fbpx

Calendar

Feb
26
Ven
2021
Teatro per famiglie in live streaming con Filodirame
Feb 26@17:00–22:00

Questo periodo di pandemia non ferma il Teatro, non ferma Filodirame.
Ritorna la STAGIONE ONLINE rigorosamente in LIVE-STREAMING, ma non aspettatevi di restare comodi sul divano!
Da casa sarà possibile interagire con lo spettacolo e aiutare, ciascuno in maniera originale e creativa, a vivere uno spettacolo irripetibile…
Insomma che le sorprese non mancheranno!
Preparatevi dunque a divertirvi come non avete mai fatto da casa, proprio come se fossimo in teatro, ma con una marcia in più!

Di folli, di William e d’altre sciocchezze
VEN 26 Febbraio 21:00

E’ troppo tardi quando Mercuzio e Valentino, giullari di professione, si accorgono di aver studiato due testi differenti. Una sola ora li divide dalla messa in scena di fronte al Duca… Una corsa contro il tempo con canovacci ispirati ad alcune delle più famose opere shakespeariane: tra goliardiche risate ed imbarazzanti equivoci ce la faranno i due Folli Giullari nella loro impresa?
COMMEDIA DELL’ARTE per TUTTI

Gioppino e la principessa stregata
DOM 28 Febbraio 17:00

Al castello di re Gustavo fervono i preparativi per le imminenti nozze tra Arlecchino e la Principessa Maristella; tutto sembra proceda bene. Purtroppo però la strega Maccherona vuole impossessarsi del regno e così decide di far cadere sulla povera Principessa un tremendo maleficio.
A re Gustavo e ad Arlecchino, disperati, non resta che affidarsi all’intervento del coraggioso ed intrepido Gioppino.
Con l’aiuto dei bambini e del suo immancabile bastone, Gioppino costringerà la strega a sciogliere il maleficio, riportando così serenità ed allegria al castello. La storia si concluderà con il classico ballo dei protagonisti che potranno finalmente festeggiare le nozze tra Arlecchino e la Principessa.

Spettacolo di Burattini di legno animati in baracca tradizionale per bambini e famiglie

Prenota il tuo posto QUI

pre-iStoric Selfie
DOM 28 Marzo 17:00

Camillo è un bambino nativo-digitale come tanti, che vive la sua vita in costante simbiosi con la tecnologia. Grazie all’aiuto di iSgnap, il suo fido tablet, compagno inseparabile di avventure, incontra Bu e Ba, due uomini primitivi in carne ed ossa. Magia o tecnologia? Nel tentativo di riportare a casa i primitivi, fra mille divertenti peripezie nascerà un’amicizia che renderà l’incontro indimenticabile e motivo di crescita per Camillo. Due mondi tanto differenti si scontrano alla ricerca di ciò che è sostanziale per la felicità dell’uomo.
TEATRO PER FAMIGLIE

Guarda subito il trailer QUI 

Tipo di spettacolo: Teatro d’attore con danza acrobatica, elementi di tecnologia e coinvolgimento attivo del pubblico.

Costo per connessione: €20,00

Prenota il tuo posto QUI

I musicanti di Brema
DOM 18 Aprile 17:00

Rappresentata tramite Teatro d’Attore, Narrazione ed Effetti Sonori dal vivo, la storia prende vita coinvolgendo fortemente sia i bambini che il pubblico presente, poiché chiamati a partecipare direttamente agli effetti sonori proposti dagli attori. Anche ONLINE!
TEATRO PER FAMIGLIE

Prenota il tuo posto QUI

⇒Tutte le proposte sono adatte a famiglie e bambini dai 5 anni

Scopri l’abbonamento

 

spettacolo teatro online per famiglie musicati di brema filodirame

Feb
27
Sab
2021
Laboratori creativi nell’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina
Feb 27@16:00–17:00
Laboratori creativi nell'angolo degli spaciughi di  Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i sabato pomeriggio la Fata Smemorina appuntamento con i laboratori creativi dell’angolo degli spaciughi

L’angolo degli spaciughi è il momento in cui dare sfogo alla creatività e alla fantasia!

Armati di carta, pennarelli, colla, forbici, cartoncini,…. e gli immancabili ponpon daremo vita insieme agli oggetti fantasticosi!

Pota, altrimenti che spaciughi sono??

L’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina è in onda tutti i sabato pomeriggio alle ore 16.00

Segui l’angolo degli spaciughi sul canale Youtube!

 

Le altre iniziative di Fata Smemorina…

Scopri anche la Fiaba della Buonanotte di Fata Smemorina!

Magicamente insieme – Magic Show
Feb 27@21:30–22:30
Magicamente insieme - Magic Show @ Online - Facebbook | Nave | Lombardia | Italia

Sabato sera: Magic show 

Magicamente insieme con CHIARLYDAVID

con grande magia comica, imitazioni, magia e sculture di palloncini per tutti!

Evento gratuito in diretta dalla pagina Facebook del Mago Chiarly, il mago del Sorriso.

Serata dedicata alla magia magia con fuoco e con animali

Feb
28
Dom
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Feb 28@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Teatro Onlife con Fondazione Aida
Feb 28@11:30–18:00

Proseguono gli appuntamenti domenicali di Teatro Onlife con nuovi spettacoli dedicati al mondo dei bambini.

Le date in programma di Teatro Onlife

dal 27 al 31 gennaio

Il segreto degli invincibili
Da 11 anni.
Per commemorare il Giorno della Memoria 2021 Fondazione Aida presenterà gratuitamente in streaming ecco uno spettacolo che affronta il tema delle discriminazioni razziali nel mondo dello sport attraverso la storia, unica, di Ernő Erbstein, calciatore prima e allenatore poi, che ha saputo creare il mito di una delle squadre di calcio che ogni italiano ha nel cuore: il Grande Torino.
Il calcio è quindi il pretesto per raccontare quegli anni tetri, così da restituire al pubblico un affresco dell’Italia stretta nella morsa del fascismo.
Registrati all’evento da QUI

31 gennaio

On, Off e il mistero della torta scomparsa.
La prima di una serie di avventure che avranno come protagonisti On e Off, due folletti.
Dedicato ai bambini dai 4 anni in su e le proprie famiglie, lo spettacolo racconta l’avventura di due simpatici Folletti, che per salvarsi dalla DAF, la disinfestazione anti folletti, si improvvisano detective.
Tutto ha inizio quando a casa dei signori Rossi, sparisce la torta dal frigorifero e i due Folletti che vivono da sempre in quella casa, senza però essere mai stati visti dai Signori Rossi, vengono accusati del furto, rischiando quindi la DAF.
Per salvarsi da questo grande problema decidono di improvvisarsi detective e trovare il vero colpevole del furto. Iniziano così le avventure di questi particolari folletti, con un finale magico tutto da scoprire!
Riusciranno a trovare il ladro di torte e salvarsi?

Lo spettacolo si terrà sempre sulla piattaforma Zoom in questi orari ore 11.30, 17.00, 18.00.

Acquista QUI il tuo biglietto

14 febbraio

Il diavolo Fortunato
Una storia liberamente tratta da “Il diavolo dai tre capelli d’oro” dei Fratelli Grimm, che verrà raccontata da Alice Canovi e Annachiara Zanoli
Spettacolo online sempre dedicato ai bambini dai 4 anni in su e le proprie famiglie.
Per festeggiare il Carnevale Fondazione Aida mette in scena una storia animata da avidi re, sfortunati marinai, il diavolo e un bambino che ha come super potere la fortuna.
Le attrici Annachiara Zanoli e Alice Canovi per portare Fortunato dal diavolo, dovranno munirsi di diversi costumi, tanto coraggio e la fantasia di tutti i bambini.

Lo spettacolo sempre sulla piattaforma Zoom ed è programmato alle ore 11.30, 16.00, 17.00 e 18.00.

Acquista QUI il tuo biglietto

21 febbraio

Il re che aveva paura del buio.
Un breve ma intenso evento dedicato a questa paura. Una paura che affrontano sia grandi che piccini, e che può imbarazzare soprattutto nella crescita personale e sociale.
Il re che aveva paura del buio è una favola originale, scritta e interpretata da Mariangela Diana, premio Hystrio alla vocazione 2019.

Dal 24 febbraio

La magia in un filo
Breve laboratorio teatrale per imparare attraverso la storia di un gomito l’importanza delle connessioni e relazioni per ragazzi dai 7 a 10 anni.

Cinque brevi incontri per bambini condotti da Alice Canovi, attrice e musicista veronese.
Alice sarà capace attraverso la storia di un gomitolo di far apprezzare ai bambini l’importanza delle relazioni.

Si servirà degli strumenti come i gesti e il suono della voce per creare uno spartito collettivo e far capire l’importanza della connessione tra esseri umani.
Attraverso dei giochi, Alice guiderà i bambini dove saranno loro stessi gli autori.

Il mercoledì pomeriggio, cinque incontri di un’ora ciascuno su Meet coordinati da Alice Canovi dal 24 febbraio 2021 dalle ore 17.00 alle 18.00.
Costo di partecipazione: 60 euro

28 febbraio

teatro Onlife fondazione Aida
B&B (Biancaneve e La Bella Addormentata nel Bosco) nella valle incaRtata.
Con Pino Costalunga che manovrerà principesse di carta (di Gaia Bellini) impegnate a liberare sovrani vittime di sortilegi rivendicando, così, la parità di genere.

Ripetizioni:
Gli eventi sono in programma nei giorni indicati per quattro volte al dì con questi orari d’inizio
– ore 11.30
– ore 16.00
– ore 17.00
– ore 18.00

Costo: €7
Serve prenotare?  Si, ai contatti indicati oppure Prenotazioni online:
Al momento dell’acquisto viene inviata una mail con i dettagli per l’accesso.
Destinatari: dedicato a tutti i bambini dai 4 ai 10 anni e le proprie famiglie
Tipologia di evento: Teatro per bambini
Annotazioni: massimo 30 accessi per rappresentazione, durata 30 minuti, a ogni accesso possono prendere parte più persone).

Acquista QUI il tuo biglietto

Teatro per famiglie in live streaming con Filodirame
Feb 28@17:00–22:00

Questo periodo di pandemia non ferma il Teatro, non ferma Filodirame.
Ritorna la STAGIONE ONLINE rigorosamente in LIVE-STREAMING, ma non aspettatevi di restare comodi sul divano!
Da casa sarà possibile interagire con lo spettacolo e aiutare, ciascuno in maniera originale e creativa, a vivere uno spettacolo irripetibile…
Insomma che le sorprese non mancheranno!
Preparatevi dunque a divertirvi come non avete mai fatto da casa, proprio come se fossimo in teatro, ma con una marcia in più!

Di folli, di William e d’altre sciocchezze
VEN 26 Febbraio 21:00

E’ troppo tardi quando Mercuzio e Valentino, giullari di professione, si accorgono di aver studiato due testi differenti. Una sola ora li divide dalla messa in scena di fronte al Duca… Una corsa contro il tempo con canovacci ispirati ad alcune delle più famose opere shakespeariane: tra goliardiche risate ed imbarazzanti equivoci ce la faranno i due Folli Giullari nella loro impresa?
COMMEDIA DELL’ARTE per TUTTI

Gioppino e la principessa stregata
DOM 28 Febbraio 17:00

Al castello di re Gustavo fervono i preparativi per le imminenti nozze tra Arlecchino e la Principessa Maristella; tutto sembra proceda bene. Purtroppo però la strega Maccherona vuole impossessarsi del regno e così decide di far cadere sulla povera Principessa un tremendo maleficio.
A re Gustavo e ad Arlecchino, disperati, non resta che affidarsi all’intervento del coraggioso ed intrepido Gioppino.
Con l’aiuto dei bambini e del suo immancabile bastone, Gioppino costringerà la strega a sciogliere il maleficio, riportando così serenità ed allegria al castello. La storia si concluderà con il classico ballo dei protagonisti che potranno finalmente festeggiare le nozze tra Arlecchino e la Principessa.

Spettacolo di Burattini di legno animati in baracca tradizionale per bambini e famiglie

Prenota il tuo posto QUI

pre-iStoric Selfie
DOM 28 Marzo 17:00

Camillo è un bambino nativo-digitale come tanti, che vive la sua vita in costante simbiosi con la tecnologia. Grazie all’aiuto di iSgnap, il suo fido tablet, compagno inseparabile di avventure, incontra Bu e Ba, due uomini primitivi in carne ed ossa. Magia o tecnologia? Nel tentativo di riportare a casa i primitivi, fra mille divertenti peripezie nascerà un’amicizia che renderà l’incontro indimenticabile e motivo di crescita per Camillo. Due mondi tanto differenti si scontrano alla ricerca di ciò che è sostanziale per la felicità dell’uomo.
TEATRO PER FAMIGLIE

Guarda subito il trailer QUI 

Tipo di spettacolo: Teatro d’attore con danza acrobatica, elementi di tecnologia e coinvolgimento attivo del pubblico.

Costo per connessione: €20,00

Prenota il tuo posto QUI

I musicanti di Brema
DOM 18 Aprile 17:00

Rappresentata tramite Teatro d’Attore, Narrazione ed Effetti Sonori dal vivo, la storia prende vita coinvolgendo fortemente sia i bambini che il pubblico presente, poiché chiamati a partecipare direttamente agli effetti sonori proposti dagli attori. Anche ONLINE!
TEATRO PER FAMIGLIE

Prenota il tuo posto QUI

⇒Tutte le proposte sono adatte a famiglie e bambini dai 5 anni

Scopri l’abbonamento

 

spettacolo teatro online per famiglie musicati di brema filodirame

Mar
1
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mar 1@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Mar
3
Mer
2021
Mercoledì al cinema a Toscolano
Mar 3@20:30–23:45
Mercoledì al cinema a Toscolano @ online | Toscolano Maderno | Lombardia | Italia

Mercoledì al cinema riparte in versione digitale

Proiezioni in streaming gratuito attraverso il canale Vimeo del filmfestival del Garda

Film visibili gratuitamente dalle 20.30 alle 24.00 nelle date indicate

 

Mar
4
Gio
2021
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina
Mar 4@20:00–21:00
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i giovedì sera arriva la Fata Smemorina con la  Fiaba della Buonanotte!

Alle ore 20.00 è impigiamata e prontissima dalla Torretta della Fate con una nuova avventura del Bosco dei Folletti!

Direttamente dalla Casa delle Fate la lettura ed il teatrino con Fata Smemorina (me medesima), l’ Investigavolpe Rebecca, il Dottor Leprotto Fifotto, Fata D’Aria, Neraserpe e tutti gli amici di Catena Rossa.
Racconto di emozioni smemorate, di mirabolanti avventure e delle fatose magie della natura!

Ogni Fiaba della Buonanotte è inedita e aiuta i bambini a conoscere le emozioni e i sentimenti attraverso la natura.

