fbpx

Calendar

Set
30
Mer
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Set 30@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
1
Gio
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 1@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
2
Ven
2020
Escursioni con Emozione Natura
Ott 2@9:00–21:00
Escursioni con Emozione Natura @ vedi testo singolo appuntamento

Attività naturalistiche con lo scopo di apprezzar e preservare l’ambiente naturale che ci accoglie, fra camminate nella Natura, escursioni stellari e lunari ed esperienze e attività di educazione ambientale rivolte ai bambini e alle famiglie.

Con le dovute accortezze richieste dalla situazione sanitaria ma anche con il desiderio di stare bene.
La maggior parte delle escursioni saranno limitate ad un massimo di 6-10 persone e le attività per bambini e famiglie a 2-3 famiglie che si conoscano già.

IL BOSCO DEI SENSI
BOSSICO – SABATO 26 settembre 2020
Percorso esperienziale alla ricerca di sensazioni per scoprire il bosco e un po’ anche sé stessi…
Dove: Loc. Monte di Lovere (1000 m) – Bossico (BG)
A chi è rivolto: riservata a persone (adulti e ragazzi di età > 12 anni) a proprio agio nella Natura e disposte a mettersi in gioco…
Impegno: 4 h, lunghezza ca. 2 km, 80% in piano, 10% in salita, 10% in discesa.
Difficoltà: escursione in piano su stradine sterrate e sentieri nel bosco.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E1 e A1 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: Az. Agrituristica 5 Abeti, Viale Sette Colli, Loc. Monte di Lovere – Bossico (BG) h 9,00, rientro h 13,00.

AL CHIARO DI LUNA SUL MONTE ORFANO
ROVATO – SABATO 26 settembre 2020
Escursione notturna con Lombardia Segreta.
Dove: Montorfano, Rovato (BS).
A chi è rivolto: famiglie.
Impegno: 2 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 100 m, lunghezza ca. 1,5 km, 20% in piano, 40% in salita, 40% in discesa.
Difficoltà: escursione su sentieri inizialmente pianeggianti e poi in salita attraverso il bosco.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: abitudine a camminare su sentieri in salita.
Ritrovo per la partenza: Santuario di S. Stefano (200 m) h 19,30 e h 21,30.
Per partecipare:
Per le escursioni organizzate da Lombardia Nostra ci si deve iscrivere tramite Lombardia Segreta, le organizzano loro guidate da me, ma se non dovessero raggiungere il numero minimo di iscritti contattarmi!
Vedi gli eventi di Lombardia Segreta

AL COSPETTO DEGLI SFULMINI
MOLVENO – DOMENICA 27 settembre 2020

Rimasti solo 1 o 2 posti!
Escursione nelle Dolomiti di Brenta lungo il Sentiero Croz dell’Altissimo fra natura e storia dell’alpinismo dolomitico.
Dove: Valle delle Seghe, Sentiero del Croz dell’Altissimo – Molveno (TN).
A chi è rivolto: adulti e ragazzi (>12 anni e allenati).
Impegno: 6 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 70 m, lunghezza ca. 8,4 km, 40% in piano, 60% in discesa.
Difficoltà: escursione su sentiero sassoso per lo più pianeggiante con alcuni tratti stretti (larghezza ca. 2 m ma dotati di ringhiera) lungo le cenge dette “Seghe del Mulon”.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E3 e A3 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: Molveno (TN) – Parcheggio Cabinovia Pradel (900 m) h 9,00, rientro h 15,00

HARVEST MOON IN FRANCIACORTA
CAZZAGO SAN MARTINO – VENERDI’ 2 ottobre 2020

Camminata al chiaro di Luna fra angoli nascosti e vigneti della Franciacorta con favole, musiche e poesie.
Dove: Cazzago San Martino/Calino (BS).
A chi è rivolto: famiglie.
Impegno: 2,15 h, lunghezza ca. 2,5 km, 60% in piano, 20% in salita, 20% in discesa.
Difficoltà: escursione su stradine di campagna e vigneti.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E1 e A1 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: parcheggio presso la Chiesa di Calino h 20,30 e rientro h 22,45.

IL GHIACCIAIO SCOMPARSO
CISLANO DI ZONE – SABATO 3 ottobre 2020

Alla scoperta delle Piramidi di terra di Zone, i giganteschi residui glaciali della Val Bagnadore
Dove: Cislano di Zone (BS).
Impegno: 4 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 200 m, lunghezza ca. 2,2 km, 20% in piano, 40% in discesa, 40% in salita.
Difficoltà: escursione inizialmente in discesa e poi in salita lungo un sentiero immerso nel verde, in alcuni tratti relativamente ripido e sassoso ma sempre agevole e ben percorribile, richiede comunque abitudine a camminare su terreno sconnesso.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E4 e A4 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: parcheggio della Riserva delle Piramidi di Zone, Via Sebino Fraz. Cislano h 9,00, rientro h 13,00.

HARVEST MOON SUL MONTE ORFANO
ROVATO – SABATO 3 ottobre 2020

Escursione al chiaro di Luna con Lombardia Segreta con la Luna piena più vicina all’equinozio d’autunno.
Dove: Montorfano, Rovato (BS).
A chi è rivolto: famiglie.
Impegno: 2 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 100 m, lunghezza ca. 1,5 km, 20% in piano, 40% in salita, 40% in discesa.
Difficoltà: escursione su sentieri inizialmente pianeggianti e poi in salita attraverso il bosco.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: abitudine a camminare su sentieri in salita.
Ritrovo per la partenza: Santuario di S. Stefano (200 m) h 20 e h 22.
Per le escursioni organizzate da Lombardia Nostra ci si deve iscrivere tramite Lombardia Segreta, le organizzano loro guidate da me, ma se non dovessero raggiungere il numero minimo di iscritti contattarmi!
Vedi gli eventi di Lombardia Segreta

IMPRESSIONI D’AUTUNNO ALLA CASCATA DEL CENGHEN
LINZANICO – DOMENICA 4 ottobre 2020

Quando un’escursione diventa un’esperienza da vivere e una storia da raccontare…
Dove: Linzanico (Abbadia Lariana – LC).
A chi è rivolto: escursione rivolta a adulti e bambini/ragazzi di età superiore agli 8 anni solo se con sufficiente allenamento fisico, abitudine a escursioni in salita e buone condizioni di salute.
Impegno: dislivello in salita ca. 300 m, lunghezza ca. 6 km, 40% in piano, 30% in salita, 30% in discesa.
Difficoltà: escursione su strada sterrata in leggera salita e pianeggiante, sentiero nel bosco con tratti stretti e sassosi.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E3 e A3 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: parcheggio gratuito di Linzanico (280 m) – h 8,45.

Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 2@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
3
Sab
2020
Escursioni con Emozione Natura
Ott 3@9:00–21:00
Escursioni con Emozione Natura @ vedi testo singolo appuntamento

Attività naturalistiche con lo scopo di apprezzar e preservare l’ambiente naturale che ci accoglie, fra camminate nella Natura, escursioni stellari e lunari ed esperienze e attività di educazione ambientale rivolte ai bambini e alle famiglie.

Con le dovute accortezze richieste dalla situazione sanitaria ma anche con il desiderio di stare bene.
La maggior parte delle escursioni saranno limitate ad un massimo di 6-10 persone e le attività per bambini e famiglie a 2-3 famiglie che si conoscano già.

IL BOSCO DEI SENSI
BOSSICO – SABATO 26 settembre 2020
Percorso esperienziale alla ricerca di sensazioni per scoprire il bosco e un po’ anche sé stessi…
Dove: Loc. Monte di Lovere (1000 m) – Bossico (BG)
A chi è rivolto: riservata a persone (adulti e ragazzi di età > 12 anni) a proprio agio nella Natura e disposte a mettersi in gioco…
Impegno: 4 h, lunghezza ca. 2 km, 80% in piano, 10% in salita, 10% in discesa.
Difficoltà: escursione in piano su stradine sterrate e sentieri nel bosco.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E1 e A1 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: Az. Agrituristica 5 Abeti, Viale Sette Colli, Loc. Monte di Lovere – Bossico (BG) h 9,00, rientro h 13,00.

AL CHIARO DI LUNA SUL MONTE ORFANO
ROVATO – SABATO 26 settembre 2020
Escursione notturna con Lombardia Segreta.
Dove: Montorfano, Rovato (BS).
A chi è rivolto: famiglie.
Impegno: 2 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 100 m, lunghezza ca. 1,5 km, 20% in piano, 40% in salita, 40% in discesa.
Difficoltà: escursione su sentieri inizialmente pianeggianti e poi in salita attraverso il bosco.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: abitudine a camminare su sentieri in salita.
Ritrovo per la partenza: Santuario di S. Stefano (200 m) h 19,30 e h 21,30.
Per partecipare:
Per le escursioni organizzate da Lombardia Nostra ci si deve iscrivere tramite Lombardia Segreta, le organizzano loro guidate da me, ma se non dovessero raggiungere il numero minimo di iscritti contattarmi!
Vedi gli eventi di Lombardia Segreta

AL COSPETTO DEGLI SFULMINI
MOLVENO – DOMENICA 27 settembre 2020

Rimasti solo 1 o 2 posti!
Escursione nelle Dolomiti di Brenta lungo il Sentiero Croz dell’Altissimo fra natura e storia dell’alpinismo dolomitico.
Dove: Valle delle Seghe, Sentiero del Croz dell’Altissimo – Molveno (TN).
A chi è rivolto: adulti e ragazzi (>12 anni e allenati).
Impegno: 6 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 70 m, lunghezza ca. 8,4 km, 40% in piano, 60% in discesa.
Difficoltà: escursione su sentiero sassoso per lo più pianeggiante con alcuni tratti stretti (larghezza ca. 2 m ma dotati di ringhiera) lungo le cenge dette “Seghe del Mulon”.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E3 e A3 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: Molveno (TN) – Parcheggio Cabinovia Pradel (900 m) h 9,00, rientro h 15,00

HARVEST MOON IN FRANCIACORTA
CAZZAGO SAN MARTINO – VENERDI’ 2 ottobre 2020

Camminata al chiaro di Luna fra angoli nascosti e vigneti della Franciacorta con favole, musiche e poesie.
Dove: Cazzago San Martino/Calino (BS).
A chi è rivolto: famiglie.
Impegno: 2,15 h, lunghezza ca. 2,5 km, 60% in piano, 20% in salita, 20% in discesa.
Difficoltà: escursione su stradine di campagna e vigneti.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E1 e A1 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: parcheggio presso la Chiesa di Calino h 20,30 e rientro h 22,45.

