fbpx

Allenarsi a casa: ecco i consigli per ottenere risultati

Allenarsi a casa: ecco i consigli per ottenere risultati

A casa. Un termine che ci ha accompagnati a lungo in questa emergenza Covid-19 e che ha impattato ogni aspetto della nostra vita: lavorare a casa, fare scuola da casa e, appunto, fare sport da casa.

Se prima questa dell’home fitness era una pratica utilizzata da meno persone, potendo gli altri andare in palestra, in questo periodo storico è diventata l’unica possibilità di mantenersi in forma.

Fortunatamente ad oggi, con le dovute precauzioni, possiamo tornare a scegliere, ma, avendo provato l’esperienza, molte persone continuano ad allenarsi a casa, trovandone benefici, vantaggi e giovamento.

Gli aspetti a favore sono:

  •  ci si allena quando si vuole, anche molto preso al mattino. Molte palestre non sono aperte a quell’ora, e questo ottimizza la giornata per molte persone
  • non si perde tempo in spostamenti
  • ci si fa la doccia comodamente nel proprio bagno, con tutta la privacy e le comodità a disposizione
  • non si ha il problema di aver dimenticato nulla.

Ma allenarsi a casa può essere efficace? Cioè, si ottengono reali risultati con l’home fitness?

La risposta è , ma solo se si attuano tutta una serie di accortezze fondamentali dal punto di vista delle performance.

Innanzitutto c’è da distinguere un aspetto importante alla base della volontà di allenarsi a casa: l’obiettivo.

Sempre che ognuno di noi ne abbia uno specifico, questo è quello che fa la differenza per poter strutturare i nostri allenamenti.

Vogliamo “solo” mantenerci in forma”?
Fare del movimento?
Tenerci attivi?

Oppure il nostro obiettivo è quello di modellarci, strutturare meglio il nostro sistema muscolare, ricomporre al meglio il nostro corpo?

Perché se la risposta è della prima categoria, allora va bene un po’ tutto, senza nessun accorgimento specifico. Pilates, yoga, allenamenti HIIT…allenamenti più o meno aerobici ci terranno freschi, attivi, vascolarizzati. E va benissimo.
Sicuramente meglio di fare “divaning” (la pratica dello stare sul divano).

Obiettivi, costanza e un programma ben strutturato: ecco cosa serve

Ma se il nostro obiettivo è togliere sistematicamente della ciccia (ad esempio), scolpire la nostra silhouette, creare massa magra, migliorare il nostro aspetto estetico e di salute, ovviamente, non possiamo davvero pensare di farlo andando come alla “Corrida”, cioè allo sbaraglio.

Per ottenere risultati e poterli protrarre nel tempo, è di fondamentale importanza, infatti, poter dare ai vostri allenamenti queste caratteristiche:

  1.  devono essere impostati esattamente come una scheda in palestra, che ha una durata specifica di 6 (di solito) settimane e che comprende tot allenamenti che rimarranno quelli e sempre uguali per tutto questo tempo. Quindi no, assolutamente, ad allenamenti presi a caso, in base a “oggi mi va questo” e senza un’impostazione ben definita in termini di tempo e impegno.
  2. La scelta degli strumenti/attrezzi è funzionale al risultato. Si possono fare molte tipologie di allenamento anche senza carichi, ma per la crescita muscolare è importante sapere che, difficilmente, si potranno ottenere buoni risultati senza usare pesi.
  3. Ci vuole tempo, costanza, dedizione. Definire il proprio corpo comporta impegno e non è cosa che si fa in un mese o due. Nemmeno in 3. Per cui, se si è certi di avere impostato un buon programma, o, meglio, di essersi rivolti al giusto professionista per farsi dare delle dritte competenti, il programma non va cambiato ogni 2 settimane. Perché in 2 settimane i risultati non si vedono.
  4. Tenere presente che le donne sono diverse dagli uomini e che, specie dopo il parto, accanirsi con mille mila addominali per farsi andar via la pancia non solo non serve a nulla ma, addirittura, è pericoloso e dannoso per i tessuti muscolari e per il pavimento pelvico.
  5. Non da meno, l’aspetto della nutrizione ricopre un ruolo importantissimo. Non c’è risultato che tenga se a tavola si mangia scorrettamente.

Farsi seguire da un professionista è una garanzia, non retorica

L’aiuto di un professionista è sempre la scelta migliore. Se non altro, si evita di perdere tempo, magari allenandosi in un primo momento come pazzi per poi o trovarsi a non vedere risultati, oppure, a peggiorare la situazione.

Eh, sì, perché questo è uno dei rischi che si corrono quando ci si cimenta nel mondo del fitness senza averne le basi necessarie. Cascare nella rete dei falsi miti del fitness è facilissimo, ci siamo passati tutti.