Servirà poi la Marilenonna a spiegare la botanica ai bambini….

Segui la Fiaba della Buonotte sul canale Youtube

Divertiti con Fata Smemorina e l’Angolo degli Spagiughi il sabato pomeriggio

Mar
6
Sab
2021
Laboratori creativi nell’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina
Mar 6@16:00–17:00
Laboratori creativi nell'angolo degli spaciughi di  Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i sabato pomeriggio la Fata Smemorina appuntamento con i laboratori creativi dell’angolo degli spaciughi

L’angolo degli spaciughi è il momento in cui dare sfogo alla creatività e alla fantasia!

Armati di carta, pennarelli, colla, forbici, cartoncini,…. e gli immancabili ponpon daremo vita insieme agli oggetti fantasticosi!

Pota, altrimenti che spaciughi sono??

L’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina è in onda tutti i sabato pomeriggio alle ore 16.00

Segui l’angolo degli spaciughi sul canale Youtube!

 

Le altre iniziative di Fata Smemorina…

Scopri anche la Fiaba della Buonanotte di Fata Smemorina!

Il gatto con gli stivali
Mar 6@17:00–17:45

Il gatto con gli stivali
Un racconto per il digitale

Il racconto viene presentato in diretta sulla piattaforma Zoom

Attraverso la compresenza e l’interazione di linguaggi e tecniche differenti che derivano dal teatro di figura – il paper theatre, il teatro d’ombre, la stop motion, il disegno animato, il pop-up theatre – il racconto prende vita all’interno della cornice digitale grazie alla presenza di un attore che ne narra la storia in diretta, servendosi di parole, immagini e filmati.

 

Immaginato e creato da Marco Ferro
Realizzato da Marco Ferro, Stefano Pirovano, Valeria Sacco, Giulietta De Bernardi, Soledad Nicolazzi, Anna Fascendini
Sonorizzazione a cura di Diego Dioguardi
Con Marco Ferro e Stefano Pirovano
(ogni racconto è interpretato da un attore)
Produzione Campsirago Residenza
Con un ringraziamento speciale ad Alessandra Amicarelli e allo Spazio Laboratorio Fontanili

Dopo quasi un anno di studio, progettazione e creazione, Il Gatto con gli stivali, viene presentato al pubblico in diretta sulla piattaforma Zoom.
Il Gatto con gli stivali, la cui drammaturgia originale è una riscrittura della celebre fiaba, è un lavoro che nasce appositamente per il digitale.

Attraverso la compresenza e l’interazione di linguaggi e tecniche differenti che derivano dal teatro di figura – il paper theatre, il teatro d’ombre, la stop motion, il disegno animato, il pop-up theatre – il racconto prende vita all’interno della cornice digitale grazie alla presenza di un attore che ne narra la storia in diretta, servendosi di parole, immagini e filmati.

Attraverso il dispositivo scenico, si è voluto esaltarne la complessità della relazione tra il protagonista e il felino, che è qui una gatta, facendo emergere quegli aspetti ambigui- e a tratti irrisolti -che sono propri delle vicende umane, delle loro relazioni e dei loro desideri, di cui questa fiaba è grande interprete.

Il Gatto con gli stivali di Campsirago Residenza è un racconto perché si fa interprete della celebre fiaba, narrandone la storia, ed è multimediale perché lo fa attraverso la compresenza e l’interazione di diversi linguaggi, all’interno della cornice digitale.

La narrazione in diretta è continuamente integrata da scene filmate che sono state realizzate attraverso tecniche differenti: il paper theatre, il teatro d’ombre, la stop motion, il disegno animato, il pop-up theatre.
La componente figurativa del racconto e i materiali impiegati in esso presenti sono il frutto di un processo di creazione artigianale, che parte dal plasmare l’argilla, alla creazione di figure in cartapesta, dalla costruzione di silhouette, alla realizzazione di piccoli teatrini d’ombre, dal ritaglio, all’impaginazione in formato pop-up.
L’impiego di tecniche che derivano dal teatro di figura, oltre a farsi veicolo espressivo della storia narrata, permette mostrare la componente artigianale dell’intero processo creativo. Processo a cui, nell’ultima parte dell’incontro, viene dedicato un tempo di confronto e di dialogo con i giovani (e meno giovani) spettatori. L’intenzione e il senso dell’intero progetto non si esaurisce con il termine della storia narrata: questa versione del Gatto con gli stivali, infatti, vorrebbe essere un seme capace di attivare l’immaginazione e di stimolare la creatività di chi vi assiste, fornendo allo spettatore strumenti e suggestioni utili per l’elaborazione di un racconto in autonomia.

Nella versione di questo racconto il significato più autentico risiede in quello che sul piano emotivo è il seme più durevole: la relazione tra un giovane e il suo alter-ego, tra un piccolo uomo e il suo “spirito” guardiano. In questa versione della fabula, la relazione tra il protagonista e il felino è tutt’altro che risolta e pacificata (al contrario, tra le righe è possibile coglierne la complessità e la contraddittorietà) ma senza dubbio è una relazione di grande profondità.

L’intento è quello di rendere i giovani spettatori partecipi, non solo della storia narrata, ma anche dell’intero processo creativo che ha permesso di realizzarla, attraverso una prospettiva che ne svela l’illusione e l’artificio, senza tuttavia svilirne la carica di mistero.

Accanto ai disegni, alle figure e alle piccole scenografie, durante l’intero arco del racconto sono presenti numerose immagini tratte dalla storia dell’arte: quadri, dipinti e illustrazioni di pittori e illustratori vissuti tra il XVI e il XIX secolo (lo stesso periodo delle varie edizioni della fiaba di cui ci siamo serviti).

Date:
13 febbraio
6 marzo

Dalle ore: 17.00 – alle ore: 17.40

Costoo – Biglietto 10€ a connessione
Serve prenotare? Sì, necessaria prenotazione precedente
Le modalità di prenotazione: contattando i contatti indicati, sul sito oppure al QUI
A prenotazione effettuata verrà inviata una mail con il link Zoom di accesso alla visione del racconto in diretta.

Destinatari: Consigliato a bambini dai 5 anni.

Scopri gli altri spettacoli online in programma

Il gatto con gli stivali spettacolo online per bambini

Sipario! In salotto
Mar 6@20:00–23:45
Sipario! In salotto @ online - piattaforma Vimeo

Sipario! In salotto
Il cinema, direttamente a casa tua.
Tre appuntamenti con il grande cinema d’autore, per grandi e piccoli.
Un viaggio cinematografico tra commedia e  giallo
Proiezioni in streaming gratuito attraverso la piattaforma vimeo:

6 marzo ore 20.00 – I racconti di Parvana

8 marzo ore 20.00 – Marie Curie

13 marzo ore 20.00 – Lou von Salomè

 

Proiezioni in streaming gratuita attraverso la piattaforma Vimeo del Filmfestival

Il titolo resterà visibile fino alle 24.00 del giorno d programmazione

Filmfestival su Vimeo

Mar
7
Dom
2021
Spettacolo per bambini: Fire Charmers – L’Ammaliafuoco
Mar 7@17:00–17:45
Spettacolo per bambini: Fire Charmers - L'Ammaliafuoco @ online - piattaforma Zooom

Spettacolo per bambini online: Fire Charmers – L’Ammaliafuoco

Gli artisti della residenza di Campsirago hanno studiato e sperimentato nuovi linguaggi artistici attraverso gli strumenti del digitale: ne è nata a gennaio una nuova produzione.

Domenica 7 febbraio, alle 17.00 viene inaugurata la nuova rassegna Tra gli alberi la luna, in prima nazionale nella sua forma online, Fire Charmers – L’Ammaliafuoco, uno spettacolo interattivo di musica e animazione analogica in streaming del duo Fossick Project.

La cantautrice Marta Del Grandi e l’illustratrice Cecilia Valagussa presentano un nuovo un racconto visivo e sonoro dedicato all’impatto del cambiamento climatico sul pianeta e sul mondo animale.

Questa versione online fonde brani originali a immagini create attraverso la tecnica dell’animazione analogica e l’utilizzo di un videoproiettore a lavagna luminosa sulla quale Cecilia Valagussa muove marionette disegnate su ritagli di gelatine colorate e altri materiali come sabbia, acqua e piccoli oggetti.

La trama racconta di una gatta selvatica che vaga in una foresta devastata da un incendio e decide di andare alla ricerca delle cause del disastro. Con nuovi amici che incontra lungo la strada intraprende così un’avventura alla scoperta dell’interconnessione tra i quattro elementi e tutti i fenomeni naturali.

Alla narrazione musicale e per immagini si aggiunge un gioco interattivo: una serie di domande divertenti intervallano le canzoni e vengono poste direttamente al pubblico, sollecitando una riflessione sul ruolo di ognuno nella costruzione di un mondo sostenibile. Al termine dello spettacolo ogni spettatore sarà invitato a interpretare con le due artiste le risposte che avrà dato durante il racconto e a scoprire così l’animale “ammaliafuoco” che c’è in lui.

Fire Charmers – L’Ammaliafuoco è uno spettacolo tout public: affascina i bambini per le immagini magnetiche che scorrono, coinvolge i ragazzi che, attraverso il “game” sono accompagnati in modo divertente a riflettere sull’impatto del comportamento umano sull’ecosistema. La musica originale di Marta del Grandi e i testi delle canzoni, in parte in inglese e in parte in italiano, si fondono a figure affascinanti, per un concerto-spettacolo unico nel suo genere.

Date:
Domenica 7 febbraio
Domenica 21 febbraio
Domenica 14 marzo

Dalle ore: 17.00 – alle ore: 17.40

Costoo – Biglietto 10€ a connessione
Serve prenotare? Sì, necessaria prenotazione precedente
Le modalità di prenotazione: contattando i contatti indicati, sul sito oppure al QUI
A prenotazione effettuata verrà inviata una mail con il link Zoom di accesso alla visione del racconto in diretta.

Destinatari: Consigliato a bambini dai 4 anni.

Scopri gli altri spettacoli online in programma

Mar
8
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mar 8@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Sipario! In salotto
Mar 8@20:00–23:45
Sipario! In salotto @ online - piattaforma Vimeo

Sipario! In salotto
Il cinema, direttamente a casa tua.
Tre appuntamenti con il grande cinema d’autore, per grandi e piccoli.
Un viaggio cinematografico tra commedia e  giallo
Proiezioni in streaming gratuito attraverso la piattaforma vimeo:

6 marzo ore 20.00 – I racconti di Parvana

8 marzo ore 20.00 – Marie Curie

13 marzo ore 20.00 – Lou von Salomè

 

Proiezioni in streaming gratuita attraverso la piattaforma Vimeo del Filmfestival

Il titolo resterà visibile fino alle 24.00 del giorno d programmazione

Filmfestival su Vimeo

Mar
10
Mer
2021
Mercoledì al cinema a Toscolano
Mar 10@20:30–23:45
Mercoledì al cinema a Toscolano @ online | Toscolano Maderno | Lombardia | Italia

Mercoledì al cinema riparte in versione digitale

Proiezioni in streaming gratuito attraverso il canale Vimeo del filmfestival del Garda

Film visibili gratuitamente dalle 20.30 alle 24.00 nelle date indicate

 

Mar
11
Gio
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mar 11@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Live on tour – Joe T. Vannelli
Mar 11@18:00–19:00
Live on tour - Joe T. Vannelli @ Online - Facebook

Live on Tour è format streaming di Joe T Vannelli che, con il suo Live on Tour, promuove, in tutto il mondo, le bellezze del territorio italiano, abbinate alla musica House.

Storia, arte, natura e bellezza sono gli ingredienti che accompagnano il noto DJ e Producer di fama internazionale che si esibirà alla Rocca Visconteo Veneta di Lonato del Garda.

La Rocca di Lonato del Garda fra i luoghi-simbolo italiani selezionati da JOE T VANNELLI per il suo LIVE ON TOUR,
LO SHOW ITINERANTE DEL GIOVEDÌ SERA CHE PROMUOVE IL PATRIMONIO ITALIANO AL SUONO DI HOUSE MUSIC.
La diretta giovedì 11 marzo alle ore 18.00.

Uno streaming su Facebook, senza pubblico dal vivo, ma con migliaia di utenti collegati da ogni parte del mondo: giovedì 11 marzo

In una Rocca deserta, chiusa, come tutti gli altri musei lombardi a seguito delle direttive del Presidente della Regione Lombardia, durante la diretta in streaming lancerà un messaggio di sostegno a tutti i musei e le bellezze monumentali italiane e ai lavoratori del settore culturale.

Vannelli, ideatore del “Joe T Vannelli Live on Tour”, è l’unico dj al mondo che da quasi un anno, tutti i giovedì, ha saputo mantenere uno standard di ascolti e di seguito di pubblico italiano e internazionale così alto e costante. Dalla prima diretta, a Milano in pieno lockdown dal tetto di casa sua e proseguendo poi in tutta Italia, per valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano, rigorosamente in solitaria, senza pubblico, per rispettare il distanziamento sociale, di settimana in settimana fa registrare numeri da capogiro con oltre 11 milioni di visualizzazioni su Facebook.

Segui la diretta QUI – Giovedì 11 marzo dalle 18:00

Live on Tour

Il Joe T Vannelli Live On Tour è nato in pieno lockdown il 9 aprile 2020, con la prima diretta da casa con vista Duomo, a Milano.

L’evento online è diventato un appuntamento fisso per i suoi fan e gli amanti della House e a fine lockdown il live si è spostato in esterna: Cava Ruggetta di Carrara, da cui Michelangelo attinse il marmo per le sue opere; Ca’ Marcello, villa palladiana del Settecento; la Fortezza di San Leo a Rimini; l’iconica terrazza dell’Hotel Danieli di Venezia; il Fortino Napoleonico nelle Marche; il Castello di Vezio sul Lago di Como; la Villa Borromeo sull’Isola Bella; Maratea, sotto al Cristo che domina il mare; il Castello Aragonese di Taranto della Marina Militare, la Lanterna di Genova, il borgo medioevale di Castell’Arquato, la Scalinata Monumentale a Santa Maria di Leuca, il carro del Carnevale di Fano, il Faro di Capo Grecale a Lampedusa, il Castello Aragonese di Reggio Calabria, il Museo di Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano; La Cervara di Portofino, Palazzo Bianco durante i Rolli Days di Genova e il Castello di Vigoleno, borgo medievale tra i più belli d’Italia. Castello di Thiene lussureggiante dimora set di film hollywoodiani e il panorama delle Tre Cime di Lavaredo per la sua prima tappa sulle Dolomiti in Cadore. A dicembre si è recato nel borgo-presepe di Persche in Molise, sul Castello di Marostica e sulla Rotonda a Mare di Senigallia.