IL GHIACCIAIO SCOMPARSO
CISLANO DI ZONE – SABATO 3 ottobre 2020

Alla scoperta delle Piramidi di terra di Zone, i giganteschi residui glaciali della Val Bagnadore
Dove: Cislano di Zone (BS).
Impegno: 4 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 200 m, lunghezza ca. 2,2 km, 20% in piano, 40% in discesa, 40% in salita.
Difficoltà: escursione inizialmente in discesa e poi in salita lungo un sentiero immerso nel verde, in alcuni tratti relativamente ripido e sassoso ma sempre agevole e ben percorribile, richiede comunque abitudine a camminare su terreno sconnesso.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E4 e A4 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: parcheggio della Riserva delle Piramidi di Zone, Via Sebino Fraz. Cislano h 9,00, rientro h 13,00.

HARVEST MOON SUL MONTE ORFANO
ROVATO – SABATO 3 ottobre 2020

Escursione al chiaro di Luna con Lombardia Segreta con la Luna piena più vicina all’equinozio d’autunno.
Dove: Montorfano, Rovato (BS).
A chi è rivolto: famiglie.
Impegno: 2 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 100 m, lunghezza ca. 1,5 km, 20% in piano, 40% in salita, 40% in discesa.
Difficoltà: escursione su sentieri inizialmente pianeggianti e poi in salita attraverso il bosco.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: abitudine a camminare su sentieri in salita.
Ritrovo per la partenza: Santuario di S. Stefano (200 m) h 20 e h 22.
Per le escursioni organizzate da Lombardia Nostra ci si deve iscrivere tramite Lombardia Segreta, le organizzano loro guidate da me, ma se non dovessero raggiungere il numero minimo di iscritti contattarmi!
Vedi gli eventi di Lombardia Segreta

IMPRESSIONI D’AUTUNNO ALLA CASCATA DEL CENGHEN
LINZANICO – DOMENICA 4 ottobre 2020

Quando un’escursione diventa un’esperienza da vivere e una storia da raccontare…
Dove: Linzanico (Abbadia Lariana – LC).
A chi è rivolto: escursione rivolta a adulti e bambini/ragazzi di età superiore agli 8 anni solo se con sufficiente allenamento fisico, abitudine a escursioni in salita e buone condizioni di salute.
Impegno: dislivello in salita ca. 300 m, lunghezza ca. 6 km, 40% in piano, 30% in salita, 30% in discesa.
Difficoltà: escursione su strada sterrata in leggera salita e pianeggiante, sentiero nel bosco con tratti stretti e sassosi.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E3 e A3 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: parcheggio gratuito di Linzanico (280 m) – h 8,45.

Arte con Noi – Visite guidate
Ott 3@10:00–21:00
Arte con Noi - Visite guidate @ vedi testo

Domenica 27 settembre ore 15.30
Visita alla chiesa di Santa Maria della Calchera a Brescia

Situata nell’omonima piazzetta è uno splendido edificio modificato più volte nel tempo, accoglie sui suoi altari ben due opere di Moretto (tra cui uno dei suoi capolavori) e un’opera giovanile di Romanino.
La visita è svolta nell’ultima giornata di apertura straordinaria al pubblico in occasione della mostra Ave Crux nata dal ritrovamento fortuito di un icona raffigurante il crocifisso ora esposta in sacrestia insieme con opere di arte contemporanea sul medesimo tema in tutta la chiesa.
Costo a persona euro 8 (da versare al momento)

Sabato 3 ottobre mattino – Brescia
Visita ore 10 Piazza Duomo, Piazza Loggia e Corso Zanardelli
Visita ore 11.30 Piazza Foro ed il Museo di Santa Giulia

In collaborazione con il Comune di Brescia vi proponiamo due visite guidate alla scoperta del cuore pulsante della città:
– una prima visita alle ore 10 è dedicata a Piazza Duomo, Piazza Loggia e a Corso Zanardelli (durata circa 1 ora);
– la seconda visita con partenza alle 11.30 è dedicata a Piazza Foro e al Museo di Santa Giulia (durata circa 1 ora e mezza).
Le visite hanno ha un costo di euro 5 a persona (gratuito minori di 13 anni accompagnati) da versare il giorno stesso (totale euro 10 per entrambe le visite)
Si aggiunge poi il costo del biglietto di ingresso al museo di Santa Giulia per la visita delle ore 11.30.
Ritrovo per entrambe le visite: Infopoint di Piazza Paolo VI (Piazza Duomo) di fronte al Duomo Vecchio

Domenica 4 ottobre ore 15.30
Onde sonore nel borgo Musica, arte e storia a Erbusco

Esterno Pieve di Santa Maria, via Castello, Erbusco (BS)
Durata: 2 ore circa
Visita guidata (o lezione/conferenza)sul borgo fortificato e la pieve di Santa Maria di Erbusco e Concerto dedicato ai musicisti di rottura dagli anni’50 ai ’90 a cura del Gruppo Caronte
Alberto Martinelli- violino
Gabriele Miglioli – violoncello
Elena Trovato – arpa
Luigi Signori – pianoforte e voce
Costo euro 9,99 a persona comprensivo di spese di commissione
Biglietti on line al sito www.liveticket.it
Info e possibilità di acquisto sul momento con prenotazione obbligatoria al 340.3503863
In collaborazione con il Comune di Erbusco

Domenica 11 ottobre ore 9.30
ArteconNoi collabora anche con il Festival Letterario Giallo Garda!

Potrete partecipare alla visita del borgo di Padenghe e del suo castello (gentilmente offerta dall’organizzazione del Festival) affrettatevi a prenotare al 320.1560066 i posti sono limitati!
IMPORTANTE Ritrovo presso Hotel West garda e poi spostamenti con proprio veicolo.
Specifichiamo che dopo la visita si potrà partecipare agli eventi della sesta edizione del Premio Letterario

Non è possibile presentarsi alla visita senza aver effettuato la prenotazione

I gruppi saranno formati da massimo 10 persone ed è obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata della visita.

Piccoli minatori crescono – Valle del Chiese
Ott 3@14:00–18:30
Piccoli minatori crescono - Valle del Chiese @ Darzo

Sapete chi erano i bòcia?
I giovani, a volte giovanissimi, che arrivavano a Marìgole per imparare l’arte del lavoro in miniera.
Era un percorso lungo e faticoso, dove si apprendeva a lavorare dentro e fuori, sopra e sotto la montagna.

Con questa visita interattiva, con bambini e genitori, ripercorreremo insieme questa unica ed emozionante esperienza di lavoro e di vita.

La visita interattiva ha una durata di due ore, a cui si deve aggiungere il tempo per arrivare e rientrare a fondo valle.

Date: Tutti i sabati pomeriggio dal 18/07/2020 al 03/10/2020
Orario: negli orari 14.00-16.00 oppure 16.30-18.30

Costo: Adulti (sopra i 12 anni) € 6,00 | 4,00 € per residenti Giudicarie e Valle Sabbia; ragazzi (sotto 12 anni) € 5,00 | 3,00 € per residenti Giudicarie e Valle Sabbia

Prenotazione obbligatoria ai contatti indicati

Scopri di più sulla Valle del Chiese e le sue possibilità di divertimento in famiglia

Ott
4
Dom
2020
Una miniera di storie – Valle del Chiese
Ott 4@8:30–16:30

Attività per bambini e genitori alla Miniera di Darzo

Un piccolo paese. Una miniera di storie.
Le scopriremo percorrendo, mappa alla mano, le strade e le piazze del tranquillo paesino con una intrigante caccia ai segni e alle tracce lasciati da secoli di lavoro nei campi e dalla più recente attività mineraria della lavorazione della barite.

Date:
– Tutti i sabati dal 18/07/2020 al 5/09/2020
– tutte le domeniche dal 13/09/2020 al 4/10/2020
– ed in più: 06/7 – 20/7 – 3/8 – 17/8 – 31/8
Orario: dalle 10.30 alle 12.00

Età consigliata:L’attività è adatta ai bambini dai 6 ai 12 anni.

Prenotazione obbligatoria ai contatti indicati

Scopri di più sulla Valle del Chiese e le sue possibilità di divertimento in famiglia

Domenica 4 ottobre 2020 – Miniere d’autunno

UN TREKKING NATURALISTICO-CULTURALE, per siglare la chiusura della stagione 2020 delle visite guidate:
Un trekking autunnale dal centro storico di Darzo alle malghe sopra il paese, passando attraverso l’ex sito minerario di Marìgole: questa l’iniziativa naturalistico-culturale che proponiamo per la giornata di domenica 4 ottobre.