I più famosi falsi miti

Tra questi, annoveriamo i più noti:

  • più sudo più il mio allenamento è efficace: se fosse vero, basterebbe mettersi in sauna (che è pure piacevole).
  • meno mangio, più dimagrisco. Questo è falso e anche pericoloso. Il corpo non solo è più intelligente e, in carestia, cerca di fare magazzino, ma è anche programmato per distribuire meglio che può le sue risorse. Per cui, deve esserci un corretto apporto nutrizionale che possa correttamente sorreggere lo sforzo dell’allenamento. Non meno e non di più.
  • La tale vip fa questi esercizi e su di lei funzionano. Sì, tu la vedi fare questi esercizi, ma non condivide con te il suo piano di lavoro settimanale. Cosa che, anche se facesse, va bene per lei, ma non per te. Siamo tutti diversi, abbiamo trascorsi fisici e muscolari diversi. Copiare i 4 esercizi che vedete nei video su Instagram del vip di turno non ha davvero senso ai fini del raggiungimento di un risultato.

Tirando le somme…sembrava più facile di quello che realmente è, vero?

È vero che il fitness si basa sulla scienza. L’allenamento si basa sulla scienza e la nutrizione pure. Per questo gli addetti ai lavori hanno competenze più specifiche ma è anche vero che non tutti noi diamo le stesse risposte a parità di stimoli.

Non per nulla esiste un lavoro che si chiama Personal Training. La capacità di valutazione funzionale iniziale risulta quindi determinante ai fini del risultato.

Ringrazio per questo interessante ed utile approfondimento:
Mamma Sportiva ovvero Silvia Segala
Mamma Sportiva, Personal Trainer specializzata in Maternity Fitness, outdoor addicted, Sportland Evangelist
392 008 57 36
silvia@mammasportiva.it
Visita il sito

Specializzata sul mondo femminile e, in particolare, in maternity fitness (gravidanza, post partum e sport coi bambini) potrebbe interessarti approfondire questi argomenti:
Lo sport dopo la gravidanza, tra falsità e miti
Cosa fare per tornare in forma dopo il parto
Addominali in gravidanza e nel post parto: quando e come allenarli

 


Potrebbe anche interessarti leggere:

 


Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il giovedì arriva la newsletter!

Lascia la tua mail per restare sempre aggiornato sulle novità e le proposte interessanti, quelle che accendono il sorriso! iscriviti-newsletter

La tua PUBBLICITA’ su Bresciabimbi

Promuovi i tuoi eventi, corsi o la tua attività tramite i canali del portale

Promuoviti-con-Bresciabimbi-icona-

Le tue segnalazioni!

Comunica gli eventi o i corsi che organizzi o conosci, è facile, veloce e gratuito!Segnala

Cerchi un CORSO per BAMBINI o per TE?

Cosa facciamo oggi?

Guarda il CALENDARIO degli EVENTI in programma e trova tante buone idee

CALENDARIO

Festa di COMPLEANNO no problem!

Bimbi in cucina con BimbiChef!

bimbichef

Divertenti laboratori di cucina per diventare piccoli chef

A casa. Un termine che ci ha accompagnati a lungo in questa emergenza Covid-19 e che ha impattato ogni aspetto della nostra vita: lavorare a casa, fare scuola da casa e, appunto, fare sport da casa.

Se prima questa dell’home fitness era una pratica utilizzata da meno persone, potendo gli altri andare in palestra, in questo periodo storico è diventata l’unica possibilità di mantenersi in forma.

Fortunatamente ad oggi, con le dovute precauzioni, possiamo tornare a scegliere, ma, avendo provato l’esperienza, molte persone continuano ad allenarsi a casa, trovandone benefici, vantaggi e giovamento.

Gli aspetti a favore sono:

  •  ci si allena quando si vuole, anche molto preso al mattino. Molte palestre non sono aperte a quell’ora, e questo ottimizza la giornata per molte persone
  • non si perde tempo in spostamenti
  • ci si fa la doccia comodamente nel proprio bagno, con tutta la privacy e le comodità a disposizione
  • non si ha il problema di aver dimenticato nulla.

Ma allenarsi a casa può essere efficace? Cioè, si ottengono reali risultati con l’home fitness?

La risposta è , ma solo se si attuano tutta una serie di accortezze fondamentali dal punto di vista delle performance.

Innanzitutto c’è da distinguere un aspetto importante alla base della volontà di allenarsi a casa: l’obiettivo.

Sempre che ognuno di noi ne abbia uno specifico, questo è quello che fa la differenza per poter strutturare i nostri allenamenti.

Vogliamo “solo” mantenerci in forma”?
Fare del movimento?
Tenerci attivi?

Oppure il nostro obiettivo è quello di modellarci, strutturare meglio il nostro sistema muscolare, ricomporre al meglio il nostro corpo?

Perché se la risposta è della prima categoria, allora va bene un po’ tutto, senza nessun accorgimento specifico. Pilates, yoga, allenamenti HIIT…allenamenti più o meno aerobici ci terranno freschi, attivi, vascolarizzati. E va benissimo.
Sicuramente meglio di fare “divaning” (la pratica dello stare sul divano).