Il 2021 si è aperto con il tramonto mozzafiato dall’arrivo della funivia di Laveno Mombello e con il Labirinto del Parco Giardino Sigurtà, la Piazza del Popolo di Ascoli Piceno. A seguire la celebrazione del Carnevale di Fano dal Teatro della Fortuna, il magnifico show di luci e laser dall’Anfiteatro del Vittoriale, il Castello Estense di Ferrara patrimonio Unesco, il Torrione Passari di Molfetta.

La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina
Mar 11@20:00–21:00
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i giovedì sera arriva la Fata Smemorina con la  Fiaba della Buonanotte!

Alle ore 20.00 è impigiamata e prontissima dalla Torretta della Fate con una nuova avventura del Bosco dei Folletti!

Direttamente dalla Casa delle Fate la lettura ed il teatrino con Fata Smemorina (me medesima), l’ Investigavolpe Rebecca, il Dottor Leprotto Fifotto, Fata D’Aria, Neraserpe e tutti gli amici di Catena Rossa.
Racconto di emozioni smemorate, di mirabolanti avventure e delle fatose magie della natura!

Ogni Fiaba della Buonanotte è inedita e aiuta i bambini a conoscere le emozioni e i sentimenti attraverso la natura.

Servirà poi la Marilenonna a spiegare la botanica ai bambini….

Segui la Fiaba della Buonotte sul canale Youtube

Divertiti con Fata Smemorina e l’Angolo degli Spagiughi il sabato pomeriggio

Mar
13
Sab
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mar 13@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Laboratori creativi nell’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina
Mar 13@16:00–17:00
Laboratori creativi nell'angolo degli spaciughi di  Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i sabato pomeriggio la Fata Smemorina appuntamento con i laboratori creativi dell’angolo degli spaciughi

L’angolo degli spaciughi è il momento in cui dare sfogo alla creatività e alla fantasia!

Armati di carta, pennarelli, colla, forbici, cartoncini,…. e gli immancabili ponpon daremo vita insieme agli oggetti fantasticosi!

Pota, altrimenti che spaciughi sono??

L’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina è in onda tutti i sabato pomeriggio alle ore 16.00

Segui l’angolo degli spaciughi sul canale Youtube!

 

Le altre iniziative di Fata Smemorina…

Scopri anche la Fiaba della Buonanotte di Fata Smemorina!

I sogni… son desideri
Mar 13@16:30–22:30
I sogni... son desideri @ Cinema Teatro Gloria

Musical liberamente ispirato alla fiaba di Cenerentola.
Un mix di canti balli e recitazione che rendono questo spettacolo unico nel suo genere .
Il ricavato sarà devoluto all’associazione Priamo di Brescia

13 marzo 2021 ore 20.45
14 marzo 2021 ore 16.30
21 marzo 2021 ore 16.30

Sipario! In salotto
Mar 13@20:00–23:45
Sipario! In salotto @ online - piattaforma Vimeo

Sipario! In salotto
Il cinema, direttamente a casa tua.
Tre appuntamenti con il grande cinema d’autore, per grandi e piccoli.
Un viaggio cinematografico tra commedia e  giallo
Proiezioni in streaming gratuito attraverso la piattaforma vimeo:

6 marzo ore 20.00 – I racconti di Parvana

8 marzo ore 20.00 – Marie Curie

13 marzo ore 20.00 – Lou von Salomè

 

Proiezioni in streaming gratuita attraverso la piattaforma Vimeo del Filmfestival

Il titolo resterà visibile fino alle 24.00 del giorno d programmazione

Filmfestival su Vimeo

Mar
14
Dom
2021
I sogni… son desideri
Mar 14@16:30–22:30
I sogni... son desideri @ Cinema Teatro Gloria

Musical liberamente ispirato alla fiaba di Cenerentola.
Un mix di canti balli e recitazione che rendono questo spettacolo unico nel suo genere .
Il ricavato sarà devoluto all’associazione Priamo di Brescia

13 marzo 2021 ore 20.45
14 marzo 2021 ore 16.30
21 marzo 2021 ore 16.30

Mar
15
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mar 15@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Mar
18
Gio
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mar 18@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina
Mar 18@20:00–21:00
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i giovedì sera arriva la Fata Smemorina con la  Fiaba della Buonanotte!

Alle ore 20.00 è impigiamata e prontissima dalla Torretta della Fate con una nuova avventura del Bosco dei Folletti!

Direttamente dalla Casa delle Fate la lettura ed il teatrino con Fata Smemorina (me medesima), l’ Investigavolpe Rebecca, il Dottor Leprotto Fifotto, Fata D’Aria, Neraserpe e tutti gli amici di Catena Rossa.
Racconto di emozioni smemorate, di mirabolanti avventure e delle fatose magie della natura!

Ogni Fiaba della Buonanotte è inedita e aiuta i bambini a conoscere le emozioni e i sentimenti attraverso la natura.

Servirà poi la Marilenonna a spiegare la botanica ai bambini….

Segui la Fiaba della Buonotte sul canale Youtube

Divertiti con Fata Smemorina e l’Angolo degli Spagiughi il sabato pomeriggio

Mar
19
Ven
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mar 19@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Mar
20
Sab
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mar 20@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Laboratori creativi nell’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina
Mar 20@16:00–17:00
Laboratori creativi nell'angolo degli spaciughi di  Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i sabato pomeriggio la Fata Smemorina appuntamento con i laboratori creativi dell’angolo degli spaciughi

L’angolo degli spaciughi è il momento in cui dare sfogo alla creatività e alla fantasia!

Armati di carta, pennarelli, colla, forbici, cartoncini,…. e gli immancabili ponpon daremo vita insieme agli oggetti fantasticosi!

Pota, altrimenti che spaciughi sono??

L’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina è in onda tutti i sabato pomeriggio alle ore 16.00

Segui l’angolo degli spaciughi sul canale Youtube!

 

Le altre iniziative di Fata Smemorina…

Scopri anche la Fiaba della Buonanotte di Fata Smemorina!

Mar
21
Dom
2021
Facciamo il cinema – Animiamo l’arte
Mar 21@14:00–17:00
Facciamo il cinema - Animiamo l'arte @ vedi testo | Brescia | Lombardia | Italia

Riparte la nuova edizione di FACCIAMO IL CINEMA i laboratori di cinema d’animazione ed effetti speciali per bambini e ragazzi al Nuovo Eden.

La novità 2020 è Animiamo l’arte: laboratori dedicati ai bimbi dai 6 agli 11 anni per sperimentare tecniche e trucchi del cinema d’animazione e per scoprire divertendosi opere e artisti legati alla nostra città.
I laboratori infatti sono legati alle visite ai Musei e alle mostre cittadine da cui sarà tratta ispirazione per la realizzazione di una breve esperienza di animazione.

>>Sabato 13 febbraio dalle 14 alle 17
Raffaello (a piccole dosi)
I dipinti di Raffello sono così incredibilmente belli che quasi ci fanno venire le vertigini. Proviamo allora a non abbracciarli con gli occhi tutti in una volta. Prendiamoli a piccole dosi, un dettaglio dopo l’altro, un colore dopo l’altro. Entriamoci dentro passo dopo passo e perché no, proviamo anche a giocare con loro prendendo ispirazione dalla mostra al Museo Santa Giulia “Raffaello. L’invenzione del divino pittore”. Al Sig. Sanzio non farà altro che piacere!
DOVE: Museo di Santa Giulia, Via Musei 81/b – Brescia
CHI: Età 9 > 11 anni

>>Domenica 21 marzo dalle 14 alle 17
Baldeweg Cut-Out
Gli edifici, le strade, i ponti, le piazze sono spazi che, una volta costruiti, apparentemente non si muovono più. Siamo noi a muoverci dentro ed attraverso di essi e la nostra presenza li trasforma. Alcune volte molto lentamente, altre alla velocità della luce. Durante il laboratorio proveremo ad animare alcuni elementi delle opere di Juan Navarro Baldeweg presenti nella mostra in Santa Giulia “Juan Navarro Baldeweg. Architettura, Pittura, Scultura. In un campo di energia e processo” in modo insolito, utilizzando una tecnica che ci permetterà di entrare in contatto con la sua opera in modo originale e personale.
DOVE: Museo di Santa Giulia, Via Musei 81/b – Brescia
CHI: Età 6 > 8 anni

>>Sabato 10 aprile dalle 14 alle 17
Mettete dei fiori nei vostri cannoni!
Mettete dei fiori nei vostri cannoni dice un famoso slogan pacifista degli anni ‘60. Certo, lo sappiamo… è una metafora! Ma nel cinema tutto è possibile e in questo laboratorio proveremo davvero a guerreggiare a suon di petali di rose, tulipani, gerani e begonie. A partire dalla visita al Museo delle Armi “L. Marzoli”, scopriremo la storia dei reperti in esso custoditi e con la magia del cinema proveremo a “metterli in funzione” in modo alternativo.
DOVE: Museo delle armi “L. Marzoli” in Castello – Brescia
CHI: Età 6 > 8 anni

>>Domenica 18 aprile dalle 14 alle 17
Vittoria Moving On Up
Diva incontrastata della città di Brescia, Vittoria nel corso dei secoli ha mosso il cuore e lo spirito dei suoi concittadini. E se per una volta fossimo noi a muovere lei? Se potessimo regalarle, dopo anni ed anni di immobilità, qualche secondo di libertà? Come si muoverebbe? Come si vestirebbe? Cosa mai ci potrebbe dire se potesse parlare? Un laboratorio di cinema d’animazione, che prenderà il via dalla visita alla celebre stauta, in cui i partecipanti daranno vita a brevi sperimentazioni visive con un’unica incontrastata protagonista.
DOVE: Parco Archeologico, Via Musei 55 – Brescia
CHI: Età 9 > 11 anni

Il costo di partecipazione è di 13 euro e comprende sia la visita guidata che il laboratorio.
I laboratori sono a numero chiuso.
Per tutti i laboratori è obbligatoria la prenotazione è chiamando il numero 030.8379404 oppure mandando una mail a info@nuovoeden.it

 

Scopri le date del percorso Facciamo il cinema: Animiamoci

I sogni… son desideri
Mar 21@16:30–22:30
I sogni... son desideri @ Cinema Teatro Gloria

Musical liberamente ispirato alla fiaba di Cenerentola.
Un mix di canti balli e recitazione che rendono questo spettacolo unico nel suo genere .
Il ricavato sarà devoluto all’associazione Priamo di Brescia

13 marzo 2021 ore 20.45
14 marzo 2021 ore 16.30
21 marzo 2021 ore 16.30

Mar
22
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mar 22@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Mar
25
Gio
2021
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina
Mar 25@20:00–21:00
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i giovedì sera arriva la Fata Smemorina con la  Fiaba della Buonanotte!

Alle ore 20.00 è impigiamata e prontissima dalla Torretta della Fate con una nuova avventura del Bosco dei Folletti!

Direttamente dalla Casa delle Fate la lettura ed il teatrino con Fata Smemorina (me medesima), l’ Investigavolpe Rebecca, il Dottor Leprotto Fifotto, Fata D’Aria, Neraserpe e tutti gli amici di Catena Rossa.
Racconto di emozioni smemorate, di mirabolanti avventure e delle fatose magie della natura!

Ogni Fiaba della Buonanotte è inedita e aiuta i bambini a conoscere le emozioni e i sentimenti attraverso la natura.

Servirà poi la Marilenonna a spiegare la botanica ai bambini….

Segui la Fiaba della Buonotte sul canale Youtube

Divertiti con Fata Smemorina e l’Angolo degli Spagiughi il sabato pomeriggio

Mar
27
Sab
2021
Laboratori creativi nell’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina
Mar 27@16:00–17:00
Laboratori creativi nell'angolo degli spaciughi di  Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i sabato pomeriggio la Fata Smemorina appuntamento con i laboratori creativi dell’angolo degli spaciughi

L’angolo degli spaciughi è il momento in cui dare sfogo alla creatività e alla fantasia!

Armati di carta, pennarelli, colla, forbici, cartoncini,…. e gli immancabili ponpon daremo vita insieme agli oggetti fantasticosi!

Pota, altrimenti che spaciughi sono??

L’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina è in onda tutti i sabato pomeriggio alle ore 16.00

Segui l’angolo degli spaciughi sul canale Youtube!

 

Le altre iniziative di Fata Smemorina…

Scopri anche la Fiaba della Buonanotte di Fata Smemorina!

Spettacolo di teatro online – Il Piccolo Principe
Mar 27@16:00–18:00
Spettacolo di teatro online - Il Piccolo Principe @ online

Spettacolo di teatro per bambini e famiglie: “Il Piccolo Principe”

La meravigliosa storia di Saint – Euxpery trasformata in versione teatrale per grandi e bambini. Un viaggio nel mondo dell’infanzia accompagnati da musica e teatro per capire meglio il mondo degli adulti.
Un racconto carico di simboli che ciascuna persona incontra nel proprio cammino.

Un racconto musicato dal vivo con in scena un adulto e un bambino, due anime che si incontrano per scoprirsi a vicenda e cambiare il proprio modo di guardare la vita.

Il Piccolo Principe è un adulto-bambino che lascia il suo minuscolo asteroide per mettersi in viaggio nel cosmo.
Durante il cammino, visita diversi pianeti abitati da strani personaggi. Sono personaggi equivoci, che mettono in risalto il lato ridicolo degli affanni umani.
Dopo tanto vagare, il Piccolo Principe giunge sulla Terra. Nel tragitto, s’imbatte in una volpe, il Principe la invita a giocare, ma l’animale può accettare solo se prima sarà addomesticato.
Da quest’animale il Piccolo Principe, apprende importanti verità, prima d’incontrare l’io narrante, un aviatore precipitato nel deserto e scomparire poi definitivamente.