Programma
08:30 Ritrovo a Darzo presso Dylan’s Café
Visita guidata ai murales del paese | spostamento con mezzi propri verso Storo, località Prabort (1000 m slm) | partenza a piedi per Marìgole (1190 m slm) | visita guidata all’ex sito minerario | salita a Malga Plas (1330 m slm) | rientro in località Prabort

La giornata, condotta da Accompagnatori di media montagna e da esperti della Associazione Miniere Darzo, richiede un minimo di allenamento, scarponcini da trekking, giacca a vento e antipioggia, acqua e pranzo al sacco.

TARIFFA 7€ >12 anni | 5€ <12 anni PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA | T 328 000 7711 | visite@minieredarzo.it Miniere-d'autunno_Darzo-ottobre-2020-evento-chiusura

Escursioni con Emozione Natura
Ott 4@9:00–21:00
Escursioni con Emozione Natura @ vedi testo singolo appuntamento

Attività naturalistiche con lo scopo di apprezzar e preservare l’ambiente naturale che ci accoglie, fra camminate nella Natura, escursioni stellari e lunari ed esperienze e attività di educazione ambientale rivolte ai bambini e alle famiglie.

Con le dovute accortezze richieste dalla situazione sanitaria ma anche con il desiderio di stare bene.
La maggior parte delle escursioni saranno limitate ad un massimo di 6-10 persone e le attività per bambini e famiglie a 2-3 famiglie che si conoscano già.

IL BOSCO DEI SENSI
BOSSICO – SABATO 26 settembre 2020
Percorso esperienziale alla ricerca di sensazioni per scoprire il bosco e un po’ anche sé stessi…
Dove: Loc. Monte di Lovere (1000 m) – Bossico (BG)
A chi è rivolto: riservata a persone (adulti e ragazzi di età > 12 anni) a proprio agio nella Natura e disposte a mettersi in gioco…
Impegno: 4 h, lunghezza ca. 2 km, 80% in piano, 10% in salita, 10% in discesa.
Difficoltà: escursione in piano su stradine sterrate e sentieri nel bosco.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E1 e A1 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: Az. Agrituristica 5 Abeti, Viale Sette Colli, Loc. Monte di Lovere – Bossico (BG) h 9,00, rientro h 13,00.

AL CHIARO DI LUNA SUL MONTE ORFANO
ROVATO – SABATO 26 settembre 2020
Escursione notturna con Lombardia Segreta.
Dove: Montorfano, Rovato (BS).
A chi è rivolto: famiglie.
Impegno: 2 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 100 m, lunghezza ca. 1,5 km, 20% in piano, 40% in salita, 40% in discesa.
Difficoltà: escursione su sentieri inizialmente pianeggianti e poi in salita attraverso il bosco.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: abitudine a camminare su sentieri in salita.
Ritrovo per la partenza: Santuario di S. Stefano (200 m) h 19,30 e h 21,30.
Per partecipare:
Per le escursioni organizzate da Lombardia Nostra ci si deve iscrivere tramite Lombardia Segreta, le organizzano loro guidate da me, ma se non dovessero raggiungere il numero minimo di iscritti contattarmi!
Vedi gli eventi di Lombardia Segreta

AL COSPETTO DEGLI SFULMINI
MOLVENO – DOMENICA 27 settembre 2020

Rimasti solo 1 o 2 posti!
Escursione nelle Dolomiti di Brenta lungo il Sentiero Croz dell’Altissimo fra natura e storia dell’alpinismo dolomitico.
Dove: Valle delle Seghe, Sentiero del Croz dell’Altissimo – Molveno (TN).
A chi è rivolto: adulti e ragazzi (>12 anni e allenati).
Impegno: 6 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 70 m, lunghezza ca. 8,4 km, 40% in piano, 60% in discesa.
Difficoltà: escursione su sentiero sassoso per lo più pianeggiante con alcuni tratti stretti (larghezza ca. 2 m ma dotati di ringhiera) lungo le cenge dette “Seghe del Mulon”.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E3 e A3 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: Molveno (TN) – Parcheggio Cabinovia Pradel (900 m) h 9,00, rientro h 15,00

HARVEST MOON IN FRANCIACORTA
CAZZAGO SAN MARTINO – VENERDI’ 2 ottobre 2020

Camminata al chiaro di Luna fra angoli nascosti e vigneti della Franciacorta con favole, musiche e poesie.
Dove: Cazzago San Martino/Calino (BS).
A chi è rivolto: famiglie.
Impegno: 2,15 h, lunghezza ca. 2,5 km, 60% in piano, 20% in salita, 20% in discesa.
Difficoltà: escursione su stradine di campagna e vigneti.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E1 e A1 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: parcheggio presso la Chiesa di Calino h 20,30 e rientro h 22,45.

IL GHIACCIAIO SCOMPARSO
CISLANO DI ZONE – SABATO 3 ottobre 2020

Alla scoperta delle Piramidi di terra di Zone, i giganteschi residui glaciali della Val Bagnadore
Dove: Cislano di Zone (BS).
Impegno: 4 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 200 m, lunghezza ca. 2,2 km, 20% in piano, 40% in discesa, 40% in salita.
Difficoltà: escursione inizialmente in discesa e poi in salita lungo un sentiero immerso nel verde, in alcuni tratti relativamente ripido e sassoso ma sempre agevole e ben percorribile, richiede comunque abitudine a camminare su terreno sconnesso.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E4 e A4 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: parcheggio della Riserva delle Piramidi di Zone, Via Sebino Fraz. Cislano h 9,00, rientro h 13,00.

HARVEST MOON SUL MONTE ORFANO
ROVATO – SABATO 3 ottobre 2020

Escursione al chiaro di Luna con Lombardia Segreta con la Luna piena più vicina all’equinozio d’autunno.
Dove: Montorfano, Rovato (BS).
A chi è rivolto: famiglie.
Impegno: 2 h, dislivello in salita andata e ritorno ca. 100 m, lunghezza ca. 1,5 km, 20% in piano, 40% in salita, 40% in discesa.
Difficoltà: escursione su sentieri inizialmente pianeggianti e poi in salita attraverso il bosco.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: abitudine a camminare su sentieri in salita.
Ritrovo per la partenza: Santuario di S. Stefano (200 m) h 20 e h 22.
Per le escursioni organizzate da Lombardia Nostra ci si deve iscrivere tramite Lombardia Segreta, le organizzano loro guidate da me, ma se non dovessero raggiungere il numero minimo di iscritti contattarmi!
Vedi gli eventi di Lombardia Segreta

IMPRESSIONI D’AUTUNNO ALLA CASCATA DEL CENGHEN
LINZANICO – DOMENICA 4 ottobre 2020

Quando un’escursione diventa un’esperienza da vivere e una storia da raccontare…
Dove: Linzanico (Abbadia Lariana – LC).
A chi è rivolto: escursione rivolta a adulti e bambini/ragazzi di età superiore agli 8 anni solo se con sufficiente allenamento fisico, abitudine a escursioni in salita e buone condizioni di salute.
Impegno: dislivello in salita ca. 300 m, lunghezza ca. 6 km, 40% in piano, 30% in salita, 30% in discesa.
Difficoltà: escursione su strada sterrata in leggera salita e pianeggiante, sentiero nel bosco con tratti stretti e sassosi.
Livello di esperienza e allenamento richiesti: E3 e A3 (vedere il modulo di adesione).
Ritrovo per la partenza: parcheggio gratuito di Linzanico (280 m) – h 8,45.

Arte con Noi – Visite guidate
Ott 4@10:00–21:00
Arte con Noi - Visite guidate @ vedi testo

Domenica 27 settembre ore 15.30
Visita alla chiesa di Santa Maria della Calchera a Brescia

Situata nell’omonima piazzetta è uno splendido edificio modificato più volte nel tempo, accoglie sui suoi altari ben due opere di Moretto (tra cui uno dei suoi capolavori) e un’opera giovanile di Romanino.
La visita è svolta nell’ultima giornata di apertura straordinaria al pubblico in occasione della mostra Ave Crux nata dal ritrovamento fortuito di un icona raffigurante il crocifisso ora esposta in sacrestia insieme con opere di arte contemporanea sul medesimo tema in tutta la chiesa.
Costo a persona euro 8 (da versare al momento)

Sabato 3 ottobre mattino – Brescia
Visita ore 10 Piazza Duomo, Piazza Loggia e Corso Zanardelli
Visita ore 11.30 Piazza Foro ed il Museo di Santa Giulia

In collaborazione con il Comune di Brescia vi proponiamo due visite guidate alla scoperta del cuore pulsante della città:
– una prima visita alle ore 10 è dedicata a Piazza Duomo, Piazza Loggia e a Corso Zanardelli (durata circa 1 ora);
– la seconda visita con partenza alle 11.30 è dedicata a Piazza Foro e al Museo di Santa Giulia (durata circa 1 ora e mezza).
Le visite hanno ha un costo di euro 5 a persona (gratuito minori di 13 anni accompagnati) da versare il giorno stesso (totale euro 10 per entrambe le visite)
Si aggiunge poi il costo del biglietto di ingresso al museo di Santa Giulia per la visita delle ore 11.30.
Ritrovo per entrambe le visite: Infopoint di Piazza Paolo VI (Piazza Duomo) di fronte al Duomo Vecchio

Domenica 4 ottobre ore 15.30
Onde sonore nel borgo Musica, arte e storia a Erbusco

Esterno Pieve di Santa Maria, via Castello, Erbusco (BS)
Durata: 2 ore circa
Visita guidata (o lezione/conferenza)sul borgo fortificato e la pieve di Santa Maria di Erbusco e Concerto dedicato ai musicisti di rottura dagli anni’50 ai ’90 a cura del Gruppo Caronte
Alberto Martinelli- violino
Gabriele Miglioli – violoncello
Elena Trovato – arpa
Luigi Signori – pianoforte e voce
Costo euro 9,99 a persona comprensivo di spese di commissione
Biglietti on line al sito www.liveticket.it
Info e possibilità di acquisto sul momento con prenotazione obbligatoria al 340.3503863
In collaborazione con il Comune di Erbusco

Domenica 11 ottobre ore 9.30
ArteconNoi collabora anche con il Festival Letterario Giallo Garda!