Obiettivi, costanza e un programma ben strutturato: ecco cosa serve

Ma se il nostro obiettivo è togliere sistematicamente della ciccia (ad esempio), scolpire la nostra silhouette, creare massa magra, migliorare il nostro aspetto estetico e di salute, ovviamente, non possiamo davvero pensare di farlo andando come alla “Corrida”, cioè allo sbaraglio.

Per ottenere risultati e poterli protrarre nel tempo, è di fondamentale importanza, infatti, poter dare ai vostri allenamenti queste caratteristiche:

  1.  devono essere impostati esattamente come una scheda in palestra, che ha una durata specifica di 6 (di solito) settimane e che comprende tot allenamenti che rimarranno quelli e sempre uguali per tutto questo tempo. Quindi no, assolutamente, ad allenamenti presi a caso, in base a “oggi mi va questo” e senza un’impostazione ben definita in termini di tempo e impegno.
  2. La scelta degli strumenti/attrezzi è funzionale al risultato. Si possono fare molte tipologie di allenamento anche senza carichi, ma per la crescita muscolare è importante sapere che, difficilmente, si potranno ottenere buoni risultati senza usare pesi.
  3. Ci vuole tempo, costanza, dedizione. Definire il proprio corpo comporta impegno e non è cosa che si fa in un mese o due. Nemmeno in 3. Per cui, se si è certi di avere impostato un buon programma, o, meglio, di essersi rivolti al giusto professionista per farsi dare delle dritte competenti, il programma non va cambiato ogni 2 settimane. Perché in 2 settimane i risultati non si vedono.
  4. Tenere presente che le donne sono diverse dagli uomini e che, specie dopo il parto, accanirsi con mille mila addominali per farsi andar via la pancia non solo non serve a nulla ma, addirittura, è pericoloso e dannoso per i tessuti muscolari e per il pavimento pelvico.
  5. Non da meno, l’aspetto della nutrizione ricopre un ruolo importantissimo. Non c’è risultato che tenga se a tavola si mangia scorrettamente.

Farsi seguire da un professionista è una garanzia, non retorica

L’aiuto di un professionista è sempre la scelta migliore. Se non altro, si evita di perdere tempo, magari allenandosi in un primo momento come pazzi per poi o trovarsi a non vedere risultati, oppure, a peggiorare la situazione.

Eh, sì, perché questo è uno dei rischi che si corrono quando ci si cimenta nel mondo del fitness senza averne le basi necessarie. Cascare nella rete dei falsi miti del fitness è facilissimo, ci siamo passati tutti.

I più famosi falsi miti

Tra questi, annoveriamo i più noti:

  • più sudo più il mio allenamento è efficace: se fosse vero, basterebbe mettersi in sauna (che è pure piacevole).
  • meno mangio, più dimagrisco. Questo è falso e anche pericoloso. Il corpo non solo è più intelligente e, in carestia, cerca di fare magazzino, ma è anche programmato per distribuire meglio che può le sue risorse. Per cui, deve esserci un corretto apporto nutrizionale che possa correttamente sorreggere lo sforzo dell’allenamento. Non meno e non di più.
  • La tale vip fa questi esercizi e su di lei funzionano. Sì, tu la vedi fare questi esercizi, ma non condivide con te il suo piano di lavoro settimanale. Cosa che, anche se facesse, va bene per lei, ma non per te. Siamo tutti diversi, abbiamo trascorsi fisici e muscolari diversi. Copiare i 4 esercizi che vedete nei video su Instagram del vip di turno non ha davvero senso ai fini del raggiungimento di un risultato.

Tirando le somme…sembrava più facile di quello che realmente è, vero?

È vero che il fitness si basa sulla scienza. L’allenamento si basa sulla scienza e la nutrizione pure. Per questo gli addetti ai lavori hanno competenze più specifiche ma è anche vero che non tutti noi diamo le stesse risposte a parità di stimoli.

Non per nulla esiste un lavoro che si chiama Personal Training. La capacità di valutazione funzionale iniziale risulta quindi determinante ai fini del risultato.

Ringrazio per questo interessante ed utile approfondimento:
Mamma Sportiva ovvero Silvia Segala
Mamma Sportiva, Personal Trainer specializzata in Maternity Fitness, outdoor addicted, Sportland Evangelist
392 008 57 36
silvia@mammasportiva.it
Visita il sito

Specializzata sul mondo femminile e, in particolare, in maternity fitness (gravidanza, post partum e sport coi bambini) potrebbe interessarti approfondire questi argomenti:
Lo sport dopo la gravidanza, tra falsità e miti
Cosa fare per tornare in forma dopo il parto
Addominali in gravidanza e nel post parto: quando e come allenarli

 


Potrebbe anche interessarti leggere:

 


Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Animatori

© 2020 Copyright Bresciabimbi 2020.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987
Pec: bresciabimbi.mail@pec.it
REA: 550087