fbpx

Festival Metamorfosi | Teatro19

metamorfosi-festival-settembre-2020
Quando:
19 Settembre 2020@10:30–22:30
2020-09-19T10:30:00+02:00
2020-09-19T22:30:00+02:00
Dove:
Brescia - vedi testo
Brescia BS
Italia
Costo:
vedi testo
Contatto:
Teatro 19
335 800 7161

Festival multidisciplinare Metamorfosi: teatro, cinema, incontri, workshop, propone una nuova visione della salute mentale, prendersi cura di sé anche attraverso l’arte e indagare come l’arte vede la malattia o il disagio mentale. L’idea di mischiare pubblici diversi ha spinto a mischiare esiti di laboratori con utenti dei servizi con spettacoli professionali di rilevanza nazionale.

Metamorfosi Festival 2020 si diffonde nella città come una boscaglia, con semi portati dal vento. Esplora ambienti diversi, alla ricerca di nutrimento creativo, così come gli apici radicali penetrano ovunque sotto terra. Esplode spore d’arte e possibilità di sguardi nuovi, per cambiare punto di vista, per provare a condividere davvero salute – e non malattia – mentale, liberando il potenziale creativo delle marginalità. Metamorfosi Festival 2020 è parte integrante del progetto “Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità” ed è frutto di un lavoro di co-progettazione condivisa tra artisti, operatori, utenti dei servizi e cittadini.

Ogni appuntamento del Festival sarà anche l’occasione per raccogliere fondi a favore di Metamorfosi in “Recovery.net – laboratori per una psichiatria di comunità”

Sabato 12 settembre ore 16:00
– Bastioni di San Marco del Castello di Brescia
Partecipazione gratuita

HO IMPARATO DALLE FOGLIE
Flash Mob. Una parata per le vie del centro, dove la vita scorre scandita dagli orologi dell’uomo. La natura si presenta con il suo tempo, così diverso, così eternamente inesorabile. Un viaggio nel tempo dell’uomo, che si fonde e contrappone a quello della natura. Dall’armonia, al tilt, alla trasformazione per rinascere. La poesia s’insinua tra le pieghe della vita frenetica o della difficoltà di vivere, perché il tempo della rinascita può arrivare in qualsiasi momento, a qualsiasi età, nel sole o nella neve. Per imparare a stare in piedi bisogna cadere. Le poesie di Whitman, Ungaretti, Shelley, Zanolli, Cardarelli, Sexton fanno da filo conduttore. Un filo sul quale cammina l’umanità di ciascuno.

Domenica 13 settembre
Primo turno ore 16:30,
secondo turno ore 17:15
terzo turno ore 18:00

– Chiostro Santa Chiara del Teatro Mina Mezzadri
– contrada Santa Chiara, 50
massimo 7 spettatori/lettori a turno
– Partecipazione ad offerta libera

BIBLIOTECA VIVENTE
La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca con un catalogo di titoli da cui scegliere, la differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma… parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi dodici “libri viventi” sono persone consapevoli di avere esperienze o caratteristiche soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri. Puoi prendere in prestito un “Libro Vivente “ per 25 minuti, sederti con lui, ascoltare la sua storia, fare domande.

Ore 20:30
– 10 € intero, 8 € ridotto (under 25, over 65, soci teatro19, Amici di Metamorfosi)
LA SMARRITA NEL BOSCO
Nel bosco …. parola dopo parola, voce dopo voce, cammina il testo poetico di Federico Garcia Lorca; in bocca a quattro donne, che provano a dar “voce” alla storia della Smarrita nel bosco. Una Cappuccetto Rosso ingenua e desiderosa di andare verso gli stati più alti dell’essere, verso una specie di paradiso abitato da Santi litigiosi e Dei incerti, passando attraverso una natura malvagia che brama il suo sguardo, i suoi occhi di bambina. Una iniziazione all’età adulta….