Data: 27/03/2021
Dalle ore: 16.00 – alle ore: 18.00

Gratuito?
Serve prenotare?Sì, necessaria prenotazione precedente
Le modalità di prenotazione: contattando i contatti indicati

Destinatari: bambini 0-3 anni, bambini 3-6 anni, bambini 6-10 anni, ragazzi 11-13 anni, ragazzi dai 14 in su, Genitori, Famiglia

Tipologia di evento: Spettacolo On Line

Mar
28
Dom
2021
Dante. Settecento e più risvegli
Mar 28@17:00–18:00
Dante. Settecento e più risvegli @ online - piattaforma Zoom
Il primo passo di DANTE. SETTECENTO E PIÙ RISVEGLI con QUAL È COLUI CHE SOGNANDO VEDE
Anteprima online delle Incursioni dantesche sei incontri che affrontano la Commedia in musica e farneticazioni.
ideazione di Antonio Panice
con Antonio Panice e Nicola Ziliani
composizione e musica dal vivo di Nicola Ziliani per Bazzini Consort
consulenza tecnica web, audio e video a cura di Andrea Poddighe per Poddighe Studio
con la collaborazione di Chiara Cervati
PARTECIPAZIONE GRATUITA
– Lo spettacolo verrà realizzato in diretta streaming su FACEBOOK e con la possibilità, da parte del pubblico, di lasciare commenti, sensazioni, tracce di passaggio, riflessioni durante l’evento.
COME PARTECIPARE:
– mandate una mail a eventi@centopercentoteatro.it per ottenere il link ZOOM per un aperitivo a fine spettacolo;
alle 17:00 di domenica 28 marzo collegatevi alle pagine FACEBOOK di Centopercento Teatro, Poddighe Studio e Dante. Settecento e più risvegli, per assistere alla diretta dello spettacolo;
– durante la performance il pubblico è invitato, se vuole, a distogliere di tanto in tanto lo sguardo dallo schermo, anche solo per chiudere gli occhi, e fruire parti dell’evento con le sole orecchie;
– a fine spettacolo spostatevi sulla piattaforma virtuale ZOOM per un aperitivo con la compagnia.
APERITIVO ONLINE
Sperando che l’evento vi abbia fatto venire almeno un leggero languorino, la compagnia vi aspetta online su ZOOM per condividere un bicchiere e uno stuzzichino, e ascoltare suggestioni, impressioni,
curiosità e, qualora sia suscitato, qualche piccolo segnale di risveglio.
Per chi vorrà, ci sarà la possibilità di sostenere, con una donazione volontaria, le attività presenti e future della compagnia.
=Qual è colui che sognando vede=
Questo primo movimento ha come focus i sogni che fa il poeta durante il suo cammino in Purgatorio: visioni notturne che scandisco la sua scalata al Paradiso Terrestre, fino all’incontro con Beatrice.
Sarà un primo approccio al mondo di simboli con cui il poeta si rapporta ed esprime, e al rivelarsi delle cose del mondo, in sogno come in veglia, proprio in quanto simboli; si permetterà inoltre di esplorare il rapporto vitale e complementare tra notte e giorno, riposo e azione, terra e cielo, divino e umano, come solo entrando a contatto con l’opera di Dante è possibile fare.
Teatro per famiglie in live streaming con Filodirame
Mar 28@17:00–22:00

Questo periodo di pandemia non ferma il Teatro, non ferma Filodirame.
Ritorna la STAGIONE ONLINE rigorosamente in LIVE-STREAMING, ma non aspettatevi di restare comodi sul divano!
Da casa sarà possibile interagire con lo spettacolo e aiutare, ciascuno in maniera originale e creativa, a vivere uno spettacolo irripetibile…
Insomma che le sorprese non mancheranno!
Preparatevi dunque a divertirvi come non avete mai fatto da casa, proprio come se fossimo in teatro, ma con una marcia in più!

Di folli, di William e d’altre sciocchezze
VEN 26 Febbraio 21:00

E’ troppo tardi quando Mercuzio e Valentino, giullari di professione, si accorgono di aver studiato due testi differenti. Una sola ora li divide dalla messa in scena di fronte al Duca… Una corsa contro il tempo con canovacci ispirati ad alcune delle più famose opere shakespeariane: tra goliardiche risate ed imbarazzanti equivoci ce la faranno i due Folli Giullari nella loro impresa?
COMMEDIA DELL’ARTE per TUTTI

Gioppino e la principessa stregata
DOM 28 Febbraio 17:00

Al castello di re Gustavo fervono i preparativi per le imminenti nozze tra Arlecchino e la Principessa Maristella; tutto sembra proceda bene. Purtroppo però la strega Maccherona vuole impossessarsi del regno e così decide di far cadere sulla povera Principessa un tremendo maleficio.
A re Gustavo e ad Arlecchino, disperati, non resta che affidarsi all’intervento del coraggioso ed intrepido Gioppino.
Con l’aiuto dei bambini e del suo immancabile bastone, Gioppino costringerà la strega a sciogliere il maleficio, riportando così serenità ed allegria al castello. La storia si concluderà con il classico ballo dei protagonisti che potranno finalmente festeggiare le nozze tra Arlecchino e la Principessa.

Spettacolo di Burattini di legno animati in baracca tradizionale per bambini e famiglie

Prenota il tuo posto QUI

pre-iStoric Selfie
DOM 28 Marzo 17:00

Camillo è un bambino nativo-digitale come tanti, che vive la sua vita in costante simbiosi con la tecnologia. Grazie all’aiuto di iSgnap, il suo fido tablet, compagno inseparabile di avventure, incontra Bu e Ba, due uomini primitivi in carne ed ossa. Magia o tecnologia? Nel tentativo di riportare a casa i primitivi, fra mille divertenti peripezie nascerà un’amicizia che renderà l’incontro indimenticabile e motivo di crescita per Camillo. Due mondi tanto differenti si scontrano alla ricerca di ciò che è sostanziale per la felicità dell’uomo.
TEATRO PER FAMIGLIE

Guarda subito il trailer QUI 

Tipo di spettacolo: Teatro d’attore con danza acrobatica, elementi di tecnologia e coinvolgimento attivo del pubblico.

Costo per connessione: €20,00

Prenota il tuo posto QUI

I musicanti di Brema
DOM 18 Aprile 17:00

Rappresentata tramite Teatro d’Attore, Narrazione ed Effetti Sonori dal vivo, la storia prende vita coinvolgendo fortemente sia i bambini che il pubblico presente, poiché chiamati a partecipare direttamente agli effetti sonori proposti dagli attori. Anche ONLINE!
TEATRO PER FAMIGLIE

Prenota il tuo posto QUI

⇒Tutte le proposte sono adatte a famiglie e bambini dai 5 anni

Scopri l’abbonamento

 

spettacolo teatro online per famiglie musicati di brema filodirame

Magic Show: The Disillusionist Live
Mar 28@22:30–23:30

Erix Logan, illusionista bresciano di fama internazionale, è considerato uno degli illusionisti più innovativi del nostro tempo e si esibirà online in un live stream indimenticabile per scoprire la magia che non ti aspetti!

Segui lo spettacolo QUI

Mar
29
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mar 29@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

ANITA E GIUSEPPE: Storie d’amore e di battaglie
Mar 29@20:30–21:30
ANITA E GIUSEPPE: Storie d'amore e di battaglie @ online - piattaforma Zoom

L’assessorato alla Cultura del comune di Gavardo è lieto di presentare, in occasione del 160 esimo anniversario dell’Unità d’Italia, lo spettacolo

ANITA E GIUSEPPE: Storie d’amore e di battaglie.

Barbara Mino attraverso la lettura, la narrazione e le musiche, ci racconterà degli anni che precedettero l’Unità d’Italia attraverso le vite romanzesche dell’eroe e dell’eroina più amati del Risorgimento italiano.

QUANDO? Lunedì 29 Marzo alle ore 20.30
DOVE? Accesso tramite la piattaforma ZOOM
COME PRENOTARSI? Basta scrivere una mail all’indirizzo cultura@comune.gavardo.bs.it oppure chiamare la Biblioteca di Gavardo
Una volta espressa la propria adesione riceverete il link a cui accedere per partecipare alla serata.

Mar
31
Mer
2021
Il Tesoro dell’Isola di Pasqua
Mar 31@18:00–19:00
Il Tesoro dell'Isola di Pasqua @ online

Alla scoperta del Tesoro dell’Isola di Pasqua

Tutti conoscono la favola di Peter Pan, dell’eterno bambino e quasi tutti sanno chi è il cattivo della storia, Capitan Uncino.
In questa versione i ruoli sono un po’ invertiti per dare giustizia al nostro Capitano, impegnato a seguire la rotta verso l’isola di Pasqua dove si nasconde un gran Tesoro.

Ma non potrà fare tutto da solo, e per mille calamari fritti, dovrà reclutare una ciurma di pirati, quindi cosa aspettate?

Partiamo tutti insieme per una grande avventura…

Sul cammino incontreremo fate e sirene, e il nostro birichino Peter Pan. Siete pronti?

Un, due, tre.. si vola!

Tesoro dell’Isola di Pasqua, con Capitan Uncino, Peter Pan, fate e sirene: non un semplice streaming ma un’avventura on line interattiva, a Pasqua, con noi.

Non è uno streaming ma un game show interattivo dove il pubblico, collegato da casa, interagisce direttamente con gli artisti.

Data: Mercoledì 31 marzo in diretta interattiva a casa tua dalle ore 18:00

Biglietto unico: euro 11,90 – per tutta la famiglia.
Riceverai per email tutte le informazioni per partecipare all’evento direttamente da casa tua tramite zoom. Non richiede installazioni o dispositivi particolari.
I tuoi bambini parteciperanno attivamente allo spettacolo seguendo le indicazioni fornite dalla regia.

In omaggio per tutti i partecipanti anche un video-laboratorio per entrare a far parte della ciurma.

Il giorno precedente riceverai anche il link al video on line con il laboratorio interattivo per costruire un cannocchiale, una bussola ed entrare a far parte della ciurma!

Un’esperienza unica per un pomeriggio diverso.

Prenota QUI il tuo posto

Apr
1
Gio
2021
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina
Apr 1@20:00–21:00
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i giovedì sera arriva la Fata Smemorina con la  Fiaba della Buonanotte!

Alle ore 20.00 è impigiamata e prontissima dalla Torretta della Fate con una nuova avventura del Bosco dei Folletti!

Direttamente dalla Casa delle Fate la lettura ed il teatrino con Fata Smemorina (me medesima), l’ Investigavolpe Rebecca, il Dottor Leprotto Fifotto, Fata D’Aria, Neraserpe e tutti gli amici di Catena Rossa.
Racconto di emozioni smemorate, di mirabolanti avventure e delle fatose magie della natura!

Ogni Fiaba della Buonanotte è inedita e aiuta i bambini a conoscere le emozioni e i sentimenti attraverso la natura.

Servirà poi la Marilenonna a spiegare la botanica ai bambini….

Segui la Fiaba della Buonotte sul canale Youtube

Divertiti con Fata Smemorina e l’Angolo degli Spagiughi il sabato pomeriggio

Apr
3
Sab
2021
Laboratori creativi nell’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina
Apr 3@16:00–17:00
Laboratori creativi nell'angolo degli spaciughi di  Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i sabato pomeriggio la Fata Smemorina appuntamento con i laboratori creativi dell’angolo degli spaciughi

L’angolo degli spaciughi è il momento in cui dare sfogo alla creatività e alla fantasia!

Armati di carta, pennarelli, colla, forbici, cartoncini,…. e gli immancabili ponpon daremo vita insieme agli oggetti fantasticosi!

Pota, altrimenti che spaciughi sono??

L’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina è in onda tutti i sabato pomeriggio alle ore 16.00

Segui l’angolo degli spaciughi sul canale Youtube!

 

Le altre iniziative di Fata Smemorina…

Scopri anche la Fiaba della Buonanotte di Fata Smemorina!

Spettacolo per famiglie – Pasqua
Apr 3@17:00–22:00
Spettacolo per famiglie - Pasqua @ online

Pasqua 2021: Il teatro per bambini direttamente a casa tua

Il 3 e 4 aprile proponiamo due spettacoli per famiglie online che possono diventare anche un divertente e insolito regalo per questo periodo.

Il 3 aprile vi presenteremo B&B (Biancaneve e la Bella addormentata) nella valle incaRtata, un delicato “evento di carta” che tratta il tema della parità di genere. Una storia originale scritta e interpretata da Pino Costalunga, con le bellissime immagini di Gaia Bellini.
L’evento è adatto ai bambini dai 4 anni, si terrà online alle ore 17, 18, 19 e 20.

Il 4 aprile sarà la volta di On, Off e il mistero della torta scomparsa, protagonisti sono due folletti, On e Off, che per sfuggire dalla DAF, Disinfestazione Anti Folletti, si improvvisano detective. Riusciranno a trovare il ladro di torte e salvarsi?
L’evento è adatto ai bambini dai 4 anni, si terrà online alle ore 17, 18 e 19.

Le proposte di Fondazione Aida proseguono anche sul fronte della formazione: dal 30 marzo i bambini dai 7 ai 10 anni potranno partecipare a La magia in un filo. Si tratta di un laboratorio teatrale online di cinque incontri in cui, attraverso la storia di un gomitolo, i ragazzi potranno riscoprire l’importanza delle connessioni e relazioni umane.

Data: il 03/04/2021 e 04/04/2021

Ripetizioni :
Gli spettacoli sono disponibili nei seguenti orari: 17, 18, 19 e 20.

Costo: 7 euro
Serve prenotare?Sì, necessaria prenotazione precedente
Le modalità di prenotazione: iscrizioni ONLINE
iscrizione online: QUI
Al momento dell’acquisto viene inviata una mail con i dettagli per il collegamento.

Destinatari: Per bambini dai 4 anni e famiglie

Tipologia di evento: Teatro online per bambini

Questi eventi sono inseriti all’interno della rassegna Teatro Onlife organizzata con: l’Assessorato all’Istruzione del Comune di Verona, Mibact e Regione del Veneto.

Apr
4
Dom
2021
Spettacolo per famiglie – Pasqua
Apr 4@17:00–22:00
Spettacolo per famiglie - Pasqua @ online

Pasqua 2021: Il teatro per bambini direttamente a casa tua

Il 3 e 4 aprile proponiamo due spettacoli per famiglie online che possono diventare anche un divertente e insolito regalo per questo periodo.

Il 3 aprile vi presenteremo B&B (Biancaneve e la Bella addormentata) nella valle incaRtata, un delicato “evento di carta” che tratta il tema della parità di genere. Una storia originale scritta e interpretata da Pino Costalunga, con le bellissime immagini di Gaia Bellini.
L’evento è adatto ai bambini dai 4 anni, si terrà online alle ore 17, 18, 19 e 20.

Il 4 aprile sarà la volta di On, Off e il mistero della torta scomparsa, protagonisti sono due folletti, On e Off, che per sfuggire dalla DAF, Disinfestazione Anti Folletti, si improvvisano detective. Riusciranno a trovare il ladro di torte e salvarsi?
L’evento è adatto ai bambini dai 4 anni, si terrà online alle ore 17, 18 e 19.

Le proposte di Fondazione Aida proseguono anche sul fronte della formazione: dal 30 marzo i bambini dai 7 ai 10 anni potranno partecipare a La magia in un filo. Si tratta di un laboratorio teatrale online di cinque incontri in cui, attraverso la storia di un gomitolo, i ragazzi potranno riscoprire l’importanza delle connessioni e relazioni umane.

Data: il 03/04/2021 e 04/04/2021

Ripetizioni :
Gli spettacoli sono disponibili nei seguenti orari: 17, 18, 19 e 20.

Costo: 7 euro
Serve prenotare?Sì, necessaria prenotazione precedente
Le modalità di prenotazione: iscrizioni ONLINE
iscrizione online: QUI
Al momento dell’acquisto viene inviata una mail con i dettagli per il collegamento.