Potrete partecipare alla visita del borgo di Padenghe e del suo castello (gentilmente offerta dall’organizzazione del Festival) affrettatevi a prenotare al 320.1560066 i posti sono limitati!
IMPORTANTE Ritrovo presso Hotel West garda e poi spostamenti con proprio veicolo.
Specifichiamo che dopo la visita si potrà partecipare agli eventi della sesta edizione del Premio Letterario

Non è possibile presentarsi alla visita senza aver effettuato la prenotazione

I gruppi saranno formati da massimo 10 persone ed è obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata della visita.

Ott
5
Lun
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 5@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
8
Gio
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 8@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
9
Ven
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 9@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
10
Sab
2020
Essenze di fiume
Ott 10@9:00–21:00
Essenze di fiume @ Parco Oglio Nord

L’Ente di gestione del Parco Oglio Nord ha preparato per l’occasione una serie di iniziative che permettono di conoscere un ambiente immerso nella natura vicino a casa, appuntamenti per ogni fascia di età e che possono soddisfare le aspirazioni di tutti.
Essenze di Fiume racchiude diverse idee per grandi e piccini, per la famiglia o per chi da solo desidera praticare sport, corsi per imparare a conoscere la flora e la fauna, riscoprire gli antichi mestieri, passeggiate e appuntamenti per curare la mente e lo spirito immersi nella natura e molto altro. La realizzazione delle giornate è affidata a personale qualificato, che vi farà scoprire tutte le buone occasioni per vivere il Parco Oglio Nord in tutte le sue peculiarità.

Domenica 27 settembre, 11 e 18 ottobre, 8 novembre, ore 9.00
DISCESA IN GOMMONE

con Stefano Stanga Esperienza unica di discesa sul fiume, in piena sicurezza accompagnati dalla guida rafting. La discesa sarà arricchita da notizie sulla flora e la fauna che si incontrerà lungo il tragitto. Equipaggiamento fornito dall’insegnante. Si consiglia un abbigliamento sportivo. Prenotazione obbligatoria entro il venerdì che precede l’uscita, minimo 8 iscritti.
Quota € 10. Ritrovo: porta d’ingresso località Bompensiero frazione di Villachiara (BS)
Tratto: Bompensiero/Acqualunga – Durata indicativa: due ore circa
Info ed iscrizioni: Stefano Stanga 338 4970549

Sabato 10-11/17-18 Ottobre, ore 14.00
CORSO DI KAYAK
con Gionni Lanfredi
Esperienza in natura adatta ad adulti e bambini. Lezioni strutturate in acque tranquille dove si impartiscono le prime nozioni sulla conduzione, il baricentro e l’utilizzo della pagaia. In seguito per chi lo desidera seguiranno approfondimenti delle tecniche per poter discendere vari tratti del fiume. Attrezzatura fornita dall’insegnante. Prenotazione obbligatoria
Ritrovo: laghetto Insortello, uno splendido scenario popolato da numerose specie di uccelli e da una fitta vegetazione in via Brescia a Soncino (CR). Info e prenotazioni: Gionni Lanfredi 340 5903148

Sabato 17 ottobre, ore 15,00
IL BOSCO CREATIVO

Stimolare la creatività e la fantasia, e allo stesso tempo la manualità, usando materiali all’apparenza “poveri” che hanno invece una storia da raccontare.
Materiali recuperati in natura come cortecce di alberi, pigne, galle, radici, semi, ecc.. diventano oggetti curiosi. Il laboratorio è rivolto ai ragazzi da 7 a 90 anni.
Durata: due ore circa. Costo: € 20,00 comprensivo dei materiali e delle attrezzature necessarie. Il laboratorio si effettuerà con un minimo di 5 iscritti. Iscrizioni entro giovedì 15 ottobre.
Ritrovo: Ostello Molino di Basso, Via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (Bg)
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sabato 7-14 Novembre, ore 14.30
CORSO DI CESTERIA
con Omodei Gelsomina
Riscopriamo gli antichi mestieri. Creazione di cesti utilizzando “le smandre” fettucce di nocciolo, castagno, salice e sanguinello. Il materiale viene fornito dall’insegnante, è necessario procurare coltello tipo Opinel n°10. Il corso si attiverà con un minimo di 5 persone. Quota: € 30 iscrizioni entro il 10 settembre.
Luogo: Casa del Parco Oglio Nord – via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (BG)
Info ed iscrizioni: Omodei Gelsomina 347 9760799 – Parco Oglio Nord 0374 837067 cultura@parcooglionord.it

Domenica 8 novembre, ore 9,00
FOLIAGE
Riserva Naturale Isola Uccellanda.
Ritrovo: Ristorante Vecchia Contea, Villagana di Villachiara (BS).
A spasso in una delle Riserve più suggestiva del Parco, per osservare il mutare della natura e apprezzare i caldi colori e le morbide luci autunnali. Quota € 10,00. Iscrizioni entro venerdì 6 novembre.
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sempre disponibili

ESCURSIONI IN BICICLETTA – tutto l’anno Escursioni in bicicletta alla scoperta del Parco dell’Oglio e lungo la Greenway.
Sarete accompagnati da guide di Mountain Bike che vi faranno scoprire le bellezze paesaggistiche e culinarie del territorio, con la possibilità di noleggiare biciclette a pedalata assistita e servizio di trasporto bagagli. I tour di uno o più giorni, saranno adattati e personalizzati al livello di ogni gruppo o singolo partecipante.

ESCURSIONI A CAVALLO – tutto l’anno
Il territorio del Parco Oglio Nord ben si presta ad essere esplorato in sella a docili cavalli, seguendo il fiume si attraversare paesaggi suggestivi e numerose testimonianze storiche presenti sul territorio.

Ott
11
Dom
2020
Essenze di fiume
Ott 11@9:00–21:00
Essenze di fiume @ Parco Oglio Nord

L’Ente di gestione del Parco Oglio Nord ha preparato per l’occasione una serie di iniziative che permettono di conoscere un ambiente immerso nella natura vicino a casa, appuntamenti per ogni fascia di età e che possono soddisfare le aspirazioni di tutti.
Essenze di Fiume racchiude diverse idee per grandi e piccini, per la famiglia o per chi da solo desidera praticare sport, corsi per imparare a conoscere la flora e la fauna, riscoprire gli antichi mestieri, passeggiate e appuntamenti per curare la mente e lo spirito immersi nella natura e molto altro. La realizzazione delle giornate è affidata a personale qualificato, che vi farà scoprire tutte le buone occasioni per vivere il Parco Oglio Nord in tutte le sue peculiarità.

Domenica 27 settembre, 11 e 18 ottobre, 8 novembre, ore 9.00
DISCESA IN GOMMONE

con Stefano Stanga Esperienza unica di discesa sul fiume, in piena sicurezza accompagnati dalla guida rafting. La discesa sarà arricchita da notizie sulla flora e la fauna che si incontrerà lungo il tragitto. Equipaggiamento fornito dall’insegnante. Si consiglia un abbigliamento sportivo. Prenotazione obbligatoria entro il venerdì che precede l’uscita, minimo 8 iscritti.
Quota € 10. Ritrovo: porta d’ingresso località Bompensiero frazione di Villachiara (BS)
Tratto: Bompensiero/Acqualunga – Durata indicativa: due ore circa
Info ed iscrizioni: Stefano Stanga 338 4970549

Sabato 10-11/17-18 Ottobre, ore 14.00
CORSO DI KAYAK
con Gionni Lanfredi
Esperienza in natura adatta ad adulti e bambini. Lezioni strutturate in acque tranquille dove si impartiscono le prime nozioni sulla conduzione, il baricentro e l’utilizzo della pagaia. In seguito per chi lo desidera seguiranno approfondimenti delle tecniche per poter discendere vari tratti del fiume. Attrezzatura fornita dall’insegnante. Prenotazione obbligatoria
Ritrovo: laghetto Insortello, uno splendido scenario popolato da numerose specie di uccelli e da una fitta vegetazione in via Brescia a Soncino (CR). Info e prenotazioni: Gionni Lanfredi 340 5903148