Mercoledì 15 settembre ore 21:15
– Cinema Nuovo Eden – via Nino Bixio, 9
– Intero 6€ / ridotto 5€

IL GRANDE PASSO
Un film di Antonio Padovan . Genere commedia
Dario nel Polesine. Mario ha una ferramenta, Dario un casolare. Mario segue le regole, Dario le disprezza. Figli dello stesso padre e di madre diversa, Mario e Dario sono fratelli ma non hanno niente in comune. Lontani e spaiati, condividono soltanto il dolore dell’abbandono paterno. La follia di Dario, genio incompreso dell’ingegneria aerospaziale, provoca suo malgrado la loro riunione. Dopo un tentativo di lanciarsi sulla Luna finito con un campo incendiato e la denuncia del vicino, Dario viene condannato al ricovero coatto ma l’intervento provvidenziale di Mario cambia il corso degli eventi e punta la Luna.

Venerdì 18 settembre Dalle 17:00 alle 21:00
– Piazza Paolo VI Partecipazione gratuita
RECOVERY CORNER
– Flash mob Un’attrice, un musicista e una danzatrice si alternano in uno speakers’ corner inusuale dove trovano spazio di espressione artistica i temi della salute mentale. Lampi di recitazione, danza e musica illuminano una delle piazze centrali della città, uno spazio pubblico vissuto, goduto, abitato e che si conferma luogo di libera opinione rispondendo ad una delle necessità più intime di ogni essere umano, quella di esprimersi e di raggiungere, attraverso l’espressione di sé, il proprio benessere, la propria centratura, la propria “recovery”.

Sabato 19 settembre ore 10:30 > 12:00
– Castello di Brescia
– partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria massimo 20 partecipanti

PERCORSO BOTANICO in collaborazione con il Museo di Scienze Naturali di Brescia a cura di Stefano Armiraglio Una passeggiata per guardare i parchi cittadini con uno sguardo insolito, quello del botanico. Secondo il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso, l’uomo è affetto da “plant blindness”, cecità alle piante. Siamo abituati a considerare questi esseri, tanto diversi da noi quanto fondamentali per la nostra esistenza, soltanto elementi del paesaggio. Stefano Armiraglio, conservatore di botanica per il Museo Civico di Scienze Naturali di Brescia, ci accompagnerà a conoscere meglio la loro essenza.

Ore 18:30
– Asterisco Libreria Bistrot – contrada Delle Bassiche. 7
– Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria

MONDOMATTO
lo storytelling all’ora dell’aperitivo Quattro ospiti misteriosi, massimo dieci minuti a testa per raccontare un episodio della propria vita decisamente assurdo, a riprova del fatto che è matto anche il mondo! Cristiana Negroni (bibliotecaria, blogger, bibliomante, cantante, squilibrista) coordina per Metamorfosi Festival, questo appuntamento di storytelling… ovvero l’arte di incorniciare la vita quotidiana. L’ incontro è ospitato da Asterisco Libreria Bistrò dove se vuoi puoi gustare un ottimo aperitivo, ma la consumazione NON è obbligatoria.

Ore 20:30
– Chiostro Santa Chiara del Teatro Mina Mezzadri – contrada Santa Chiara, 50
– 6€

L’ANGOLINO PIÙ BUIO DEL BUIO Spettacolo per bambini
C’era una volta la madre di tutte le paure. E c’era una volta una bambina che riempiva la sua camera di luce per allontanare il buio. Perché la notte scatena mostri, fantasie, sogni. C’era una volta, però, una vocina nel buio. C’era una volta una bambina che non era più sola. A tenerle compagnia c’è l’Angolino più buio del buio. “L’angolino più buio del buio” è il racconto di due solitudini, che si abbracciano e si tengono compagnia.

Domenica 20 settembre ore 10:30 > 12:00
– Castello di Brescia
– partecipazione gratuita prenotazione obbligatoria, massimo 20 partecipanti

LA CITTÀ COSTRUITA E LA CITTÀ VERDE
– Percorsi di storia urbana a cura di Claudio Buizza Una passeggiata guidata dall’urbanista Claudio Buizza che consentirà ai partecipanti di osservare la città dall’alto: il reticolo viario, la distribuzione delle aree verdi, lo sviluppo urbano dal cuore della città alla sua periferia, cercando di leggere i segni che ne fanno un organismo complesso, percorso da innumerevoli istanze, così come le nervature solcano la superficie di una foglia.

ore 15:30 > 17:00
– Chiostro Santa Chiara del Teatro Mina Mezzadri – contrada Santa Chiara, 50
– contributo 10€ – prenotazione obbligatoria

SARESTI CAPACE DI IMPARARLO A MEMORIA? C’era una volta una cincibiriciaccola, che aveva centocinquanta cincibiriciaccolini. Un giorno la cincibiriciaccola disse ai suoi centocinquanta cincibiriciaccolini: “Smettetela di cincibiriciaccolare sempre, altrimenti un giorno non cincibiriciaccolerete più”. Il breve workshop prevede alcuni esercizi di gruppo che coinvolgono voce, corpo e fantasia. Partendo da un (non) semplice scioglilingua si intende sciogliere anche tutto il resto: le inibizioni, le rigidità e abbattere quei limiti naturali che la vita ci impone.