Destinatari: Per bambini dai 4 anni e famiglie

Tipologia di evento: Teatro online per bambini

Questi eventi sono inseriti all’interno della rassegna Teatro Onlife organizzata con: l’Assessorato all’Istruzione del Comune di Verona, Mibact e Regione del Veneto.

Apr
7
Mer
2021
Facciamo il cinema – Animiamoci!
Apr 7@16:30–19:00
Facciamo il cinema - Animiamoci! @ Nuovo Eden | Brescia | Lombardia | Italia

Nuova edizione di FACCIAMO IL CINEMA!
I laboratori di cinema d’animazione ed effetti speciali per bambini e ragazzi al Nuovo Eden

Facciamo il cinema: animiamoci!

Laboratorio di produzione di un breve cartone animato.

Promuovendo la creatività e la manualità, il laboratorio condurrà i ragazzi in un percorso di conoscenza dei meccanismi che stanno alla base del cinema di animazione.

I giovani animatori, lavorando in gruppo, potranno sperimentare in prima persona cosa significa realizzare un breve cortometraggio d’animazione.

Dall’invenzione della storia, alla costruzione dei personaggi, dalla pianificazione del lavoro all’animazione e alla sonorizzazione per finire con la proiezione al cinema del film.

DOVE: Cinema Nuovo Eden, Via Nino Bixio 9 – Brescia

CHI: Età 11 > 14 anni

QUANDO: 5 incontri di 2h e 30 min. ciascuno:
Le date:
7/14/21/28 aprile
5 maggio 2021
Orario: dalle 16:30 alle 19.00

I laboratori sono a numero chiuso.
Richiesta iscrizione

Il costo di partecipazione (5 incontri) è di 35 euro.

⇒ Animamoci è Autism Friendly in collaborazione con Autisminsieme

Scopri le date del percorso Facciamo il cinema – Animiamo l’arte

Apr
8
Gio
2021
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina
Apr 8@20:00–21:00
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i giovedì sera arriva la Fata Smemorina con la  Fiaba della Buonanotte!

Alle ore 20.00 è impigiamata e prontissima dalla Torretta della Fate con una nuova avventura del Bosco dei Folletti!

Direttamente dalla Casa delle Fate la lettura ed il teatrino con Fata Smemorina (me medesima), l’ Investigavolpe Rebecca, il Dottor Leprotto Fifotto, Fata D’Aria, Neraserpe e tutti gli amici di Catena Rossa.
Racconto di emozioni smemorate, di mirabolanti avventure e delle fatose magie della natura!

Ogni Fiaba della Buonanotte è inedita e aiuta i bambini a conoscere le emozioni e i sentimenti attraverso la natura.

Servirà poi la Marilenonna a spiegare la botanica ai bambini….

Segui la Fiaba della Buonotte sul canale Youtube

Divertiti con Fata Smemorina e l’Angolo degli Spagiughi il sabato pomeriggio

Apr
10
Sab
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Apr 10@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Facciamo il cinema – Animiamo l’arte
Apr 10@14:00–17:00
Facciamo il cinema - Animiamo l'arte @ vedi testo | Brescia | Lombardia | Italia

Riparte la nuova edizione di FACCIAMO IL CINEMA i laboratori di cinema d’animazione ed effetti speciali per bambini e ragazzi al Nuovo Eden.

La novità 2020 è Animiamo l’arte: laboratori dedicati ai bimbi dai 6 agli 11 anni per sperimentare tecniche e trucchi del cinema d’animazione e per scoprire divertendosi opere e artisti legati alla nostra città.
I laboratori infatti sono legati alle visite ai Musei e alle mostre cittadine da cui sarà tratta ispirazione per la realizzazione di una breve esperienza di animazione.

>>Sabato 13 febbraio dalle 14 alle 17
Raffaello (a piccole dosi)
I dipinti di Raffello sono così incredibilmente belli che quasi ci fanno venire le vertigini. Proviamo allora a non abbracciarli con gli occhi tutti in una volta. Prendiamoli a piccole dosi, un dettaglio dopo l’altro, un colore dopo l’altro. Entriamoci dentro passo dopo passo e perché no, proviamo anche a giocare con loro prendendo ispirazione dalla mostra al Museo Santa Giulia “Raffaello. L’invenzione del divino pittore”. Al Sig. Sanzio non farà altro che piacere!
DOVE: Museo di Santa Giulia, Via Musei 81/b – Brescia
CHI: Età 9 > 11 anni

>>Domenica 21 marzo dalle 14 alle 17
Baldeweg Cut-Out
Gli edifici, le strade, i ponti, le piazze sono spazi che, una volta costruiti, apparentemente non si muovono più. Siamo noi a muoverci dentro ed attraverso di essi e la nostra presenza li trasforma. Alcune volte molto lentamente, altre alla velocità della luce. Durante il laboratorio proveremo ad animare alcuni elementi delle opere di Juan Navarro Baldeweg presenti nella mostra in Santa Giulia “Juan Navarro Baldeweg. Architettura, Pittura, Scultura. In un campo di energia e processo” in modo insolito, utilizzando una tecnica che ci permetterà di entrare in contatto con la sua opera in modo originale e personale.
DOVE: Museo di Santa Giulia, Via Musei 81/b – Brescia
CHI: Età 6 > 8 anni

>>Sabato 10 aprile dalle 14 alle 17
Mettete dei fiori nei vostri cannoni!
Mettete dei fiori nei vostri cannoni dice un famoso slogan pacifista degli anni ‘60. Certo, lo sappiamo… è una metafora! Ma nel cinema tutto è possibile e in questo laboratorio proveremo davvero a guerreggiare a suon di petali di rose, tulipani, gerani e begonie. A partire dalla visita al Museo delle Armi “L. Marzoli”, scopriremo la storia dei reperti in esso custoditi e con la magia del cinema proveremo a “metterli in funzione” in modo alternativo.
DOVE: Museo delle armi “L. Marzoli” in Castello – Brescia
CHI: Età 6 > 8 anni

>>Domenica 18 aprile dalle 14 alle 17
Vittoria Moving On Up
Diva incontrastata della città di Brescia, Vittoria nel corso dei secoli ha mosso il cuore e lo spirito dei suoi concittadini. E se per una volta fossimo noi a muovere lei? Se potessimo regalarle, dopo anni ed anni di immobilità, qualche secondo di libertà? Come si muoverebbe? Come si vestirebbe? Cosa mai ci potrebbe dire se potesse parlare? Un laboratorio di cinema d’animazione, che prenderà il via dalla visita alla celebre stauta, in cui i partecipanti daranno vita a brevi sperimentazioni visive con un’unica incontrastata protagonista.
DOVE: Parco Archeologico, Via Musei 55 – Brescia
CHI: Età 9 > 11 anni

Il costo di partecipazione è di 13 euro e comprende sia la visita guidata che il laboratorio.
I laboratori sono a numero chiuso.
Per tutti i laboratori è obbligatoria la prenotazione è chiamando il numero 030.8379404 oppure mandando una mail a info@nuovoeden.it

 

Scopri le date del percorso Facciamo il cinema: Animiamoci

Laboratori creativi nell’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina
Apr 10@16:00–17:00
Laboratori creativi nell'angolo degli spaciughi di  Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i sabato pomeriggio la Fata Smemorina appuntamento con i laboratori creativi dell’angolo degli spaciughi

L’angolo degli spaciughi è il momento in cui dare sfogo alla creatività e alla fantasia!

Armati di carta, pennarelli, colla, forbici, cartoncini,…. e gli immancabili ponpon daremo vita insieme agli oggetti fantasticosi!

Pota, altrimenti che spaciughi sono??

L’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina è in onda tutti i sabato pomeriggio alle ore 16.00

Segui l’angolo degli spaciughi sul canale Youtube!

 

Le altre iniziative di Fata Smemorina…

Scopri anche la Fiaba della Buonanotte di Fata Smemorina!

Bolle di sapone con L’animatrice Strampalata – Tippy e le bolle pasquali
Apr 10@20:00–20:45
Bolle di sapone con L'animatrice Strampalata - Tippy e le bolle pasquali @ online - piattaforma Zoom

A super richiesta è stato subito riprogrammato una seconda replica del nuovo spettacolo di bolle di sapone online di Tanja l’Animatrice Strampalata in versione serale!

Sabato 10 aprile 2021 – Tippy e le bolle pasquali

Sul pianeta delle bolle di sapone c’è tanta allegria perché è primavera e arriva Pasqua!
Ma Tippy è un coniglietto solo ed arrabbiato che fa dispetti alle bolle creando confusione.
Riusciranno le nostre amiche Bolle a salvare la festa?

Non crederai che siano belle solo quando si possono scoppiare o rincorrere??
Preparati ad innamorarti di loro anche stando comodamente sotto una copertina sul divano di casa tua con i popcorn caldi!

Lo spettacolo adatto a TUTTI, piccini, adulti, curiosi e amanti delle bolle…Strampalate, proprio come lei!

Data: sabato 10 aprile 2021
Dalle ore: 20.00 – alle ore: 21.15

Costo: Costo del biglietto 10,00 euro a famiglia.
Serve prenotare? Si, necessaria prenotazione precedente

⇒Prenota subito il tuo posto QUI

Destinatari: bambini di tutte le età

Conosci già Tanja l’Animatrice Strampalata

 

Apr
12
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Apr 12@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Apr
14
Mer
2021
Facciamo il cinema – Animiamoci!
Apr 14@16:30–19:00
Facciamo il cinema - Animiamoci! @ Nuovo Eden | Brescia | Lombardia | Italia

Nuova edizione di FACCIAMO IL CINEMA!
I laboratori di cinema d’animazione ed effetti speciali per bambini e ragazzi al Nuovo Eden

Facciamo il cinema: animiamoci!

Laboratorio di produzione di un breve cartone animato.

Promuovendo la creatività e la manualità, il laboratorio condurrà i ragazzi in un percorso di conoscenza dei meccanismi che stanno alla base del cinema di animazione.

I giovani animatori, lavorando in gruppo, potranno sperimentare in prima persona cosa significa realizzare un breve cortometraggio d’animazione.

Dall’invenzione della storia, alla costruzione dei personaggi, dalla pianificazione del lavoro all’animazione e alla sonorizzazione per finire con la proiezione al cinema del film.

DOVE: Cinema Nuovo Eden, Via Nino Bixio 9 – Brescia

CHI: Età 11 > 14 anni

QUANDO: 5 incontri di 2h e 30 min. ciascuno:
Le date:
7/14/21/28 aprile
5 maggio 2021
Orario: dalle 16:30 alle 19.00

I laboratori sono a numero chiuso.
Richiesta iscrizione

Il costo di partecipazione (5 incontri) è di 35 euro.

⇒ Animamoci è Autism Friendly in collaborazione con Autisminsieme

Scopri le date del percorso Facciamo il cinema – Animiamo l’arte

Apr
15
Gio
2021
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina
Apr 15@20:00–21:00
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i giovedì sera arriva la Fata Smemorina con la  Fiaba della Buonanotte!

Alle ore 20.00 è impigiamata e prontissima dalla Torretta della Fate con una nuova avventura del Bosco dei Folletti!

Direttamente dalla Casa delle Fate la lettura ed il teatrino con Fata Smemorina (me medesima), l’ Investigavolpe Rebecca, il Dottor Leprotto Fifotto, Fata D’Aria, Neraserpe e tutti gli amici di Catena Rossa.
Racconto di emozioni smemorate, di mirabolanti avventure e delle fatose magie della natura!

Ogni Fiaba della Buonanotte è inedita e aiuta i bambini a conoscere le emozioni e i sentimenti attraverso la natura.

Servirà poi la Marilenonna a spiegare la botanica ai bambini….

Segui la Fiaba della Buonotte sul canale Youtube

Divertiti con Fata Smemorina e l’Angolo degli Spagiughi il sabato pomeriggio

Apr
16
Ven
2021
Teatro nel lettone – narrazioni per famiglie
Apr 16@20:45–22:30

Teatro nel lettone: Narrazioni animate online per famiglie

Una rassegna di narrazioni animate per bambini e famiglie da seguire tutti abbracciati nel lettone: infila il pigiamino, accendi Zoom e partecipa al racconto trasformandoti nei personaggi e interpretando ambienti e azioni di scena.

Giocare a trasformarsi e a far finta è solo uno dei grandi talenti dei bambini: nei momenti di difficoltà, rappresenta un’incredibile risorsa per nutrire creatività e resilienza, e per continuare a viaggiare con la fantasia.
La bravissima attrice Lavinia Costantino intratterrà i bambini con tre appuntamenti di teatro online per raccontare storie in cui i bambini diventeranno i diretti protagonisti!

Gli spettacoli sono adatti a tutte le famiglie con bambini di età 5/11 anni, ma anche i più piccoli sono benvenuti.

Il costo di partecipazione è di 10€ a connessione

5 Gennaio 2021 alle ore 20:45 La Befana vien di notte…
Racconti tradizionali europei per scoprire tutto, ma proprio tutto, sulla vecchina dalle scarpe rotte e il cuore dolce. Preparatevi a volare sulla scopa e a riempire la calza con tutti i tesori più preziosi che hai.
La storia è piena di personaggi, magie ed effetti speciali, e saranno proprio i bambini a realizzarli partecipando attivamente come attore, musicista, danzatore e tecnico di scena!
Per partecipare attivamente all’evento vi servirà un fazzoletto o una scialle da Befano e Befana, una calza da riempiere (più grande è meglio è!) una maschera da Befano o Befana che potrete realizzare a vostro piacimento!

5 Febbraio 2021 arriva L’Inverno e la bambina
C’era una volta, in un paese lontano lontano, un villaggio che era rimasto sepolto dal gelo.
Le persone avevano dimenticato il tepore del sole e il profumo dell’erba, e così decisero di mandare qualcuno a trattare con l’Inverno nel suo Palazzo di Ghiaccio. Decisero, però, di mandarci una bambina…
Una favola di origine bulgara sul coraggio e l’amore, e su tutto ciò che continua a vivere e germogliare anche nei periodi difficili.

5 Marzo 2021
In fondo all’arcobaleno

Hai mai sentito parlare dei Leprecauni?
Quei buffi folletti vestiti di verde che… oh, non posso raccontartelo adesso! Dobbiamo correre a salvarli perché quella pentola d’oro che custodiscono sotto l’arcobaleno è sparita, e qualcuno vuole usarla per qualcosa di tremendo!
Racconti dal folklore irlandese per aspiranti esploratori di arcobaleni e per famiglie che vogliono scoprire di possedere già il tesoro più grande

Per partecipare alla storia come un vero attore ti occorrerà:
– vestirti con tutto ciò che hai in casa di color verde: sbizzarrisciti!
– scegliere un barattolo (di riciclo, mi raccomando) da riempire con i vostri tesori
– portare fogli, penne, forbici e pennarelli!