Sabato 17 ottobre, ore 15,00
IL BOSCO CREATIVO

Stimolare la creatività e la fantasia, e allo stesso tempo la manualità, usando materiali all’apparenza “poveri” che hanno invece una storia da raccontare.
Materiali recuperati in natura come cortecce di alberi, pigne, galle, radici, semi, ecc.. diventano oggetti curiosi. Il laboratorio è rivolto ai ragazzi da 7 a 90 anni.
Durata: due ore circa. Costo: € 20,00 comprensivo dei materiali e delle attrezzature necessarie. Il laboratorio si effettuerà con un minimo di 5 iscritti. Iscrizioni entro giovedì 15 ottobre.
Ritrovo: Ostello Molino di Basso, Via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (Bg)
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sabato 7-14 Novembre, ore 14.30
CORSO DI CESTERIA
con Omodei Gelsomina
Riscopriamo gli antichi mestieri. Creazione di cesti utilizzando “le smandre” fettucce di nocciolo, castagno, salice e sanguinello. Il materiale viene fornito dall’insegnante, è necessario procurare coltello tipo Opinel n°10. Il corso si attiverà con un minimo di 5 persone. Quota: € 30 iscrizioni entro il 10 settembre.
Luogo: Casa del Parco Oglio Nord – via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (BG)
Info ed iscrizioni: Omodei Gelsomina 347 9760799 – Parco Oglio Nord 0374 837067 cultura@parcooglionord.it

Domenica 8 novembre, ore 9,00
FOLIAGE
Riserva Naturale Isola Uccellanda.
Ritrovo: Ristorante Vecchia Contea, Villagana di Villachiara (BS).
A spasso in una delle Riserve più suggestiva del Parco, per osservare il mutare della natura e apprezzare i caldi colori e le morbide luci autunnali. Quota € 10,00. Iscrizioni entro venerdì 6 novembre.
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sempre disponibili

ESCURSIONI IN BICICLETTA – tutto l’anno Escursioni in bicicletta alla scoperta del Parco dell’Oglio e lungo la Greenway.
Sarete accompagnati da guide di Mountain Bike che vi faranno scoprire le bellezze paesaggistiche e culinarie del territorio, con la possibilità di noleggiare biciclette a pedalata assistita e servizio di trasporto bagagli. I tour di uno o più giorni, saranno adattati e personalizzati al livello di ogni gruppo o singolo partecipante.

ESCURSIONI A CAVALLO – tutto l’anno
Il territorio del Parco Oglio Nord ben si presta ad essere esplorato in sella a docili cavalli, seguendo il fiume si attraversare paesaggi suggestivi e numerose testimonianze storiche presenti sul territorio.

Arte con Noi – Visite guidate
Ott 11@10:00–21:00
Arte con Noi - Visite guidate @ vedi testo

Domenica 27 settembre ore 15.30
Visita alla chiesa di Santa Maria della Calchera a Brescia

Situata nell’omonima piazzetta è uno splendido edificio modificato più volte nel tempo, accoglie sui suoi altari ben due opere di Moretto (tra cui uno dei suoi capolavori) e un’opera giovanile di Romanino.
La visita è svolta nell’ultima giornata di apertura straordinaria al pubblico in occasione della mostra Ave Crux nata dal ritrovamento fortuito di un icona raffigurante il crocifisso ora esposta in sacrestia insieme con opere di arte contemporanea sul medesimo tema in tutta la chiesa.
Costo a persona euro 8 (da versare al momento)

Sabato 3 ottobre mattino – Brescia
Visita ore 10 Piazza Duomo, Piazza Loggia e Corso Zanardelli
Visita ore 11.30 Piazza Foro ed il Museo di Santa Giulia

In collaborazione con il Comune di Brescia vi proponiamo due visite guidate alla scoperta del cuore pulsante della città:
– una prima visita alle ore 10 è dedicata a Piazza Duomo, Piazza Loggia e a Corso Zanardelli (durata circa 1 ora);
– la seconda visita con partenza alle 11.30 è dedicata a Piazza Foro e al Museo di Santa Giulia (durata circa 1 ora e mezza).
Le visite hanno ha un costo di euro 5 a persona (gratuito minori di 13 anni accompagnati) da versare il giorno stesso (totale euro 10 per entrambe le visite)
Si aggiunge poi il costo del biglietto di ingresso al museo di Santa Giulia per la visita delle ore 11.30.
Ritrovo per entrambe le visite: Infopoint di Piazza Paolo VI (Piazza Duomo) di fronte al Duomo Vecchio

Domenica 4 ottobre ore 15.30
Onde sonore nel borgo Musica, arte e storia a Erbusco

Esterno Pieve di Santa Maria, via Castello, Erbusco (BS)
Durata: 2 ore circa
Visita guidata (o lezione/conferenza)sul borgo fortificato e la pieve di Santa Maria di Erbusco e Concerto dedicato ai musicisti di rottura dagli anni’50 ai ’90 a cura del Gruppo Caronte
Alberto Martinelli- violino
Gabriele Miglioli – violoncello
Elena Trovato – arpa
Luigi Signori – pianoforte e voce
Costo euro 9,99 a persona comprensivo di spese di commissione
Biglietti on line al sito www.liveticket.it
Info e possibilità di acquisto sul momento con prenotazione obbligatoria al 340.3503863
In collaborazione con il Comune di Erbusco

Domenica 11 ottobre ore 9.30
ArteconNoi collabora anche con il Festival Letterario Giallo Garda!

Potrete partecipare alla visita del borgo di Padenghe e del suo castello (gentilmente offerta dall’organizzazione del Festival) affrettatevi a prenotare al 320.1560066 i posti sono limitati!
IMPORTANTE Ritrovo presso Hotel West garda e poi spostamenti con proprio veicolo.
Specifichiamo che dopo la visita si potrà partecipare agli eventi della sesta edizione del Premio Letterario

Non è possibile presentarsi alla visita senza aver effettuato la prenotazione

I gruppi saranno formati da massimo 10 persone ed è obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata della visita.

Ott
12
Lun
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 12@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
13
Mar
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 13@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
14
Mer
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 14@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
15
Gio
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 15@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
16
Ven
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 16@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
17
Sab
2020
Essenze di fiume
Ott 17@9:00–21:00
Essenze di fiume @ Parco Oglio Nord

L’Ente di gestione del Parco Oglio Nord ha preparato per l’occasione una serie di iniziative che permettono di conoscere un ambiente immerso nella natura vicino a casa, appuntamenti per ogni fascia di età e che possono soddisfare le aspirazioni di tutti.
Essenze di Fiume racchiude diverse idee per grandi e piccini, per la famiglia o per chi da solo desidera praticare sport, corsi per imparare a conoscere la flora e la fauna, riscoprire gli antichi mestieri, passeggiate e appuntamenti per curare la mente e lo spirito immersi nella natura e molto altro. La realizzazione delle giornate è affidata a personale qualificato, che vi farà scoprire tutte le buone occasioni per vivere il Parco Oglio Nord in tutte le sue peculiarità.

Domenica 27 settembre, 11 e 18 ottobre, 8 novembre, ore 9.00
DISCESA IN GOMMONE

con Stefano Stanga Esperienza unica di discesa sul fiume, in piena sicurezza accompagnati dalla guida rafting. La discesa sarà arricchita da notizie sulla flora e la fauna che si incontrerà lungo il tragitto. Equipaggiamento fornito dall’insegnante. Si consiglia un abbigliamento sportivo. Prenotazione obbligatoria entro il venerdì che precede l’uscita, minimo 8 iscritti.
Quota € 10. Ritrovo: porta d’ingresso località Bompensiero frazione di Villachiara (BS)
Tratto: Bompensiero/Acqualunga – Durata indicativa: due ore circa
Info ed iscrizioni: Stefano Stanga 338 4970549

Sabato 10-11/17-18 Ottobre, ore 14.00
CORSO DI KAYAK
con Gionni Lanfredi
Esperienza in natura adatta ad adulti e bambini. Lezioni strutturate in acque tranquille dove si impartiscono le prime nozioni sulla conduzione, il baricentro e l’utilizzo della pagaia. In seguito per chi lo desidera seguiranno approfondimenti delle tecniche per poter discendere vari tratti del fiume. Attrezzatura fornita dall’insegnante. Prenotazione obbligatoria
Ritrovo: laghetto Insortello, uno splendido scenario popolato da numerose specie di uccelli e da una fitta vegetazione in via Brescia a Soncino (CR). Info e prenotazioni: Gionni Lanfredi 340 5903148

Sabato 17 ottobre, ore 15,00
IL BOSCO CREATIVO

Stimolare la creatività e la fantasia, e allo stesso tempo la manualità, usando materiali all’apparenza “poveri” che hanno invece una storia da raccontare.
Materiali recuperati in natura come cortecce di alberi, pigne, galle, radici, semi, ecc.. diventano oggetti curiosi. Il laboratorio è rivolto ai ragazzi da 7 a 90 anni.
Durata: due ore circa. Costo: € 20,00 comprensivo dei materiali e delle attrezzature necessarie. Il laboratorio si effettuerà con un minimo di 5 iscritti. Iscrizioni entro giovedì 15 ottobre.
Ritrovo: Ostello Molino di Basso, Via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (Bg)
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sabato 7-14 Novembre, ore 14.30
CORSO DI CESTERIA
con Omodei Gelsomina
Riscopriamo gli antichi mestieri. Creazione di cesti utilizzando “le smandre” fettucce di nocciolo, castagno, salice e sanguinello. Il materiale viene fornito dall’insegnante, è necessario procurare coltello tipo Opinel n°10. Il corso si attiverà con un minimo di 5 persone. Quota: € 30 iscrizioni entro il 10 settembre.
Luogo: Casa del Parco Oglio Nord – via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (BG)
Info ed iscrizioni: Omodei Gelsomina 347 9760799 – Parco Oglio Nord 0374 837067 cultura@parcooglionord.it

Domenica 8 novembre, ore 9,00
FOLIAGE
Riserva Naturale Isola Uccellanda.
Ritrovo: Ristorante Vecchia Contea, Villagana di Villachiara (BS).
A spasso in una delle Riserve più suggestiva del Parco, per osservare il mutare della natura e apprezzare i caldi colori e le morbide luci autunnali. Quota € 10,00. Iscrizioni entro venerdì 6 novembre.
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sempre disponibili

ESCURSIONI IN BICICLETTA – tutto l’anno Escursioni in bicicletta alla scoperta del Parco dell’Oglio e lungo la Greenway.
Sarete accompagnati da guide di Mountain Bike che vi faranno scoprire le bellezze paesaggistiche e culinarie del territorio, con la possibilità di noleggiare biciclette a pedalata assistita e servizio di trasporto bagagli. I tour di uno o più giorni, saranno adattati e personalizzati al livello di ogni gruppo o singolo partecipante.

