fbpx

Il mio mondo Usborne

Il mio mondo Usborne

Mi chiamo Sabrina e sono la mamma di Alissa, una vivace bambina di tre anni.
In questo articolo voglio condividere il mio piccolo progetto, pensato in un periodo particolare della mia esistenza, nato dall’esigenza e dalla voglia di rilanciarmi come donna, come madre e come lavoratrice.

L’emergenza Covid19 ha stravolto le vite di moltissimi genitori, me compresa, e le ha cambiate, in un modo o nell’altro.

I bimbi hanno lasciato i banchi di scuola, sono tornati a casa e, diciamocelo, è stato impegnativo occuparsi di loro con i pochi sussidi di cui disponevamo.
Questa situazione ci ha destabilizzati e preoccupati, ci siamo posti mille domande:
Chi si sarebbe occupato dei bambini mentre eravamo al lavoro? Come avremmo sopperito alla mancanza di insegnanti e educatori? Cosa gli avremmo fatto fare durante tutto quel tempo che trascorrevano a casa?
Anche io mi ponevo le stesse domande e mi sentivo demoralizzata perché tra università, lavoro, figlia e casa, non riuscivo a gestire tutto.
Così ho deciso di mettere in pausa la mia vita, fermarmi un attimo e dedicarmi completamente ad Alissa, finché la situazione non sarebbe migliorata.

Un giorno, mentre ero su internet alla ricerca di un’attività da fare con la mia bimba, leggo un post che stuzzica la mia curiosità.

Parla di Usborne, rinomata casa editrice inglese attiva da oltre quarant’anni nel settore dell’editoria per l’infanzia e l’adolescenza.
Questa casa editrice offriva una bellissima opportunità, quella di collaborare con loro diventando una rivenditrice dei loro libri.
Questo ha suscitato in me un piacevole ricordo: conoscevo i loro testi nella versione tradotta in italiano, ne avevo letti tanti ad Alissa, si era proprio divertita grazie ai loro contenuti.

Così ho pensato: <<Chi, meglio di me, conosce questi libri? >>.
Accettando avrei avuto a casa dei testi utili ad Alissa e sicuramente lei ne avrebbe giovato. Ma sarei stata pronta a leggere e vendere libri in inglese?
Ci penso, ci rifletto e alla fine accetto, divento una loro collaboratrice.

Ho già mille idee: voglio creare una pagina che sia di supporto ai genitori italiani, che mostri contenuti originali e educativi, che proponga i libri Usborne e delle attività per bambini ispirate a queste letture.

Cosi creo la pagina, iniziano ad arrivarmi i libri Usborne che ho acquistato e inizio a proporli a mia figlia.

Ed è magia: Alissa è piccola e non si è mai approcciata all’inglese, ma il tentativo funziona, inizio a leggere la pagina in inglese e lei ascolta, poi prontamente gliela traduco in italiano.

Le leggo “Ugly Duckling”, un piccolo libricino cartonato che racconta in modo semplice ma non banale, con poche frasi significative, la storia del brutto anatroccolo.

the-ugly-duckling-usborne

Il genere mi piace, indago se ci sono altri libri strutturati come questo e scopro che è parte di una serie di ben oltre trecentocinquanta testi, che fanno parte di un programma di lettura proposto da Usborne e che si articolano in più livelli in base all’età del bambino che legge e alla complessità del testo.
Proseguo sfogliando gli altri libri che mi sono arrivati: sono di buona qualità, resistenti, colorati e innovativi. Ogni testo è unico nel suo genere: ci sono libri tattili, sonori, pop-up e molte altre categorie.