Venerdì 16 Aprile 2021
“Il magico albero di pere”
Una narrazione animata per bambini e famiglie, per volare fino alla Cina e scoprire come la generosità sia una magia davvero potente.
Per partecipare alla storia come un vero attore ti occorrerà:
– vestirti come se fossi in un antico villaggio cinese: potrai essere una vecchina, un anziano monaco, un bambino che gioca per strada, un ricco mercante…
– preparare una bancarella con le tue cose preferite da mangiare
– portare qualche lenticchia, una piccolo vassoio (come quelli trasparenti per l’imballo della frutta) e dell’ovatta

Iscriviti alla data

Venerdì 14 Maggio 2021
“Tutti insieme al colibrì”
Una narrazione animata per famiglie con bambini in cui scoprire che nessuno è mai troppo piccolo per dare un grande contributo.
Una storia che ti porterà in Africa, a salvare la savana minacciata da un terribile incendio. Ma non temere: anche se sei piccolino, puoi certamente fare la tua parte!
Per partecipare alla storia come un vero attore ti occorrerà:
– creare una maschera o un travestimento scegliendo tra: leone/leonessa, elefanti, colibrì , zebra, scimmia, giraffa
– ripassare benissimo i versi degli animali: ci serve la voce di tutti!
– procurarti della carta crespa gialla, arancione o rossa
– far partecipare i grandi insieme a te!

Iscriviti alla data

 

Teatro nel lettone

Apr
17
Sab
2021
Laboratori creativi nell’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina
Apr 17@16:00–17:00
Laboratori creativi nell'angolo degli spaciughi di  Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i sabato pomeriggio la Fata Smemorina appuntamento con i laboratori creativi dell’angolo degli spaciughi

L’angolo degli spaciughi è il momento in cui dare sfogo alla creatività e alla fantasia!

Armati di carta, pennarelli, colla, forbici, cartoncini,…. e gli immancabili ponpon daremo vita insieme agli oggetti fantasticosi!

Pota, altrimenti che spaciughi sono??

L’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina è in onda tutti i sabato pomeriggio alle ore 16.00

Segui l’angolo degli spaciughi sul canale Youtube!

 

Le altre iniziative di Fata Smemorina…

Scopri anche la Fiaba della Buonanotte di Fata Smemorina!

Apr
18
Dom
2021
Spettacolo per famiglie – Dov’è finita la mia ombra?!
Apr 18@11:30–19:00
Spettacolo per famiglie - Dov'è finita la mia ombra?! @ online

Spettacolo online per famiglie e bambini della rassegna Teatro Onlife di Fondazione Aida dal titolo
Dov’è finita la mia ombra?!
Una storia di amicizia che tratta la scoperta di sé e dell’altro
Spettacolo di teatro per ragazzi in programma online

C’era una volta un bambino che non sopportava proprio la sua ombra. Lui si chiamava Pin e la sua ombra, beh, si chiamava Ombra. La sua ombra lo copiava dalla mattina alla sera: Pin se non si lavava i denti prima di andare a dormire nemmeno l’ombra se li lavava e la sua mamma si arrabbiava.
Non si arrabbiava con Ombra, solo con Pin!

Questi sono i personaggi di Dov’è finita la mia ombra?

Una storia di amicizia, scoperta di sé e dell’altro, per imparare che anche se si è diversi (a volte solo in apparenza), c’è sempre un modo per superare le differenze e gli screzi di tutti i giorni e diventare davvero amici.

La proposta è scritta e interpretata dall’attrice e regista Mariangela Diana, tra i finalisti del Premio Hystrio alla vocazione nel 2019.

Data: 18 aprile 2021
Orari degli spettacoli:
– alle ore 11.30
– alle ore 18.00
– alle ore 18.45
– alle ore 20.15
Durata di ogni evento: 45 minuti

Costo: €7
Serve prenotare?Sì, necessaria prenotazione precedente
Le modalità di prenotazione: iscrizioni ONLINE
Al momento dell’acquisto verrà inviata una mail con i dettagli per il collegamento.

ISCRIVITI QUI

Destinatari: bambini dai 4 ai 10 anni

Facciamo il cinema – Animiamo l’arte
Apr 18@14:00–17:00
Facciamo il cinema - Animiamo l'arte @ vedi testo | Brescia | Lombardia | Italia

Riparte la nuova edizione di FACCIAMO IL CINEMA i laboratori di cinema d’animazione ed effetti speciali per bambini e ragazzi al Nuovo Eden.

La novità 2020 è Animiamo l’arte: laboratori dedicati ai bimbi dai 6 agli 11 anni per sperimentare tecniche e trucchi del cinema d’animazione e per scoprire divertendosi opere e artisti legati alla nostra città.
I laboratori infatti sono legati alle visite ai Musei e alle mostre cittadine da cui sarà tratta ispirazione per la realizzazione di una breve esperienza di animazione.

>>Sabato 13 febbraio dalle 14 alle 17
Raffaello (a piccole dosi)
I dipinti di Raffello sono così incredibilmente belli che quasi ci fanno venire le vertigini. Proviamo allora a non abbracciarli con gli occhi tutti in una volta. Prendiamoli a piccole dosi, un dettaglio dopo l’altro, un colore dopo l’altro. Entriamoci dentro passo dopo passo e perché no, proviamo anche a giocare con loro prendendo ispirazione dalla mostra al Museo Santa Giulia “Raffaello. L’invenzione del divino pittore”. Al Sig. Sanzio non farà altro che piacere!
DOVE: Museo di Santa Giulia, Via Musei 81/b – Brescia
CHI: Età 9 > 11 anni

>>Domenica 21 marzo dalle 14 alle 17
Baldeweg Cut-Out
Gli edifici, le strade, i ponti, le piazze sono spazi che, una volta costruiti, apparentemente non si muovono più. Siamo noi a muoverci dentro ed attraverso di essi e la nostra presenza li trasforma. Alcune volte molto lentamente, altre alla velocità della luce. Durante il laboratorio proveremo ad animare alcuni elementi delle opere di Juan Navarro Baldeweg presenti nella mostra in Santa Giulia “Juan Navarro Baldeweg. Architettura, Pittura, Scultura. In un campo di energia e processo” in modo insolito, utilizzando una tecnica che ci permetterà di entrare in contatto con la sua opera in modo originale e personale.
DOVE: Museo di Santa Giulia, Via Musei 81/b – Brescia
CHI: Età 6 > 8 anni

>>Sabato 10 aprile dalle 14 alle 17
Mettete dei fiori nei vostri cannoni!
Mettete dei fiori nei vostri cannoni dice un famoso slogan pacifista degli anni ‘60. Certo, lo sappiamo… è una metafora! Ma nel cinema tutto è possibile e in questo laboratorio proveremo davvero a guerreggiare a suon di petali di rose, tulipani, gerani e begonie. A partire dalla visita al Museo delle Armi “L. Marzoli”, scopriremo la storia dei reperti in esso custoditi e con la magia del cinema proveremo a “metterli in funzione” in modo alternativo.
DOVE: Museo delle armi “L. Marzoli” in Castello – Brescia
CHI: Età 6 > 8 anni

>>Domenica 18 aprile dalle 14 alle 17
Vittoria Moving On Up
Diva incontrastata della città di Brescia, Vittoria nel corso dei secoli ha mosso il cuore e lo spirito dei suoi concittadini. E se per una volta fossimo noi a muovere lei? Se potessimo regalarle, dopo anni ed anni di immobilità, qualche secondo di libertà? Come si muoverebbe? Come si vestirebbe? Cosa mai ci potrebbe dire se potesse parlare? Un laboratorio di cinema d’animazione, che prenderà il via dalla visita alla celebre stauta, in cui i partecipanti daranno vita a brevi sperimentazioni visive con un’unica incontrastata protagonista.
DOVE: Parco Archeologico, Via Musei 55 – Brescia
CHI: Età 9 > 11 anni

Il costo di partecipazione è di 13 euro e comprende sia la visita guidata che il laboratorio.
I laboratori sono a numero chiuso.
Per tutti i laboratori è obbligatoria la prenotazione è chiamando il numero 030.8379404 oppure mandando una mail a info@nuovoeden.it

 

Scopri le date del percorso Facciamo il cinema: Animiamoci

Teatro per famiglie in live streaming con Filodirame
Apr 18@17:00–22:00

Questo periodo di pandemia non ferma il Teatro, non ferma Filodirame.
Ritorna la STAGIONE ONLINE rigorosamente in LIVE-STREAMING, ma non aspettatevi di restare comodi sul divano!
Da casa sarà possibile interagire con lo spettacolo e aiutare, ciascuno in maniera originale e creativa, a vivere uno spettacolo irripetibile…
Insomma che le sorprese non mancheranno!
Preparatevi dunque a divertirvi come non avete mai fatto da casa, proprio come se fossimo in teatro, ma con una marcia in più!

Di folli, di William e d’altre sciocchezze
VEN 26 Febbraio 21:00

E’ troppo tardi quando Mercuzio e Valentino, giullari di professione, si accorgono di aver studiato due testi differenti. Una sola ora li divide dalla messa in scena di fronte al Duca… Una corsa contro il tempo con canovacci ispirati ad alcune delle più famose opere shakespeariane: tra goliardiche risate ed imbarazzanti equivoci ce la faranno i due Folli Giullari nella loro impresa?
COMMEDIA DELL’ARTE per TUTTI

Gioppino e la principessa stregata
DOM 28 Febbraio 17:00

Al castello di re Gustavo fervono i preparativi per le imminenti nozze tra Arlecchino e la Principessa Maristella; tutto sembra proceda bene. Purtroppo però la strega Maccherona vuole impossessarsi del regno e così decide di far cadere sulla povera Principessa un tremendo maleficio.
A re Gustavo e ad Arlecchino, disperati, non resta che affidarsi all’intervento del coraggioso ed intrepido Gioppino.
Con l’aiuto dei bambini e del suo immancabile bastone, Gioppino costringerà la strega a sciogliere il maleficio, riportando così serenità ed allegria al castello. La storia si concluderà con il classico ballo dei protagonisti che potranno finalmente festeggiare le nozze tra Arlecchino e la Principessa.

Spettacolo di Burattini di legno animati in baracca tradizionale per bambini e famiglie

Prenota il tuo posto QUI

pre-iStoric Selfie
DOM 28 Marzo 17:00

Camillo è un bambino nativo-digitale come tanti, che vive la sua vita in costante simbiosi con la tecnologia. Grazie all’aiuto di iSgnap, il suo fido tablet, compagno inseparabile di avventure, incontra Bu e Ba, due uomini primitivi in carne ed ossa. Magia o tecnologia? Nel tentativo di riportare a casa i primitivi, fra mille divertenti peripezie nascerà un’amicizia che renderà l’incontro indimenticabile e motivo di crescita per Camillo. Due mondi tanto differenti si scontrano alla ricerca di ciò che è sostanziale per la felicità dell’uomo.
TEATRO PER FAMIGLIE

Guarda subito il trailer QUI 

Tipo di spettacolo: Teatro d’attore con danza acrobatica, elementi di tecnologia e coinvolgimento attivo del pubblico.

Costo per connessione: €20,00

Prenota il tuo posto QUI

I musicanti di Brema
DOM 18 Aprile 17:00

Rappresentata tramite Teatro d’Attore, Narrazione ed Effetti Sonori dal vivo, la storia prende vita coinvolgendo fortemente sia i bambini che il pubblico presente, poiché chiamati a partecipare direttamente agli effetti sonori proposti dagli attori. Anche ONLINE!
TEATRO PER FAMIGLIE

Prenota il tuo posto QUI

⇒Tutte le proposte sono adatte a famiglie e bambini dai 5 anni

Scopri l’abbonamento

 

spettacolo teatro online per famiglie musicati di brema filodirame

Apr
19
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Apr 19@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Apr
21
Mer
2021
Facciamo il cinema – Animiamoci!
Apr 21@16:30–19:00
Facciamo il cinema - Animiamoci! @ Nuovo Eden | Brescia | Lombardia | Italia

Nuova edizione di FACCIAMO IL CINEMA!
I laboratori di cinema d’animazione ed effetti speciali per bambini e ragazzi al Nuovo Eden

Facciamo il cinema: animiamoci!

Laboratorio di produzione di un breve cartone animato.

Promuovendo la creatività e la manualità, il laboratorio condurrà i ragazzi in un percorso di conoscenza dei meccanismi che stanno alla base del cinema di animazione.

I giovani animatori, lavorando in gruppo, potranno sperimentare in prima persona cosa significa realizzare un breve cortometraggio d’animazione.

Dall’invenzione della storia, alla costruzione dei personaggi, dalla pianificazione del lavoro all’animazione e alla sonorizzazione per finire con la proiezione al cinema del film.

DOVE: Cinema Nuovo Eden, Via Nino Bixio 9 – Brescia

CHI: Età 11 > 14 anni

QUANDO: 5 incontri di 2h e 30 min. ciascuno:
Le date:
7/14/21/28 aprile
5 maggio 2021
Orario: dalle 16:30 alle 19.00

I laboratori sono a numero chiuso.
Richiesta iscrizione

Il costo di partecipazione (5 incontri) è di 35 euro.

⇒ Animamoci è Autism Friendly in collaborazione con Autisminsieme

Scopri le date del percorso Facciamo il cinema – Animiamo l’arte

Apr
22
Gio
2021
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina
Apr 22@20:00–21:00
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i giovedì sera arriva la Fata Smemorina con la  Fiaba della Buonanotte!

Alle ore 20.00 è impigiamata e prontissima dalla Torretta della Fate con una nuova avventura del Bosco dei Folletti!

Direttamente dalla Casa delle Fate la lettura ed il teatrino con Fata Smemorina (me medesima), l’ Investigavolpe Rebecca, il Dottor Leprotto Fifotto, Fata D’Aria, Neraserpe e tutti gli amici di Catena Rossa.
Racconto di emozioni smemorate, di mirabolanti avventure e delle fatose magie della natura!

Ogni Fiaba della Buonanotte è inedita e aiuta i bambini a conoscere le emozioni e i sentimenti attraverso la natura.

Servirà poi la Marilenonna a spiegare la botanica ai bambini….

Segui la Fiaba della Buonotte sul canale Youtube

Divertiti con Fata Smemorina e l’Angolo degli Spagiughi il sabato pomeriggio

Apr
23
Ven
2021
Festival Carta della Terra – 2021
Apr 23 giorno intero
Festival Carta della Terra - 2021 @ Brescia e provincia | Monticelli Brusati | Lombardia | Italia

Giunto alla sua sesta edizione, il Festival Carta della Terra è promosso e organizzato da Fondazione Cogeme in collaborazione con numerose realtà istituzionali e con il patrocinio di prestigiosi Enti. Esso trae la propria ispirazione dal Documento omonimo e cerca di attualizzare i principi di sostenibilità ambientale (ma non solo) tramite una sensibilizzazione capillare e puntando soprattutto sul ruolo delle Municipalità, delle scuole e delle reti di associazioni/enti attivi sul territorio.