ESCURSIONI A CAVALLO – tutto l’anno
Il territorio del Parco Oglio Nord ben si presta ad essere esplorato in sella a docili cavalli, seguendo il fiume si attraversare paesaggi suggestivi e numerose testimonianze storiche presenti sul territorio.

Ott
18
Dom
2020
Essenze di fiume
Ott 18@9:00–21:00
Essenze di fiume @ Parco Oglio Nord

L’Ente di gestione del Parco Oglio Nord ha preparato per l’occasione una serie di iniziative che permettono di conoscere un ambiente immerso nella natura vicino a casa, appuntamenti per ogni fascia di età e che possono soddisfare le aspirazioni di tutti.
Essenze di Fiume racchiude diverse idee per grandi e piccini, per la famiglia o per chi da solo desidera praticare sport, corsi per imparare a conoscere la flora e la fauna, riscoprire gli antichi mestieri, passeggiate e appuntamenti per curare la mente e lo spirito immersi nella natura e molto altro. La realizzazione delle giornate è affidata a personale qualificato, che vi farà scoprire tutte le buone occasioni per vivere il Parco Oglio Nord in tutte le sue peculiarità.

Domenica 27 settembre, 11 e 18 ottobre, 8 novembre, ore 9.00
DISCESA IN GOMMONE

con Stefano Stanga Esperienza unica di discesa sul fiume, in piena sicurezza accompagnati dalla guida rafting. La discesa sarà arricchita da notizie sulla flora e la fauna che si incontrerà lungo il tragitto. Equipaggiamento fornito dall’insegnante. Si consiglia un abbigliamento sportivo. Prenotazione obbligatoria entro il venerdì che precede l’uscita, minimo 8 iscritti.
Quota € 10. Ritrovo: porta d’ingresso località Bompensiero frazione di Villachiara (BS)
Tratto: Bompensiero/Acqualunga – Durata indicativa: due ore circa
Info ed iscrizioni: Stefano Stanga 338 4970549

Sabato 10-11/17-18 Ottobre, ore 14.00
CORSO DI KAYAK
con Gionni Lanfredi
Esperienza in natura adatta ad adulti e bambini. Lezioni strutturate in acque tranquille dove si impartiscono le prime nozioni sulla conduzione, il baricentro e l’utilizzo della pagaia. In seguito per chi lo desidera seguiranno approfondimenti delle tecniche per poter discendere vari tratti del fiume. Attrezzatura fornita dall’insegnante. Prenotazione obbligatoria
Ritrovo: laghetto Insortello, uno splendido scenario popolato da numerose specie di uccelli e da una fitta vegetazione in via Brescia a Soncino (CR). Info e prenotazioni: Gionni Lanfredi 340 5903148

Sabato 17 ottobre, ore 15,00
IL BOSCO CREATIVO

Stimolare la creatività e la fantasia, e allo stesso tempo la manualità, usando materiali all’apparenza “poveri” che hanno invece una storia da raccontare.
Materiali recuperati in natura come cortecce di alberi, pigne, galle, radici, semi, ecc.. diventano oggetti curiosi. Il laboratorio è rivolto ai ragazzi da 7 a 90 anni.
Durata: due ore circa. Costo: € 20,00 comprensivo dei materiali e delle attrezzature necessarie. Il laboratorio si effettuerà con un minimo di 5 iscritti. Iscrizioni entro giovedì 15 ottobre.
Ritrovo: Ostello Molino di Basso, Via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (Bg)
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sabato 7-14 Novembre, ore 14.30
CORSO DI CESTERIA
con Omodei Gelsomina
Riscopriamo gli antichi mestieri. Creazione di cesti utilizzando “le smandre” fettucce di nocciolo, castagno, salice e sanguinello. Il materiale viene fornito dall’insegnante, è necessario procurare coltello tipo Opinel n°10. Il corso si attiverà con un minimo di 5 persone. Quota: € 30 iscrizioni entro il 10 settembre.
Luogo: Casa del Parco Oglio Nord – via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (BG)
Info ed iscrizioni: Omodei Gelsomina 347 9760799 – Parco Oglio Nord 0374 837067 cultura@parcooglionord.it

Domenica 8 novembre, ore 9,00
FOLIAGE
Riserva Naturale Isola Uccellanda.
Ritrovo: Ristorante Vecchia Contea, Villagana di Villachiara (BS).
A spasso in una delle Riserve più suggestiva del Parco, per osservare il mutare della natura e apprezzare i caldi colori e le morbide luci autunnali. Quota € 10,00. Iscrizioni entro venerdì 6 novembre.
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sempre disponibili

ESCURSIONI IN BICICLETTA – tutto l’anno Escursioni in bicicletta alla scoperta del Parco dell’Oglio e lungo la Greenway.
Sarete accompagnati da guide di Mountain Bike che vi faranno scoprire le bellezze paesaggistiche e culinarie del territorio, con la possibilità di noleggiare biciclette a pedalata assistita e servizio di trasporto bagagli. I tour di uno o più giorni, saranno adattati e personalizzati al livello di ogni gruppo o singolo partecipante.

ESCURSIONI A CAVALLO – tutto l’anno
Il territorio del Parco Oglio Nord ben si presta ad essere esplorato in sella a docili cavalli, seguendo il fiume si attraversare paesaggi suggestivi e numerose testimonianze storiche presenti sul territorio.

Ott
19
Lun
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 19@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
20
Mar
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 20@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
21
Mer
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 21@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
22
Gio
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 22@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
23
Ven
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 23@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
26
Lun
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 26@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
27
Mar
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 27@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
28
Mer
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 28@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
29
Gio
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 29@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Ott
30
Ven
2020
Festival Filosofi lungo l’Oglio
Ott 30@21:00–23:30
Festival Filosofi lungo l’Oglio @ vedi testo singoli appuntamnenti

Inizia la XV EDIZIONE DEL FESTIVAL “FILOSOFI LUNGO L’OGLIO”
– La maratona del pensiero non si ferma

Tema edizione 2020 “Essere umani”
Un tema importante e che apre, in un anno complesso quale il 2020, a una ricca serie di declinazioni sulle quali potranno nascere e fiorire i numerosi interventi dei filosofi e pensatori che hanno aderito al festival. È importante interrogarsi sul tema di quest’anno a partire da una parola chiave, quanto mai attuale, che vuole ricordare come in un periodo di bisogno collettivo, quale quello che stiamo vivendo, l’umanità debba pensare in termini inclusivi lasciando da parte ogni forma di egoistico particolarismo.

Un’appassionante maratona del pensiero che vedrà protagonisti alcuni tra i più importanti pensatori e filosofi italiani e internazionali e che, per il quindicesimo anno consecutivo, rinnova il suo forte legame con il pubblico da sempre presenza attenta e partecipe del festival.

“Filosofi lungo l’Oglio” è il primo grande evento culturale in Lombardia che ha deciso di non fermarsi e di andare avanti con nuova energia, grazie anche al sostegno convinto della Provincia di Brescia, a conferma di una necessaria volontà di “ripartenza” culturale in una regione che il Covid-19 ha messo a dura prova presentando un conto altissimo in termini di vite umane.

Settembre

21 settembre, Umberto Curi con la lectio magistralis su: Amicizia e prossimità: modelli di humanitas – Villa Morando a Lograto (Bs).

22 settembre, Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità Monastica di Bose, che lancerà quasi un monito di speranza: Siate umani! – Monastero di S. Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo (Bs).

23 settembre, Umberto Galimberti con: La marginalizzazione dell’uomo nell’età della tecnica – Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

25 settembre Patire insieme. Protagonisti saranno: il Sindaco di Brescia, Emilio Del Bono; il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; il Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti; il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi; il Presidente Commissione Speciale Carceri della Lombardia, Gian Antonio Girelli; il Capo di Gabinetto della Prefettura di Brescia, Stefano Simeone. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore,Tonino Zana. Si tratterà di un momento alto, di una sorta di cartina di tornasole del che cosa significhi esperire la vulnerabilità della natura umana attraverso l’irrinunciabile testimonianza dei primi cittadini di località messe in ginocchio dal Coronavirus e, di colpo, messe sotto attacco da un qualcosa di imprevedibile e, insieme, di particolarmente funesto e minaccioso. Cosa significa essere in prima linea mentre gli ospedali si affollano, le sirene delle ambulanze infrangono un silenzio surreale, i dispositivi scarseggiano, i contagi si moltiplicano, il numero dei decessi cresce senza tregua tanto da richiedere per Bergamo l’intervento dei militari per l’impossibilità di contenere nelle chiese l’innumerevole quantità di bare delle persone morte di Covid-19, la paura e l’angoscia dei cittadini diventano, esse stesse, contagiose? Cosa si prova quando i tuoi cittadini – specialmente gli anziani –sperimentano la solitudine coatta resa necessaria dal lockdown o muoiono da soli, nelle terapie intensive o nelle RSA, senza la stretta, forse l’ultima, dei familiari? Come agire quando le tue comunità gemono e chiedono aiuto? Quando si è ad un passo dal baratro, quando il personale sanitario è allo strenuo delle forze e scarseggiano i medici e gli infermieri? Sono questi, soltanto, alcuni degli interrogativi cui i nostri sindaci sono stati chiamati a rispondere senza esitazione e navigando a vista. Dalla loro testimonianza, siamo certi di poter trarre la linfa generata dal syn-pathein, l’insegnamento che solo insieme si può uscire dal tunnel e si può ripartire.
– Villachiara, nella sede della Fondazione Filosofi lungo l’Oglio