Alissa apprezza fin da subito uno dei tanti libri sensoriali, si chiama “That’s not my llama”, ed è un testo adatto fin dalla tenera età del bambino. Questo perché è un libro di cartone spesso, resistente agli strappi, con piccoli inserti di materiale diverso per sollecitare il neonato a toccare ed esplorare le pagine. I suoi colori sono forti, le figure sono delineate nel modo più intuitivo possibile, per permettere ai più piccoli di riconoscere ogni singola immagine.

that-s-not-my-llama-usborne

Come ho fatto con altri testi Usborne, inizio a inventarmi un’attività ispirata alla lettura di questo libro, così pubblico un post dove spiego come esercitarsi al pregrafismo sull’immagine di un simpatico lama in bianco e nero.

Col tempo inizio a conoscere meglio Usborne, mi interesso anche ai loro “libri-attività”, come li soprannomino io, ovvero libri che diventano gioco, come: i libri con i timbri, i libri-stickers, i libri per cucire, i libri con figure “stacca e costruisci” e tanti altri.

Un pratico esempio di questa tipologia è la serie dei “fingerprint activities”, variopinti libri con timbrini annessi che permettono di sperimentare la pittura con le dita attraverso divertenti giochi di completamento dell’immagine. Anche qui, all’interno della stessa serie, troviamo numerose varianti, tra le più conosciute, quella dedicata agli animali.

Come ho potuto constatare, ogni libro Usborne affronta temi sempre diversi a seconda delle esigenze, degli interessi e dell’età del bambino. Questi spaziano dai grandi classici alle questioni di attualità, fino ad arrivare ai temi più disparati come: le fate, gli unicorni, i pirati, i dinosauri e altri ancora. Sono prima di tutto libri educativi che, oltre a far approcciare i bambini alla lingua inglese, divertono e al contempo supportano i bambini nell’acquisizione di nuove competenze e nell’apprendimento di materie specifiche.

Per esempio, un libro come “Slide and see: Taking away” può risultare molto stimolante nell’esercitarsi con la matematica e le sottrazioni, grazie alle sue pagine interattive che consentono di aggiungere o sottrarre elementi.

taking-away-adding-usborne

Anche “Wipe-Clean: Alphabet” può essere un ottimo supporto per l’insegnamento. Con l’innovativa soluzione “wipe & clean” offre la possibilità di scrivere e riscrivere le pagine del libro con l’apposito pennarello, permettendo al vostro bambino di esercitarsi con gioia nel primo approccio alla scrittura.

alphabet-usborne

Inoltre c’è da dire che una volta conosciuto il mondo Usborne non puoi che rimanerne estasiato, un po’ come quando mia figlia ha ricevuto il pacco contenente i loro libri e, saltellando felice, si è messa a gridare << Sono arrivati i libri in inglese! >>.

Vi invito a dare solo una piccola occhiata alla mia pagina per capire appieno cosa significhi Usborne per me e per tanti altri genitori, educatori e insegnanti che già conoscono questa realtà.
Penso davvero che la mia pagina, seppur nella sua semplicità, sia uno strumento concreto per noi genitori, per ispirarci quotidianamente nella realizzazione di attività con i bambini e per proporre materiale di qualità per divertirli e supportarli nella loro crescita.

Per chi fosse interessato a conoscere meglio questo mondo, questi sono i miei contatti:
Sabrina Del Duca
sabrinadelduca96@gmail.com
La mia pagina Facebook

Leggi anche...

Libri pop-up per bambini

Libri pop-up per bambini

I tre porcellini e Biancaneve in versione pop-up delle edizioni Usborne raccontati da Sabrina


Potrebbe anche interessarti leggere:

 


Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il giovedì arriva la newsletter!

Lascia la tua mail per restare sempre aggiornato sulle novità e le proposte interessanti, quelle che accendono il sorriso! iscriviti-newsletter

La tua PUBBLICITA’ su Bresciabimbi

Promuovi i tuoi eventi, corsi o la tua attività tramite i canali del portale

Promuoviti-con-Bresciabimbi-icona-

Le tue segnalazioni!