Protagonista dell’edizione 2021, in scena nei mesi di aprile-maggio-giugno e nel pieno rispetto delle restrizioni dovute al protrarsi della diffusione del Covid-19, la “Terra”“Terra: un viaggio per il mondo nuovo”, questo il titolo completo della manifestazione e delle numerose iniziative organizzate in prevalenza all’aperto – o in digitale – da Fondazione Cogeme in stretta sinergia con le amministrazioni comunali aderenti e i partner.

Questa nuova edizione del Festival inizia con la conferenza stampa di presentazione organizzata in concomitanza con la “Giornata della Terra” ricorrenza in cui si celebra l’ambiente e la salvaguardia del pianeta Terra. Le nazioni Unite celebrano questa ricorrenza ogni anno, un mese e un giorno dopo l’equinozio di primavera, ovvero il 22 aprile.

Programma Festival della Terra

23 aprile ORE 17.30
Quanto soffre la nostra Terra: il termometro dei ghiacci
a cura di Christian Casarotto Muse Museo delle Scienze di Trento I ghiacciai sono un elemento del paesaggio alpino, un’importante risorsa d’acqua necessaria dal punto di vista sociale, turistico, economico ed energetico. Negli ultimi 25 anni hanno subito una forte contrazione e, di conseguenza, la montagna è cambiata. Le variazioni glaciali sono il termometro dei cambiamenti climatici che, da sempre, hanno accompagnato l’evoluzione del paesaggio e le nostre attività.

08 maggio ORE 16.00 La Terra degli orti
Passeggiata filosofica presso l’Orto delle querce In compagnia di Antonio De Matola, ideatore e curatore degli Orti Botanici di Ome
In conclusione presentazione del progetto Eden forever Spedizione scientifica per la salvaguardia e lo studio del “dna” originale dei meli

19 maggio DALLE ORE 14.00
Senza zaino day
“Rete Senza Zaino” ogni anno, nel mese di maggio, festeggia con tutte le scuole aderenti il “Senza zaino day” giornata nazionale con l’obiettivo di aprire gli spazi scolastici e mostrare le pratiche di questo modello di scuola e, nello stesso tempo, lanciare messaggi educativi rivolti agli adulti: siano essi genitori, amministratori di enti locali, giornalisti, cittadini in generale

22 MAGGIO 2021
Un seme non muore mai: diventeremo spighe mature e potenti

ore 10.30 – Un seme non muore mai: diventeremo spighe mature e potenti Leno, villa Badia
L’Istituto comprensivo di Leno presenta: Saluti delle Autorità Sottoscrizione da parte dei Sindaci del territorio della “Carta della terra” La terra, nostra casa I bambini e le bambine della scuola dell’infanzia presentano varie iniziative in merito al tema della sostenibilità SOS Terra: idee green per aiutare il pianeta I bambini e le bambine della scuola primaria condividono idee e proposte green per la salvaguardia del pianeta. Una nuova mobilità Gli alunni della scuola secondaria invitano a sperimentare modi di muoversi ‘green’, rispettosi dell’ambiente, a tutela del territorio. TGlenotizie Servizio realizzato dai ragazzi e dalle ragazze della Scuola Secondaria di I grado sulla manifestazione. Orto in condotta Realizzazione di orti nelle scuole dell’IC di Leno in collaborazione con Slow food Bassa Bresciana Inaugurazione dei terreni individuati per la semina del grano

ore 10.30 – L’Istituto Capirola presenta: Il Capirola è green!
Progettiamo il Capirola green corso CAT:
1) progettazione di pannelli solari e vasche di raccolta acque piovane
2) gestire un cantiere sostenibile Salviamo la nostra casa corso professionale Campagna di sensibilizzazione alla raccolta differenziata e alla sostenibilità con utilizzo dei social media Essere attivisti globali – corso LLG Percorsi in lingua straniera sul Global Changes Percorsi Turistici Green – corso Tur Plan(et) Life – corso LSU Sottoscrizione da parte dei Sindaci del territorio della Carta della terra

22 e 23 maggio La terra è femmina
Storie di donne che lavorano con la Terra. Andremo alla scoperta di alcuni luoghi bresciani in cui l’imprenditorialità femminile incrocia la riscoperta della Terra e dei suoi frutt

22 maggio ORE 10.30
La Terra di Sonia
Visita guidata presso l’azienda agricola Moletta di Sonia Moletta, in via Fenilazzo 2305, Rudiano (Bs) in compagnia di Nadia Turelli, responsabile di Donne Impresa e Vice Presidente di Coldiretti Brescia.

23 maggio ore 10.30
La Terra di Luisa
Visita guidata presso l’azienda “Vigna dorata” (https://www.vignadorata.com/it/ ) in Via Sala, 80, 25046 Cazzago San Martino in compagnia di Luisa Rocco

23 maggio ore 15.30
Le Meraviglie della Terra del Fiume
È una manifestazione di turismo esperienziale ideata dal Comune di Palazzolo sull’Oglio che prevede l’apertura al pubblico dei monumenti e luoghi più rappresentativi della città con l’obiettivo di far conoscere, valorizzare e promuovere il patrimonio storico, artistico e culturale del territorio palazzolese. Curiosando tra i parchi urbani: itinerario naturalistico a cura di Roberto Lancini. Ritrovo: Piazza Castello, Palazzolo sull’Oglio dalle ore 15:30 Promosso nell’ambito della manifestazione “Le Meraviglie della Terra del Fiume”.

26 maggio ORE 11.00
Il Sentiero del Respiro
Il sogno di Berlingo ed il memoriale dedicato alle vittime Covid Conferenza stampa di presentazione del progetto presso il “sentiero” individuato a ricordo delle vittime, in via XX settembre, nelle vicinanze della Scuola intitolata a “Dario Ciapetti”

05 giugno ORE 10.00-12.00
Camminata nelle “Terre basse” in collaborazione con il comune di Borgo San Giacomo, Fondazione Castello di Padernello, Associazione delle Terre Basse.
Padernello Sono consentiti un max di 30 partecipanti. Per iscrizioni contattare segreteria.fondazione@cogeme.net Dal Ponte Mauri al ponte della roggia Savarona

13 giugno ORE 10.00-12.00
Alla riscoperta del PLIS e del laghetto di Scarpizzolo
Camminata lungo i sentieri del Parco dello Strone e presso “il laghetto dei sogni” in collaborazione e con il patrocinio di Comune di San Paolo, Comune di Verolavecchia, Associazione Terre basse.

20 giugno ORE 9.00-12.30
La Terra dei fontanili
Biciclettata lungo la bassa pianura bresciana da Lograto al Mella. In collaborazione con comunità locali, Consorzio Oglio Mella.

20 giugno ORE 20.30
Mic Circ Fratilor
Teatro a Terra La meraviglia è un equilibrio che si rompe
Due fratelli, un po’ romeni, un po’ italiani, mettono in scena un piccolo circo. Tutto è giocato su piccoli equilibri che cercano di rimanere tali ma così non è, e proprio in questo modo ci meravigliano. Mic Circ Fratilor è la storia di due fratelli, gli ultimi di una stirpe di lunga tradizione circense. Chefu, il più grande, ha un carattere severo, è facilmente irascibile ed un po’ sadico; Buda, il più giovane, è, al contrario, esuberante, pieno di vita e molto distratto. Hanno perso tutto, sono rimasti soli, con i loro strumenti ed un traballante baracchino su quattro ruote dal quale nascono musiche dai suoni elettronici, personaggi grotteschi ed animali inaspettati. Così, cercano di portare avanti lo spettacolo di famiglia diventando contemporaneamente fanfara, giocolieri, acrobati, animali, ma soprattutto uomini. Lo spettacolo è in equilibrio precario per i continui errori di Buda e l’irruenza di Chefu. Anche il rapporto tra i due è al limite della tensione. Ma, nonostante tutto, riescono a portare a termine il loro piccolo circo sgangherato e concludere con un gran finale.

27 giugno ORE 09.00-13-00
In cammino nella Terra della percezione
Cammino geopoetico in compagnia di Davide Sapienza sui sentieri del Monte Orfano.

28 giungo ORE 17.15-19.00
La cura dello sguardo, piccola farmacia poetica Camminata in compagnia di Franco Arminio.
Attraverso la splendida riserva naturale delle Torbiere del Sebino camminata con guide esperte alla scoperta di uno spettacolare angolo del mondo.

Il Festival nella Microeditoria GIUGNO 2021

SABATO 26
ore 15.00 Salvatore Veca Le dimensioni della sostenibilità
ore 18.30 Maurizio Martina Presentazione del volume Cibo sovrano. Le guerre alimentari globali al tempo del virus Mondadori

DOMENICA 27
ore 17.30 Davide Sapienza Presentazione del volume Avventure nelle terre della percezione Bolis edizioni

LUNEDI’ 28
ore 20.30 Franco Arminio Presentazione dell’ultimo libro Lettere a chi non c’era Bompiani

 

Scarica il PROGRAMMA dettagliato del Festival della Carta

Apr
24
Sab
2021
Laboratori creativi nell’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina
Apr 24@16:00–17:00
Laboratori creativi nell'angolo degli spaciughi di  Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i sabato pomeriggio la Fata Smemorina appuntamento con i laboratori creativi dell’angolo degli spaciughi

L’angolo degli spaciughi è il momento in cui dare sfogo alla creatività e alla fantasia!

Armati di carta, pennarelli, colla, forbici, cartoncini,…. e gli immancabili ponpon daremo vita insieme agli oggetti fantasticosi!

Pota, altrimenti che spaciughi sono??

L’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina è in onda tutti i sabato pomeriggio alle ore 16.00

Segui l’angolo degli spaciughi sul canale Youtube!

 

Le altre iniziative di Fata Smemorina…

Scopri anche la Fiaba della Buonanotte di Fata Smemorina!

Apr
26
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Apr 26@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

Apr
28
Mer
2021
Facciamo il cinema – Animiamoci!
Apr 28@16:30–19:00
Facciamo il cinema - Animiamoci! @ Nuovo Eden | Brescia | Lombardia | Italia

Nuova edizione di FACCIAMO IL CINEMA!
I laboratori di cinema d’animazione ed effetti speciali per bambini e ragazzi al Nuovo Eden

Facciamo il cinema: animiamoci!

Laboratorio di produzione di un breve cartone animato.

Promuovendo la creatività e la manualità, il laboratorio condurrà i ragazzi in un percorso di conoscenza dei meccanismi che stanno alla base del cinema di animazione.

I giovani animatori, lavorando in gruppo, potranno sperimentare in prima persona cosa significa realizzare un breve cortometraggio d’animazione.

Dall’invenzione della storia, alla costruzione dei personaggi, dalla pianificazione del lavoro all’animazione e alla sonorizzazione per finire con la proiezione al cinema del film.

DOVE: Cinema Nuovo Eden, Via Nino Bixio 9 – Brescia

CHI: Età 11 > 14 anni

QUANDO: 5 incontri di 2h e 30 min. ciascuno:
Le date:
7/14/21/28 aprile
5 maggio 2021
Orario: dalle 16:30 alle 19.00

I laboratori sono a numero chiuso.
Richiesta iscrizione

Il costo di partecipazione (5 incontri) è di 35 euro.

⇒ Animamoci è Autism Friendly in collaborazione con Autisminsieme

Scopri le date del percorso Facciamo il cinema – Animiamo l’arte

Apr
29
Gio
2021
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina
Apr 29@20:00–21:00
La Fiaba della Buonanotte con Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i giovedì sera arriva la Fata Smemorina con la  Fiaba della Buonanotte!

Alle ore 20.00 è impigiamata e prontissima dalla Torretta della Fate con una nuova avventura del Bosco dei Folletti!

Direttamente dalla Casa delle Fate la lettura ed il teatrino con Fata Smemorina (me medesima), l’ Investigavolpe Rebecca, il Dottor Leprotto Fifotto, Fata D’Aria, Neraserpe e tutti gli amici di Catena Rossa.
Racconto di emozioni smemorate, di mirabolanti avventure e delle fatose magie della natura!

Ogni Fiaba della Buonanotte è inedita e aiuta i bambini a conoscere le emozioni e i sentimenti attraverso la natura.

Servirà poi la Marilenonna a spiegare la botanica ai bambini….

Segui la Fiaba della Buonotte sul canale Youtube

Divertiti con Fata Smemorina e l’Angolo degli Spagiughi il sabato pomeriggio

Mag
1
Sab
2021
Laboratori creativi nell’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina
Mag 1@16:00–17:00
Laboratori creativi nell'angolo degli spaciughi di  Fata Smemorina @ Online - Youtube

Tutti i sabato pomeriggio la Fata Smemorina appuntamento con i laboratori creativi dell’angolo degli spaciughi

L’angolo degli spaciughi è il momento in cui dare sfogo alla creatività e alla fantasia!

Armati di carta, pennarelli, colla, forbici, cartoncini,…. e gli immancabili ponpon daremo vita insieme agli oggetti fantasticosi!

Pota, altrimenti che spaciughi sono??

L’angolo degli spaciughi di Fata Smemorina è in onda tutti i sabato pomeriggio alle ore 16.00

Segui l’angolo degli spaciughi sul canale Youtube!

 

Le altre iniziative di Fata Smemorina…

Scopri anche la Fiaba della Buonanotte di Fata Smemorina!

Mag
3
Lun
2021
Metamorfosi Festival | Teatro19
Mag 3@10:00–22:00
Metamorfosi Festival | Teatro19 @ teatro 19 online | Brescia | Lombardia | Italia

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

L’edizione 2021 di Metamorfosi Festival – scena mentale in trasformazione (la settima) cambia forma, diventa un non-festival pronto a dipanarsi da febbraio a giugno, un percorso inizialmente caratterizzato da appuntamenti online e poi (quando sarà possibile) da appuntamenti in presenza. Il 25/2 ci sarà la conferenza stampa e sarà quindi possibile reperire il programma definitivo sul nostro sito (ma già, nella sezione CALENDARIO, si trova quasi tutto).
Ci preme anticiparti l’evento inaugurale certe che possa incontrare il tuo interesse:

Domenica 28 febbraio 2021
convegno online in diretta Facebook sulla pagina di Metamorfosi Festival
ore 10:00 – 13:00 e 14:30 – 16:30

TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
la salute del teatro passa dalla sua diversità: un’arte fragile e folle che indaga la relazione tra luoghi e persone

Ideato da Teatro19, a cura di Elena Scolari a partire da un incontro di co-progettazione con realtà teatrali, utenti e spettatori

Una giornata per ascoltare, incontrarsi, confrontarsi e riflettere sui possibili orizzonti del teatro, sui suoi cambiamenti, sulle fragilità e le possibilità. Con l’incontro TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA Metamorfosi Festival 2021offre un’occasione di confronto per ragionare intorno al teatro, al concetto di relazione, alla salute mentale e al rapporto che il teatro può avere con la città e con chi la abita.