28 settembre, l’economista Stefano Zamagni La politica della vita confuta l’etica della vita umana: che fare contro l’aporofobia? ovvero la paura e la possibile ostilità nei confronti degli indigenti e più vulnerabili. – Orzinuovi (Bs)

30 settembre, Marco Ermentini, fondatore della Shy Architecture Association che raggruppa il movimento per “l’architettura timida” propone la sua lectio: Un nuovo contratto con il mondo: abitare timido. – Barbariga (Bs)

Ottobre

1 ottobre , il filosofo e pedagogista Duccio Demetrio cercherà di rispondere all’interrogativo: Perché lettura e scrittura ci rendono più umani? – Caravaggio (Bg)

2 ottobre , con Marco Vannini, tra i principali studiosi di Meister Eckhart, parlerà di: Homo-humus-humilitas: “L’uomo non umile non è”? – Trenzano (BS)

5 ottobre , Anna Foa ad intervenire con una riflessione quanto mai attuale e che, sin dal titolo, Da esseri umani a Stücke (pezzi), fa segno a quella distruzione dell’umano che si consumò in quell’unicum che fu la Shoah, la cui memoria ci obbliga a stare desti tanto più dinnanzi all’insorgenza di pericolosi venti antisemiti e populisti perché ciò che è stato non accada mai più. In collegamento streaming lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua intellettuale in prima linea nel dibattito pubblico su Israele e sull’ebraismo. Nel corso della serata, infine, si terrà, alla presenza del regista Claudio Uberti, un’eccezionale anticipazione del film: Bocche inutili (in fase di produzione) e che trova il suo nucleo tematico sulla femminilità negata nel contro-tempo della Shoah.

8 ottobre , la filosofa Roberta De Monticelli, che ha contribuito a far conoscere in Italia il pensiero di Jeanne Hersch, con l’incontro: “Chi ben comincia….” Sulla facoltà di iniziare – a Orzinuovi (Bs)

9 ottobre , Massimiliano Valerii direttore del Censis e curatore dell’annuale Rapporto sulla situazione sociale del Paese, pubblicato dal 1967 e considerato uno dei più qualificati e completi strumenti di interpretazione della realtà socio-economica italiana. L’incontro partirà dal suo fortunato saggio: La notte di un’epoca (Ponte alle Grazie, 2019) – Urago d’Oglio (Bs)

12 ottobre , la filosofa, saggista e presidente della Giuria del Premio Internazionale di Filosofia/Filosofi lungo l’Oglio. Un libro per il presente Francesca Rigotti interverrà su: La mansuetudine: una virtù umana? – Treviglio (BG).

13 ottobre , l’Arcivescovo di Bologna e Cardinale Matteo Maria Zuppi che affronterà la parola chiave del Festival con un intervento estremamente significativo: Odierai il prossimo tuo – Auditorium San Barnaba di Brescia

14 ottobre , Francesco Miano, già Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana e ordinario di Filosofia morale, si parlerà di: Essere umani: coscienza e responsabilità – Sarezzo (Bs).

15 ottobre , il grande talmudista Haim Baharier terrà la lectio: Da Neanderthal ad Adamo – Castegnato (Bs)

16 ottobre , la nota filosofa teoretica Nicla Vassallo, da sempre in prima linea contro l’omofobia, si interrogherà sulla: Conoscenza umana e non umana– Orzivecchi (Bs).

19 ottobre , Luisella Battaglia, esperta di bioetica ed etica pubblica, parlerà di: Umanità e animalità. Al confine tra due sguardi – Manerbio (Bs).

20 ottobre , Francesco Paolo Ciglia, filosofo morale e grande conoscitore della Filosofia del dialogo, rifletterà su la Parola: sigillo di umanità – Erbusco (Bs).

21 ottobre , Chiara Saraceno, una delle più importanti sociologhe italiane che si è dedicata a temi come la famiglia, la questione femminile, la povertà e le politiche sociali, terrà l’incontro: I diritti negati dei bambini e delle bambine – Gardone Val Trompia (Bs)

22 ottobre , la filosofa e direttrice del festival, Francesca Nodari, con l’incontro dal titolo evocativo: Inutilità dell’umano – Soncino (Cr)

23 ottobre , la filosofa Elena Pulcini, da sempre interessata al tema delle passioni e dell’individualismo moderno, parlerà di: Prendersi Cura. Per una responsabilità ecologica – Ospitaletto (Bs).

26 ottobre , il grande pensatore Massimo Cacciari e il suo: Essere umani tra dike e nomos – Manerbio (Bs)

27 ottobre , il giurista Gustavo Zagrebelsky a tenere la lectio: Senza adulti nella suggestiva Cattedrale di S. Maria Maggiore – Bergamo.

28 ottobre , lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi parlerà de: La convivenza interiore – Roncadelle (Bs).

29 ottobre , la psicoterapeuta Silvia Vigetti Finzi terrà la lectio: La prima cosa bella che si rifà all’esperienza unica della maternità, dell’Ospite più atteso, per citare una delle sue ultime fatiche – Chiari (Bs).

30 ottobre chiude il festival itinerante la psicopedagogista e psicoterapeuta Maria Rita Parsi con l’incontro dal titolo provocatorio: Essere inumani nella prestigiosa cornice del Museo del violino di Cremona.

Si ricorda che è necessario iscriversi a ciascun evento attenendosi scrupolosamente alle indicazioni riportate sul sito

Nov
1
Dom
2020
Bardi Halloween
Nov 1@10:00–19:00
Bardi Halloween @ Castello di Bardi

Sabato 31 Ottobre 2020 dalle ore 18,00 alle ore 24,00
Domenica 1 Novembre 2020 dalle ore 10,00 alle ore 19,00

Una nuova mirabolante manifestazione, tutta dedicata ad Halloween, la Festa più spaventosa dell’anno.
Due giorni spaventosi, in compagnia di Streghe, Vampiri e Mostri di ogni sorta e a tutto ciò che è spaventoso.

La giornata di Domenica 1 Novembre sarà dedicata soprattutto all’animazione per Bambini, sempre con la partecipazione di molti Artisti che daranno vita a numerosi Spettacoli.

Attività delle due giornate:
– Mercatino di Halloween con oltre 40 Botteghe gotiche e macabre
– Cibi particolari, bevande strane e “Dolcetto o Scherzetto”
– Laboratori di Halloween con tavoli di esercitazione e pratica
– Animazione per Bambini con oltre 50 personaggi a tema
– Animazioni e spettacoli macabri con decine di artisti
– Streghe, Vampiri e Mostri di ogni sorta ovunque
– Visite Guidate ai Sotterranei e ai “Misteri della Fortezza”

Animazione per Bambini
Oltre ad assistere ai molti spettacoli in programma, tutti i Bambini potranno anche partecipare attivamente all’evento.
Saranno truccati e vestiti con abiti a tema e potranno, anche per un solo giorno, essere “catapultati” in questo meraviglioso viaggio fuori dal tempo tra Streghe, Vampiri e molti altri personaggi inquietanti.

Nel Biglietto di Ingresso, per tutti i Bambini (da 5 fino a 12 anni) sarà compresa la vestizione (con abiti completi), l’armamento, l’arruolamento e l’addestramento per l’avventura con gli animatori.

Decine sono gli spettacoli a tema in programma con la partecipazione di molti artisti, tra cui, mangiafuochi, gruppi di musica e danze macabre, giocolieri e trampolieri, oltre a Streghe, Vampiri e mostri di ogni genere.

Gli spettacoli previsti durante tutta la Manifestazione non avranno orari prestabiliti.

In caso di maltempo la Manifestazione avrà regolare svolgimento.

Biglietti Ingresso
INTERO 7 EURO a persona
RIDOTTO 5.5 EURO ( solo su prenotazione con pagamento anticipato)
I Bambini fino a 5 anni di età non pagano
Ingresso al Mercatino di Halloween gratuito
E’ prevista la Prevendita e la Prenotazione dei Biglietti Ingresso Ridotti, direttamente dal Sito Internet ufficiale della Manifestazione.

Nov
7
Sab
2020
Essenze di fiume
Nov 7@9:00–21:00
Essenze di fiume @ Parco Oglio Nord

L’Ente di gestione del Parco Oglio Nord ha preparato per l’occasione una serie di iniziative che permettono di conoscere un ambiente immerso nella natura vicino a casa, appuntamenti per ogni fascia di età e che possono soddisfare le aspirazioni di tutti.
Essenze di Fiume racchiude diverse idee per grandi e piccini, per la famiglia o per chi da solo desidera praticare sport, corsi per imparare a conoscere la flora e la fauna, riscoprire gli antichi mestieri, passeggiate e appuntamenti per curare la mente e lo spirito immersi nella natura e molto altro. La realizzazione delle giornate è affidata a personale qualificato, che vi farà scoprire tutte le buone occasioni per vivere il Parco Oglio Nord in tutte le sue peculiarità.