Comunica gli eventi o i corsi che organizzi o conosci, è facile, veloce e gratuito!Segnala

Cerchi un CORSO per BAMBINI o per TE?

Cosa facciamo oggi?

Guarda il CALENDARIO degli EVENTI in programma e trova tante buone idee

CALENDARIO

Festa di COMPLEANNO no problem!

Bimbi in cucina con BimbiChef!

bimbichef

Divertenti laboratori di cucina per diventare piccoli chef

Mi chiamo Sabrina e sono la mamma di Alissa, una vivace bambina di tre anni.
In questo articolo voglio condividere il mio piccolo progetto, pensato in un periodo particolare della mia esistenza, nato dall’esigenza e dalla voglia di rilanciarmi come donna, come madre e come lavoratrice.

L’emergenza Covid19 ha stravolto le vite di moltissimi genitori, me compresa, e le ha cambiate, in un modo o nell’altro.

I bimbi hanno lasciato i banchi di scuola, sono tornati a casa e, diciamocelo, è stato impegnativo occuparsi di loro con i pochi sussidi di cui disponevamo.
Questa situazione ci ha destabilizzati e preoccupati, ci siamo posti mille domande:
Chi si sarebbe occupato dei bambini mentre eravamo al lavoro? Come avremmo sopperito alla mancanza di insegnanti e educatori? Cosa gli avremmo fatto fare durante tutto quel tempo che trascorrevano a casa?
Anche io mi ponevo le stesse domande e mi sentivo demoralizzata perché tra università, lavoro, figlia e casa, non riuscivo a gestire tutto.
Così ho deciso di mettere in pausa la mia vita, fermarmi un attimo e dedicarmi completamente ad Alissa, finché la situazione non sarebbe migliorata.

Un giorno, mentre ero su internet alla ricerca di un’attività da fare con la mia bimba, leggo un post che stuzzica la mia curiosità.

Parla di Usborne, rinomata casa editrice inglese attiva da oltre quarant’anni nel settore dell’editoria per l’infanzia e l’adolescenza.
Questa casa editrice offriva una bellissima opportunità, quella di collaborare con loro diventando una rivenditrice dei loro libri.
Questo ha suscitato in me un piacevole ricordo: conoscevo i loro testi nella versione tradotta in italiano, ne avevo letti tanti ad Alissa, si era proprio divertita grazie ai loro contenuti.

Così ho pensato: <<Chi, meglio di me, conosce questi libri? >>.
Accettando avrei avuto a casa dei testi utili ad Alissa e sicuramente lei ne avrebbe giovato. Ma sarei stata pronta a leggere e vendere libri in inglese?
Ci penso, ci rifletto e alla fine accetto, divento una loro collaboratrice.

Ho già mille idee: voglio creare una pagina che sia di supporto ai genitori italiani, che mostri contenuti originali e educativi, che proponga i libri Usborne e delle attività per bambini ispirate a queste letture.

Cosi creo la pagina, iniziano ad arrivarmi i libri Usborne che ho acquistato e inizio a proporli a mia figlia.

Ed è magia: Alissa è piccola e non si è mai approcciata all’inglese, ma il tentativo funziona, inizio a leggere la pagina in inglese e lei ascolta, poi prontamente gliela traduco in italiano.

Le leggo “Ugly Duckling”, un piccolo libricino cartonato che racconta in modo semplice ma non banale, con poche frasi significative, la storia del brutto anatroccolo.

the-ugly-duckling-usborne

Il genere mi piace, indago se ci sono altri libri strutturati come questo e scopro che è parte di una serie di ben oltre trecentocinquanta testi, che fanno parte di un programma di lettura proposto da Usborne e che si articolano in più livelli in base all’età del bambino che legge e alla complessità del testo.
Proseguo sfogliando gli altri libri che mi sono arrivati: sono di buona qualità, resistenti, colorati e innovativi. Ogni testo è unico nel suo genere: ci sono libri tattili, sonori, pop-up e molte altre categorie.