“Vogliamo provare a capire se il teatro, e in particolare quello che si confronta con il disagio mentale, possa tornare ad essere un mezzo di comunicazione con i cittadini e con il tessuto di un territorio; vogliamo esplorare i diversi modi di stare in relazione con se stessi, con gli altri e con i luoghi; vogliamo attraversare le fragilità di un’arte che dell’umano non può fare a meno affiancandola all’eccentricità di chi può scuotere il nostro precario equilibrio” Elena Scolari.

Durante la mattinata sono invitati a condividere pensieri l’esperta in Recovery Deborah Rancati, il poeta e drammaturgo Giuliano Scabia. lo psichiatra Renzo Destefani, il giornalista e psicologo Massimo Cirri, la dramaturg e fondatrice de “La Bottega dello Sguardo” Renata Molinari.
Nel pomeriggio una dozzina di compagnie teatrali italiane con storie e provenienze diverse, dialogano stimolate da “incursioni” di un gruppo di ragazzi dai 16 ai 25 anni appassionati di teatro.

Il programma del festival Metamorfosi

(il programma potrebbe subire alcune variazioni in base alle disposizioni sanitarie)

Scarica il programma del Festival

Lunedì 1, 8, 15, 22, 29 marzo
lunedì 12, 19, 26 aprile
Lunedì 3, 10 maggio
Ore 14:00 – 16:00
Eventi online tramite piattaforma Zoom
Partecipazione gratuita previa iscrizione
OSA – Officina Serendippo
Aperta Parte integrante del Progetto Metamorfosi in Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità è il programma radiofonico SERENDIPPO – tutto quanto fa salute mentale in onda ogni giovedì dalle 15:15 alle 16:00 sulle frequenze di Radio Onda D’urto.
Ogni lunedì dalle 14:00 alle 16:00 la redazione del programma si ritrova (attualmente da remoto) per costruire insieme la scaletta della trasmissione. Abbiamo deciso di aprire questo appuntamento a nuovi ospiti che attraverso la piattaforma Zoom potranno interagire con i redattori, partecipare alla costruzione della trasmissione e, intervistati, diverranno essi stessi parte della trasmissione. Per 10 lunedì, a partire da lunedì 1 marzo 2021 l’officina apre le sue porte virtuali e raccoglie adesioni.

DPCM – Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche INVISIBILE, IN MOSTRA, DOMANDE
Eventi online tramite piattaforma Zoom e Facebook
Partecipazione gratuita previa iscrizione
Teatro19 con la Compagnia Laboratorio Metamorfosi coglie l’incertezza come un’opportunità per misurarsi, attraverso le nuove tecnologie, con nuove vie espressive e creative.
Programma quindi degli appuntamenti online (e se possibile, nel mese di maggio, parzialmente in presenza) durante i quali attori e spettatori potranno essere parte di un medesimo percorso creativo, di uno stesso esperimento artistico, attuando insieme un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche. Da un’idea di Roberta Moneta.

INVISIBILE dispositivo di co-scrittura drammaturgica sul flusso di pensiero del futuro personaggio
Primo appuntamento giovedì 11 marzo ore 19:00 – 20:30
Secondo appuntamento giovedì 18 marzo ore 19:00 – 20:30
Un progetto di e con Francesca Mainetti Improvvisazioni musicali Bianca Caldonazzo “Come spiegare che la mia paura più grande è proprio quella di andar vivendo ciò che dovrà essere? Come spiegare che io non sopporto di vedere, solo perché la vita non è quello che pensavo. Perché vedere è una tale disorganizzazione? […] Dovrò correre il sacrosanto rischio del caso. E sostituirò il destino con la probabilità” . Clarice Lispector da “La passione secondo G.H.”
INVISIBILE è uno spazio di ricerca drammaturgica che vuole essere il primo passo di un nuovo progetto. Durante l’esperimento i partecipanti sono invitati (in video conferenza ma invisibili) ad ascoltare il flusso di pensiero del personaggio, dalla voce dell’attrice-autrice, ma anche a condividere brevi testi e pensieri, improvvisati o già scritti in anticipo su temi comunicati per tempo. I testimoni, se lo vorranno, saranno quindi in qualche misura anche partecipi attivi del dispositivo per la co-scrittura drammaturgica.

IN MOSTRA
Primo appuntamento sabato 13 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Secondo appuntamento sabato 20 marzo ore 10:00 – 11:00 o 11:30 – 12:30
Un progetto di e con Roberta Moneta Tutti diversi, tutti uguali. Facce, occhi, gambe diverse. Brividi, pelle d’oca, lacrime uguali. Diversi gradi, stesse reazioni. Ma non si possono mostrare. Sempre meno. Se vergognoso è il dolore, d’obbligo è la patina di imperturbabilità. Schermiamoci e andiamo. Non solo sui social, non solo nella finzione web. Schermi ovunque. Perché altrimenti… Mi leggono, mi scoprono, stanano la mia umanità. Cosa c’è dietro all’immobilità di un viso non leggibile? Se cade il velo… C’è il prodigio, c’è il prisma, c’è il mostro, c’è la possibilità di relazione, di reazione.

DOMANDE dispositivo di indagine su questioni molto importanti, quasi trascurabili
“Preliminari” venerdì 19 marzo ore 20:30 – 21:30 (incontro online tramite piattaforma Zoom previa iscrizione)
“Ti sono mancata?” venerdì 7 maggio ore 18:30 – 19:30 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
“Sondaggio” sabato 15 maggio ore 16:00 – 17:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – sorpresa itinerante)
“Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” domenica 16 maggio ore 19:00 – 20:00 (evento online tramite diretta Facebook e in presenza – a sorpresa itinerante)
Un progetto di e con Valeria Battaini e la Compagnia Laboratorio Metamorfosi Il tempo sospeso ed incerto che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo ci ha interrogati, ci ha messi di fronte a domande necessarie. Ma necessarie per chi? Solo per chi se le pone o anche per chi è disposto a rispondere? E poi, quali domande? Cos’è un punto interrogativo? Te lo sei mai domandato? C’è domanda di domande? E le risposte? C’è domanda anche di quelle? DOMANDE è un Dispositivo Per Creazioni Metamorfiche, un gioco condiviso sulla follia del teatro. Dopo INVISIBILE e IN MOSTRA facciamo un altro esperimento di relazione ma stavolta con e negli spazi aperti, oltre lo schermo, fuori dalla stanze che ci contengono da troppo tempo. “Preliminari” sarà un incontro ancora online durante il quale i partecipanti saranno chiamati a formulare domande sul teatro e la sua assenza, da porre durante “Sondaggio”. “Ti sono mancata?” sarà un’incursione a sorpresa in un luogo pubblico, trasmessa in diretta Facebook, durante la quale l’attrice, vestita in modo palesemente teatrale, rivolgerà la sua unica domanda ai passanti: «Ti sono mancata?» Qualcuno si occuperà di lei perché la sua è una domanda surreale, irriverente, forse da pazzi. “Sondaggio” vedrà una compagine di tre impavidi sondaggisti porre domande (formulate con il contributo dei partecipanti durante “Preliminari”) ai clienti all’ingresso di un supermercato. L’operazione sarà trasmessa in diretta Facebook e gli spettatori tramite i commenti potranno proporre altre domande da fare. “Il teatro è morto? Chi l’ha ucciso?” sarà un’altra incursione a sorpresa in un luogo pubblico trasmessa in diretta Facebook. Una squadra di investigatori circoscriverà la scena del crimine, rileverà le impronte, raccoglierà le prove e cercherà di scoprire chi è l’assassino. Un tale mi venne a domandare: “Quante fragole crescono in mare?”. Io gli ho risposto di mia testa: “Quante sardine nella foresta!” Gianni Rodari

Sabato 10 aprile ore 18:30 e 20:30
Evento in presenza con cuffie
piazza della Loggia Per 40 spettatori – 2 repliche
Spettacolo a pagamento (10€ – 8€) con biglietti in prevendita
LAPSUS URBANO – Il Primo Giorno Possibile Kepler – 452
un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio coordinamento Michela Buscema supervisione musicale Bebo Guidetti a cura diAgorà / Liberty / Kepler 452 Il primo giorno possibile approfondisce la ricerca sulla società, sulla comunità e sulla partecipazione che contraddistingue il percorso artistico di Kepler-452, proponendosi di osservare e raccontare quello che sta succedendo intorno a noi e a noi in quanto esseri umani, in questa inaudita contingenza storica, e di evocare quello che succederà. Cosa vuol dire «incontrarsi» e fare teatro in tempi di distanziamento sociale? si chiede la compagnia. Se davvero «la normalità era il problema» sarà possibile inventare una nuova normalità? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette oggi le nostre vite, immaginare la società futura? Pensato per un gruppo di quaranta spettatori, Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile è un tentativo di raccontare e custodire la memoria del presente attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione che richiede di essere riconosciuto come momento collettivo, uno spettacolo audio guidato che desidera ribaltare il concetto di ripartenza a qualunque costo, non rimuovendo il problema delle mascherine e del distanziamento tra spettatori ma assumendolo anzi come dato fondante della drammaturgia e dell’azione scenica. Il luogo della performance è uno spazio urbano aperto: una piazza. Su questo spazio prendono corpo – attraverso l’intreccio tra la drammaturgia e il disegno sonoro originale trasmesso in cuffia–la topografia della città futura, coi suoi punti cardinali, e l’isola dei sopravvissuti, dei naufraghi fortunati, in un innesco semantico a metà tra la Tempesta di Shakespeare e l’Utopia di Tommaso Moro.

Martedì 4 maggio ore 18:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
partecipazione gratuita solo su prenotazione
LABORATORIO DELL’INCERTEZZA
racconto per immagini Teatro19/Compagnia Laboratorio Metamorfosi La Compagnia Laboratorio Metamorfosi è una compagnia molto speciale della quale fanno parte attrici professioniste e attori non professionisti che sono anche utenti dei servizi per la salute mentale. Nella distanza e nell’incertezza determinate dalla pandemia non si sono mai lasciati, hanno messo in campo competenze consolidate, ne hanno acquisite di nuove, si sono scervellati, hanno attinto alla propria creatività ed intima poesia e hanno prodotto video di pochi minuti che messi tutti in fila raccontano una storia, una storia bella che in questa occasione ripercorrono insieme agli spettatori.

Martedì 4 maggio ore 20:30
Evento in presenza – Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
ingresso 5€ con prevendita
FILM(in via di definizione)

Sabato 29 maggio ore 17:30
Non-parata in presenza
Bastione San Marco del Castello di Brescia
partecipazione gratuita
E N ARRIVANT GODOT – non-parata
Teatro19 Un evento collettivo al quale prenderanno parte attori professionisti e non professionisti, musicisti, associazioni del territorio e cittadini: dopo la lunga assenza determinata dall’emergenza sanitaria, tornano a riempire di significato, abitandoli con la sana follia del teatro, angoli della città.

Domenica 6 giugno ore 17:00, 17:45, 18:30
Evento in presenza –
vari luoghi del centro storico di Brescia
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
– tre turni BIBLIOTECA VIVENTE Cooperativa La Rondine /Fabio Resciniti e Annamaria Bonito
Il progetto è stato cofinanziato nel 2019 da Fondazione Comunità Bresciana e nel 2020 da Recovery.Net. The Human Library® è un progetto nato in Danimarca nel 2000 e diffuso in tutto il mondo. La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri e lo fanno “abitando” luoghi del centro storico particolarmente significativi.Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Domenica 6 giugno ore 20:30
Spettacolo teatrale in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Spettacolo a pagamento (10€, 8€)
GIANNI
Caroline Baglioni/Michelangelo Bellani ispirato alla voce di Gianni Pampanini di e con Caroline Baglioni regia Michelangelo Bellani supervisione alla regia C.L.Grugher Progetto vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015 Spettacolo vincitore del Premio In-Box Blu 2016 Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria 2017 Tre audiocassette, incise a metà degli anni ’80 e ritrovate vent’anni dopo, diventano il materiale di un’opera teatrale, GIANNI, firmato da Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, trascrizione fedele di un testamento sonoro lasciato da Gianni Pampanini, zio di Caroline. Questi nastri, nei quali Gianni, un uomo con problemi maniaco depressivi scomparso nel 2001, descrive se stesso, le sue inquietudini, i suoi desideri e il rapporto intimo e sofferto con la società, a distanza di anni divengono la ‘voce’ di un’opera teatrale che continua a viaggiare in tutta Italia, coinvolgendo la sensibilità di chi le ascolta. «Ci siamo a lungo interrogati sul perché Gianni avesse inciso quei nastri. Per lasciare un segno del suo passaggio? Per riascoltarsi e scoprire che c’era nell’abisso? Per superare la paura di vivere? La sua voce è un flusso di coscienza, ironico, intelligente, drammatico, commovente che si muove a picchi infiniti fra voglia di vivere e desiderio di finire con uguale forza e disperazione. Ma la vera potenza del suo linguaggio sta in come ci conduce inevitabilmente dentro ciascuna delle nostre esistenze per renderci conto, in fin dei conti, che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo sentiti “Gianni”.»

Sabato 12 giugno ore 16:30
Evento in presenza – luogo di partenza in via di definizione
Partecipazione gratuita solo su prenotazione
MINIMO VAGABONDAGGIO URBANO
Una passeggiata guidata tra metamorfosi, relazione, memoria e poesia a cura di Edoardo Martinelli pensatore itinerante dell’Eventuale Osservatorio Antropoetico Bresciano Una passeggiata guidata nel centro di Brescia attraverso luoghi, non luoghi, angoli di significative relazioni

Sabato 12 giugno ore 20:30
Evento in presenza – Auditorium San Barnaba – corso Magenta, 44
Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria Premiazione “Concorso letterario IL CONFINE: TRA MURI SIEPI E PONTI” L’Associazione Il Chiaro del Bosco onlus ha proposto all’interno del progetto Recovery.Net, per l’anno 2020, un concorso letterario rivolto a persone che soffrono di disagi psichici e loro famigliari. Fuori concorso la possibilità di partecipare per gli operatori dei servizi di salute mentale, amici e conoscenti di pazienti dei servizi. È il momento di premiare i vincitori.

Domenica 13 giugno ore 10:00 – 12:00 + 14:00 – 16:00
Evento in presenza – spazi del Teatro Santa Chiara – contrada Santa Chiara, 50
Partecipazione con contributo (10€) solo su prenotazione
LE PRATICHE DEL TEATRO DI ORDINARIA FOLLIA
Giornata di scambio di pratiche teatrali con la partecipazione di compagnie professionali che operano sul territorio in ambito sociale.

© 2020 Copyright Bresciabimbi 2020.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987
Pec: bresciabimbi.mail@pec.it
REA: 550087