Domenica 27 settembre, 11 e 18 ottobre, 8 novembre, ore 9.00
DISCESA IN GOMMONE

con Stefano Stanga Esperienza unica di discesa sul fiume, in piena sicurezza accompagnati dalla guida rafting. La discesa sarà arricchita da notizie sulla flora e la fauna che si incontrerà lungo il tragitto. Equipaggiamento fornito dall’insegnante. Si consiglia un abbigliamento sportivo. Prenotazione obbligatoria entro il venerdì che precede l’uscita, minimo 8 iscritti.
Quota € 10. Ritrovo: porta d’ingresso località Bompensiero frazione di Villachiara (BS)
Tratto: Bompensiero/Acqualunga – Durata indicativa: due ore circa
Info ed iscrizioni: Stefano Stanga 338 4970549

Sabato 10-11/17-18 Ottobre, ore 14.00
CORSO DI KAYAK
con Gionni Lanfredi
Esperienza in natura adatta ad adulti e bambini. Lezioni strutturate in acque tranquille dove si impartiscono le prime nozioni sulla conduzione, il baricentro e l’utilizzo della pagaia. In seguito per chi lo desidera seguiranno approfondimenti delle tecniche per poter discendere vari tratti del fiume. Attrezzatura fornita dall’insegnante. Prenotazione obbligatoria
Ritrovo: laghetto Insortello, uno splendido scenario popolato da numerose specie di uccelli e da una fitta vegetazione in via Brescia a Soncino (CR). Info e prenotazioni: Gionni Lanfredi 340 5903148

Sabato 17 ottobre, ore 15,00
IL BOSCO CREATIVO

Stimolare la creatività e la fantasia, e allo stesso tempo la manualità, usando materiali all’apparenza “poveri” che hanno invece una storia da raccontare.
Materiali recuperati in natura come cortecce di alberi, pigne, galle, radici, semi, ecc.. diventano oggetti curiosi. Il laboratorio è rivolto ai ragazzi da 7 a 90 anni.
Durata: due ore circa. Costo: € 20,00 comprensivo dei materiali e delle attrezzature necessarie. Il laboratorio si effettuerà con un minimo di 5 iscritti. Iscrizioni entro giovedì 15 ottobre.
Ritrovo: Ostello Molino di Basso, Via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (Bg)
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sabato 7-14 Novembre, ore 14.30
CORSO DI CESTERIA
con Omodei Gelsomina
Riscopriamo gli antichi mestieri. Creazione di cesti utilizzando “le smandre” fettucce di nocciolo, castagno, salice e sanguinello. Il materiale viene fornito dall’insegnante, è necessario procurare coltello tipo Opinel n°10. Il corso si attiverà con un minimo di 5 persone. Quota: € 30 iscrizioni entro il 10 settembre.
Luogo: Casa del Parco Oglio Nord – via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (BG)
Info ed iscrizioni: Omodei Gelsomina 347 9760799 – Parco Oglio Nord 0374 837067 cultura@parcooglionord.it

Domenica 8 novembre, ore 9,00
FOLIAGE
Riserva Naturale Isola Uccellanda.
Ritrovo: Ristorante Vecchia Contea, Villagana di Villachiara (BS).
A spasso in una delle Riserve più suggestiva del Parco, per osservare il mutare della natura e apprezzare i caldi colori e le morbide luci autunnali. Quota € 10,00. Iscrizioni entro venerdì 6 novembre.
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sempre disponibili

ESCURSIONI IN BICICLETTA – tutto l’anno Escursioni in bicicletta alla scoperta del Parco dell’Oglio e lungo la Greenway.
Sarete accompagnati da guide di Mountain Bike che vi faranno scoprire le bellezze paesaggistiche e culinarie del territorio, con la possibilità di noleggiare biciclette a pedalata assistita e servizio di trasporto bagagli. I tour di uno o più giorni, saranno adattati e personalizzati al livello di ogni gruppo o singolo partecipante.

ESCURSIONI A CAVALLO – tutto l’anno
Il territorio del Parco Oglio Nord ben si presta ad essere esplorato in sella a docili cavalli, seguendo il fiume si attraversare paesaggi suggestivi e numerose testimonianze storiche presenti sul territorio.

Nov
8
Dom
2020
Essenze di fiume
Nov 8@9:00–21:00
Essenze di fiume @ Parco Oglio Nord

L’Ente di gestione del Parco Oglio Nord ha preparato per l’occasione una serie di iniziative che permettono di conoscere un ambiente immerso nella natura vicino a casa, appuntamenti per ogni fascia di età e che possono soddisfare le aspirazioni di tutti.
Essenze di Fiume racchiude diverse idee per grandi e piccini, per la famiglia o per chi da solo desidera praticare sport, corsi per imparare a conoscere la flora e la fauna, riscoprire gli antichi mestieri, passeggiate e appuntamenti per curare la mente e lo spirito immersi nella natura e molto altro. La realizzazione delle giornate è affidata a personale qualificato, che vi farà scoprire tutte le buone occasioni per vivere il Parco Oglio Nord in tutte le sue peculiarità.

Domenica 27 settembre, 11 e 18 ottobre, 8 novembre, ore 9.00
DISCESA IN GOMMONE

con Stefano Stanga Esperienza unica di discesa sul fiume, in piena sicurezza accompagnati dalla guida rafting. La discesa sarà arricchita da notizie sulla flora e la fauna che si incontrerà lungo il tragitto. Equipaggiamento fornito dall’insegnante. Si consiglia un abbigliamento sportivo. Prenotazione obbligatoria entro il venerdì che precede l’uscita, minimo 8 iscritti.
Quota € 10. Ritrovo: porta d’ingresso località Bompensiero frazione di Villachiara (BS)
Tratto: Bompensiero/Acqualunga – Durata indicativa: due ore circa
Info ed iscrizioni: Stefano Stanga 338 4970549

Sabato 10-11/17-18 Ottobre, ore 14.00
CORSO DI KAYAK
con Gionni Lanfredi
Esperienza in natura adatta ad adulti e bambini. Lezioni strutturate in acque tranquille dove si impartiscono le prime nozioni sulla conduzione, il baricentro e l’utilizzo della pagaia. In seguito per chi lo desidera seguiranno approfondimenti delle tecniche per poter discendere vari tratti del fiume. Attrezzatura fornita dall’insegnante. Prenotazione obbligatoria
Ritrovo: laghetto Insortello, uno splendido scenario popolato da numerose specie di uccelli e da una fitta vegetazione in via Brescia a Soncino (CR). Info e prenotazioni: Gionni Lanfredi 340 5903148

Sabato 17 ottobre, ore 15,00
IL BOSCO CREATIVO

Stimolare la creatività e la fantasia, e allo stesso tempo la manualità, usando materiali all’apparenza “poveri” che hanno invece una storia da raccontare.
Materiali recuperati in natura come cortecce di alberi, pigne, galle, radici, semi, ecc.. diventano oggetti curiosi. Il laboratorio è rivolto ai ragazzi da 7 a 90 anni.
Durata: due ore circa. Costo: € 20,00 comprensivo dei materiali e delle attrezzature necessarie. Il laboratorio si effettuerà con un minimo di 5 iscritti. Iscrizioni entro giovedì 15 ottobre.
Ritrovo: Ostello Molino di Basso, Via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (Bg)
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sabato 7-14 Novembre, ore 14.30
CORSO DI CESTERIA
con Omodei Gelsomina
Riscopriamo gli antichi mestieri. Creazione di cesti utilizzando “le smandre” fettucce di nocciolo, castagno, salice e sanguinello. Il materiale viene fornito dall’insegnante, è necessario procurare coltello tipo Opinel n°10. Il corso si attiverà con un minimo di 5 persone. Quota: € 30 iscrizioni entro il 10 settembre.
Luogo: Casa del Parco Oglio Nord – via Madonna di Loreto – Torre Pallavicina (BG)
Info ed iscrizioni: Omodei Gelsomina 347 9760799 – Parco Oglio Nord 0374 837067 cultura@parcooglionord.it

Domenica 8 novembre, ore 9,00
FOLIAGE
Riserva Naturale Isola Uccellanda.
Ritrovo: Ristorante Vecchia Contea, Villagana di Villachiara (BS).
A spasso in una delle Riserve più suggestiva del Parco, per osservare il mutare della natura e apprezzare i caldi colori e le morbide luci autunnali. Quota € 10,00. Iscrizioni entro venerdì 6 novembre.
Info e prenotazioni Livio Pagliari 339 4181670 – skinwolker.lp@libero.it

Sempre disponibili

ESCURSIONI IN BICICLETTA – tutto l’anno Escursioni in bicicletta alla scoperta del Parco dell’Oglio e lungo la Greenway.
Sarete accompagnati da guide di Mountain Bike che vi faranno scoprire le bellezze paesaggistiche e culinarie del territorio, con la possibilità di noleggiare biciclette a pedalata assistita e servizio di trasporto bagagli. I tour di uno o più giorni, saranno adattati e personalizzati al livello di ogni gruppo o singolo partecipante.

ESCURSIONI A CAVALLO – tutto l’anno
Il territorio del Parco Oglio Nord ben si presta ad essere esplorato in sella a docili cavalli, seguendo il fiume si attraversare paesaggi suggestivi e numerose testimonianze storiche presenti sul territorio.

© 2020 Copyright Bresciabimbi 2020.
Tutti i diritti riservati Bresciabimbi di Lorenzini Laura P.I: 03628940987
Pec: bresciabimbi.mail@pec.it
REA: 550087