Alissa apprezza fin da subito uno dei tanti libri sensoriali, si chiama “That’s not my llama”, ed è un testo adatto fin dalla tenera età del bambino. Questo perché è un libro di cartone spesso, resistente agli strappi, con piccoli inserti di materiale diverso per sollecitare il neonato a toccare ed esplorare le pagine. I suoi colori sono forti, le figure sono delineate nel modo più intuitivo possibile, per permettere ai più piccoli di riconoscere ogni singola immagine.

that-s-not-my-llama-usborne

Come ho fatto con altri testi Usborne, inizio a inventarmi un’attività ispirata alla lettura di questo libro, così pubblico un post dove spiego come esercitarsi al pregrafismo sull’immagine di un simpatico lama in bianco e nero.

Col tempo inizio a conoscere meglio Usborne, mi interesso anche ai loro “libri-attività”, come li soprannomino io, ovvero libri che diventano gioco, come: i libri con i timbri, i libri-stickers, i libri per cucire, i libri con figure “stacca e costruisci” e tanti altri.

Un pratico esempio di questa tipologia è la serie dei “fingerprint activities”, variopinti libri con timbrini annessi che permettono di sperimentare la pittura con le dita attraverso divertenti giochi di completamento dell’immagine. Anche qui, all’interno della stessa serie, troviamo numerose varianti, tra le più conosciute, quella dedicata agli animali.

Come ho potuto constatare, ogni libro Usborne affronta temi sempre diversi a seconda delle esigenze, degli interessi e dell’età del bambino. Questi spaziano dai grandi classici alle questioni di attualità, fino ad arrivare ai temi più disparati come: le fate, gli unicorni, i pirati, i dinosauri e altri ancora. Sono prima di tutto libri educativi che, oltre a far approcciare i bambini alla lingua inglese, divertono e al contempo supportano i bambini nell’acquisizione di nuove competenze e nell’apprendimento di materie specifiche.

Per esempio, un libro come “Slide and see: Taking away” può risultare molto stimolante nell’esercitarsi con la matematica e le sottrazioni, grazie alle sue pagine interattive che consentono di aggiungere o sottrarre elementi.

taking-away-adding-usborne

Anche “Wipe-Clean: Alphabet” può essere un ottimo supporto per l’insegnamento. Con l’innovativa soluzione “wipe & clean” offre la possibilità di scrivere e riscrivere le pagine del libro con l’apposito pennarello, permettendo al vostro bambino di esercitarsi con gioia nel primo approccio alla scrittura.

alphabet-usborne

Inoltre c’è da dire che una volta conosciuto il mondo Usborne non puoi che rimanerne estasiato, un po’ come quando mia figlia ha ricevuto il pacco contenente i loro libri e, saltellando felice, si è messa a gridare << Sono arrivati i libri in inglese! >>.

Vi invito a dare solo una piccola occhiata alla mia pagina per capire appieno cosa significhi Usborne per me e per tanti altri genitori, educatori e insegnanti che già conoscono questa realtà.
Penso davvero che la mia pagina, seppur nella sua semplicità, sia uno strumento concreto per noi genitori, per ispirarci quotidianamente nella realizzazione di attività con i bambini e per proporre materiale di qualità per divertirli e supportarli nella loro crescita.

Per chi fosse interessato a conoscere meglio questo mondo, questi sono i miei contatti:
Sabrina Del Duca
sabrinadelduca96@gmail.com
La mia pagina Facebook

Leggi anche...

Libri pop-up per bambini

Libri pop-up per bambini

I tre porcellini e Biancaneve in versione pop-up delle edizioni Usborne raccontati da Sabrina


Potrebbe anche interessarti leggere:

 


Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Animatori

© 2020 Copyright Bresciabimbi 2020.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987
Pec: bresciabimbi.mail@pec.it
REA: 550087