Ore 17:15
– Chiostro Santa Chiara del Teatro Mina Mezzadri – contrada Santa Chiara, 50
– ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

PERCHÈ QUANDO SI È INNAMORATI TUTTO SEMBRA SEMPRE PIU’ BELLO?
Perché l’acqua costa tanto e il sale costa pochissimo? Perché nevica solo quando ci sono almeno 0 gradi? Perché è tutto così meccanico e ha perso il colore? Perché quando si è innamorati tutto sembra più bello? Si vive in uno stato d’animo idilliaco…cammini come se fossi su una nuvola…cammini come se fossi sospeso. Perché “perché” è una domanda così scomoda? La performance realizzata dal gruppo di laboratorio integrato tra pazienti, cittadini, operatori e famigliari del Centro Psichiatrico di Mantova, prende spunto da alcuni esercizi praticati durante l’attività e assemblati in una drammaturgia scoordinata di suggestioni che mettono in primo piano la persona nella sua tipicità e nella relazione ironicamente destrutturata. La sfida è quella di riuscire a stimolare un pensiero di rottura rispetto alle norme di comportamento e ai codici di convivenza sociale perché “essere normali è noioso”.

Ore 18:30
– OH! Ficomaeco – via Aleardi, 11/A
– ingresso gratuito – prenotazione obbligatoria

POP CORN AL CEMENTO
Reading isterico, eterico, poco etereo, frenetico, per comodità definibile poetico. Marco Alessi è un essere umano allevato a terra nel Bresciano. Perennemente in lotta con se stesso. Attualmente vivente. Fa un lavoro normale. Al contempo è poeta non pubblicato e artista. Per necessità. E cerca di farne virtù. Non esplora giungle e non scala montagne. Cerca di non farsi schiacciare del tutto dalle sue magagne. Pop Corn Al Cemento è il reading dei suoi componimenti poetici.

Ore 20:30
– Chiostro Santa Chiara del Teatro Mina Mezzadri – contrada Santa Chiara, 50
– 10 € intero, 8 € ridotto (under 25, over 65, soci teatro19, Amici di Metamorfosi)

MEMORIA DEL FIORIRE
In scena ci sarà anche la presenza di un “coro umano” composto da cittadini del territorio che avranno condiviso una parte di percorso creativo. Il periodo di lock down è diventato occasione di approfondimento drammaturgico, di riflessione e di scrittura scenica. La cascìna di famiglia è diventata luogo di lavoro, l’aia si è trasformata in sala prove all’aperto. Lo schema drammaturgico, organizzato in capitoli, indaga le differenze e similitudini fra animale umano e piante, nonché la loro interdipendenza, concentrandosi sugli aspetti vegetali a cui ispirarsi per innovare atteggiamenti umani e sociali. I capitoli previsti dallo schema drammaturgico sono: Radici, Mimetismo, Strategie, Del Dolore, Io Plurale e Democrazia, Rivoluzione. Un aspetto fondamentale del progetto è l’incontro e l’inclusione di comunità territoriali. Parte integrante è infatti l’aspetto di laboratorio condiviso con realtà locali: studenti, utenti dei servizi psichiatrici, adolescenti, migranti, educatori, cittadini, gruppi costituiti da persone di provenienza diversa, la cui presenza è prevista in scena nei panni del “Coro Umano”. A seconda delle necessità e possibilità dell’ente ospitante, e del numero di partecipanti, il laboratorio può avere forma e durata diversa: da un minimo di un solo incontro di quattro ore, a un massimo da concordare.
Durante il laboratorio vengono condivise alcune tecniche di base e alcune sequenze fisiche che sono poi inserite nello spettacolo.

Animatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© 2020 Copyright Bresciabimbi 2020.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987
Pec: bresciabimbi.mail@pec.it
REA: 550087