Dic
14
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Dic 14@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Dic
21
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Dic 21@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

Dic
28
Lun
2020
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani
Dic 28@14:30–16:00
Laboratori di manualità…libera la tua fantasia! con Giocodimani @ Millepetali

Mondo creativo a misura di bambino

Speciali pomeriggi dedicati alle creatività dove è possibile trovare e sperimentare gioco-laboratori di conoscenza e approfondimento tecniche di manualità creativa all’insegna della libera interpretazione, fantariciclo, conoscenza approfondimento e mescolanza tecniche

I pomeriggi di gioco-laboratori sono adatta a bambini a partire dai 5 anni compiuti.

 

© 2020 Copyright Bresciabimbi 2020.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987
Pec: bresciabimbi.mail@pec.it
REA: 550087